POTENZIAMENTO DELLE CORSE SERALI: NON BASTA, CHIEDIAMO UN CONFRONTO SERIO TRA STUDENTI E COMUNE

6 ottobre 2014 | Categoria: Comunicato Stampa

 

Lunedì 6 ottobre sono riprese le corse serali della linea 1/4. Si tratta senza dubbio di un passo importante, dopo la sperimentazione delle corse durante i mesi scorsi.Purtroppo però, anche questa volta gli studenti sono stati tagliati fuori dalla discussione. Se infatti negli avvisi diffusi dalla Conerobus si legge che il servizio è stato concordato con i rappresentanti degli studenti, questo non è avvento nella realtà.In estate, al termine del periodo di prova, abbiamo presentato al Comune di Ancona numerose proposte per il miglioramento del servizio, avvalendoci anche dei risultati di un questionario diffuso dalla nostra associazione tra gli studenti dell’Università Politecnica delle Marche. Abbiamo chiesto l’estensione del servizio nel week end, visto l’ingente numero di studenti fuori sede che trascorrono il fine settimana nella città, e visto che in questo modo le corse potrebbero essere sfruttate anche dai giovani anconetani, soprattutto studenti delle superiori; abbiamo avanzato proposte per migliorare il collegamento tra Torrette ed il Centro nelle ore serali, poiché la soluzione precedentemente attuata (era previsto un cambio a piazza Ugo Bassi e un tragitto che passava per Posatora) risultava essere poco fruibile dagli studenti; abbiamo avanzato proposte in merito alla rivendita di biglietti dell’autobus all’interno delle Facoltà, e abbiamo proposto che fossero previsti biglietti urbani con una validità temporale inferiore e quindi con un costo minore, due misure che, a nostro avviso, incentiverebbero l’utilizzo dei mezzi pubblici.Purtroppo dopo la presentazione di queste nostre proposte, non siamo stati in alcun modo resi partecipi dell’attuazione della nuova programmazione dei trasporti, tanto che, nessuno dei miglioramenti che abbiamo indicato (alcuni dei quali non avrebbero comportato grossi sforzi, né a livello economico, né sul piano organizzativo) è stato attuato, anzi, è stata prevista una riduzione del servizio rispetto a quanto messo in atto nel periodo di prova nella primavera scorsa (sono state eliminate le corse da e verso Torrette).E’ evidente come alla base di tutto questo ci siano delle forti mancanze di comunicazione e collaborazione tra Comune, Studenti e Università. Queste mancanze riguardano molti aspetti di comune interesse tra le parti sopra indicate. Giusto per fare un esempio, forse il caso più eclatante è stato l’ennesimo incidente della settimana scorsa in cui due studentesse sono state investite da un’auto nei pressi della Facoltà di ingegneria, quando da anni denunciamo  al Comune la pericolosità di quel tratto di strada, chiedendone la messa in sicurezza senza che però sino ad ora sia stato fatto nulla. Oltre a questo, tanti problemi si sono verificati in questi ultimi mesi, che vanno dalla questione abitativa alla University Card.Per questo, nonostante lo chiediamo da anni, riteniamo che a questo punto sia ormai diventata improcrastinabile la costituzione del tavolo tecnico tra Comune, Università e Consiglio Studentesco. Quello che chiediamo, è, ancora una volta, una misura a costo zero per le istituzioni coinvolte, una misura che però sarebbe un passaggio fondamentale affinché si possa iniziare a trattare il tema di Ancona Città Universitaria in modo serio e strutturale, apportando benefici per gli studenti e tutta la città.

 
Share

Dai un voto a questo articolo:

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenti non abilitati.