TAGLI AL DIRITTO ALLO STUDIO: UNA LETTERA ALLA REGIONE PER CHIEDERE UN’INVERSIONE DI ROTTA

28 gennaio 2015 | Categoria: Comunicato Stampa

 

Oggi, l’ACU Gulliver, insieme ad altre importanti realtà studentesche, sindacali e non solo della Regione, ha inviato una lettera indirizzata al Presidente della Regione Gian Mario Spacca e agli assessori Marcolini e Luchetti, per denunciare le gravi condizioni in cui si trova il Diritto allo Studio nelle Marche a seguito dei drastici tagli derivanti dal bilancio di previsione del 2015.

Si passa infatti dai 32 milioni del 2014 ai 18 previsti per il 2015.

Riteniamo che in questo momento storico, tagliare sul diritto allo studio sia una scelta che non solo negherebbe a migliaia di studenti di compiere un percorso universitario, ma che andrebbe ad incidere negativamente sul futuro stesso della regione.

Gli scorsi mesi dell’attività della nostra associazione sono stati incentrati proprio sul tema del diritto allo studio, e in particolare su quello degli studentati di Ancona, caratterizzati dalla fatiscenza e dall’invivibilità delle strutture. Non soltanto la Regione non è voluta intervenire in modo serio su questo aspetto, ma ora si vanno a mettere in campo dei tagli che andranno ad aggravare situazioni già oggi problematiche come quella degli studentati.

Per queste ragioni, chiediamo che la Regione inserisca il Diritto allo Studio nella finestra di bilancio di febbraio, e di dare finalmente delle risposte concerete su un tema così importante che incide sugli studenti e sul futuro di tutta la Regione.

 
 

Share

Dai un voto a questo articolo:

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Commenti non abilitati.