• Perché votare Gulliver lista 7.

    Perché per noi fare politica è essere costantemente al servizio degli studenti e lottare per una Università nuova che metta al centro della propria attività la didattica e si impegni a rimuovere tutte le barriere che impediscono l’accesso all’istruzione e più in generale al sapere e alla cultura. L’Università non è un’azienda che produce laureati e li offre su un piatto d’argento al cosiddetto “mercato del lavoro”, l’Università crea sapere e conoscenza da mettere a disposizione degli studenti e dà loro gli strumenti per capire e cambiare la realtà.

  • Da 29 anni dalla parte degli studenti.

    La Lista Gulliver è composta da studenti ai quali sta a cuore la politica universitaria e le esigenze degli studenti, tutto ciò che caratterizza la loro quotidianità, i loro diritti e doveri. Per questo da 29 anni facciamo rappresentanza all’interno degli organi d’Ateneo e ci confrontiamo con le istituzioni Politiche (Comune, Provincia, Regione e Ministero) su tematiche legate all’università e alla condizione giovanile e degli studenti. I valori a cui ci ispiriamo sono quelli della Sinistra, ma restiamo indipendenti da qualsiasi partito politico, condizione indispensabile per poter difendere realmente i diritti degli studenti senza ingerenze esterne.

  • Il Gulliver al C.N.S.U.

    Il 18 e 19 Maggio si svolgeranno anche le elezioni per il rinnovo del Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari. Come Gulliver-UDU Ancona abbiamo deciso impegnarci nel nostro distretto ( nord-est: Marche, Emilia Romagna, Veneto, Val D'Aosta. ) con la candidatura di Arianna Baldassari. Come sindacato studentesco continueremo a batterci per il diritto allo studio garantito a tutti e a difendere un'università pubblica, aperta, equa e senza discriminazioni. Abbiamo bisogno del sostegno, della partecipazione e del confronto con tutti gli studenti! Al C.N.S.U. Scegli il Sole, Vota UDU, e scrivi Ari.

CONSIGLI DI DIPARTIMENTO COINVOLTI NELLA FACOLTA’ DI INGEGNERIA.


  • 1. Archini Leonardo DICEA
  • 2. Cicconi Cecilia DII
  • 3. Baronciani Lorenzo “detto Toro” DIISM
  • 4. La Serra Pasquale DII
  • 5. Masci Giovanni SIMAU
  • 6. De Tullio Germano DIISM
  • 7. Feliziani Fosca SIMAU
  • 8. Marinaro Laura “detta Max” DII
  • 9. Sfrattoni Filippo SIMAU
  • 10. Agostini Simone “detto Ago” DIISM
  • 11. Babini Francesco DII
  • 12. Iezzi Jacopo “detto Jacopino” DII
  • 13. Massioni Claudia DICEA
  • 14. Paleri Simone DICEA
  • 15. Onofri Francesca DIISM
  • 16. Mazzocchetti Mauro Adamo DII
  • 17. Tarquini Matteo DII
  • 18. Caprini Teresa SIMAU
  • 19. Manco Davide DII
  • 20. Falini Francesco “detto Renga” DII
  • 21. Bolzonetti Tommaso “detto Blaze” SIMAU
  • 22. Urbinati Matteo DIISM
  • 23. Vokopola Kliti DII
  • 24. Di Corpo Giorgio DIISM
  • 25. Nutricato Raffaele “detto Il Prete Nero” DII
  • 26. Bevilacqua Simone DICEA
  • 27. Sabbatini Loris DIISM
  • 28. Staffolani Leonardo DICEA
  • 29. D’Agostino Davide “detto D’Ago” DICEA
  • 30. Cappanera Enrico DIISM
  • 31. Coltrinari Laura SIMAU
  • 32. Neroni Davide DICEA
  • 33. Di Luca Francesco “detto Ciccio” DICEA
  • 34. Cecchini Roberta DIISM
  • 35. Sparvieri Francesca DICEA
  • 36. Mehri Mohamed Dhia “detto Dhia” SIMAU
  • 37. Ercoli Patricia DICEA
  • 38. Antonini Alessandro SIMAU
  • 39. Pergolesi Matteo DIISM
  • 40. Santoianni Tania DII

CONSIGLIO UNIFICATO DI CORSO DI STUDIO IN INGEGNERIA ELETTRONICA .


  • 1. Baronciani Lorenzo “detto Toro”
  • 2. Babini Francesco
  • 3. Nutricato Raffaele “detto Il Prete Nero”
  • 4. Giori Roberto
  • 5. Vokopola Kliti
  • 6. Bolzonetti Tommaso “detto Blaze”
  • 7. Tarquini Matteo
  • 8. Sabbatini Loris
  • 9. Di Gennaro Emanuela

CONSIGLIO UNIFICATO DI CORSO DI STUDIO IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE .


  • 1. Archini Leonardo
  • 2. Staffolani Leonardo
  • 3. Di Luca Francesco “detto Ciccio”
  • 4. Squicciarino Antonello

CONSIGLIO UNIFICATO DI CORSO DI STUDIO IN INGEGNERIA EDILE .


  • 1. Feliziani Fosca
  • 2. Sfrattoni Filippo
  • 3. Neroni Davide
  • 4. Moko Henrique
  • 5. Limosani Maria Vittoria

CONSIGLIO UNIFICATO DI CORSO DI STUDIO IN INGEGNERIA INFORMATICA E DELL’AUTOMAZIONE .


  • 1. La Serra Pasquale
  • 2. Iezzi Jacopo “detto Jacopino”
  • 3. Mazzocchetti Mauro Adamo
  • 4. Manco Davide
  • 5. Falini Francesco “detto Renga”
  • 6. Mehri Mohamed Dhia “detto Dhia”
  • 7. Smerilli Riccardo “detto Smero”
  • 8. Santoianni Tania

CONSIGLIO UNIFICATO DI CORSO DI STUDIO IN INGEGNERIA MECCANICA .


  • 1. De Tullio Germano
  • 2. Agostini Simone “detto Ago”
  • 3. Di Corpo Giorgio
  • 4. Marcelli Francesco
  • 5. Cappanera Enrico
  • 6. Urbinati Matteo
  • 7. Islami Ejup
  • 8. Badiali Gianluca
  • 9. Calcinaro Giacomo
  • 10. Pergolesi Matteo
  • 11. Di Mascio Paola
  • 12. Calvaresi Vincenzo
  • 13. Biccari Valerio
  • 14. Lesti Francesco
  • 15. Cecchini Roberta

CONSIGLIO UNIFICATO DI CORSO DI STUDIO IN INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA .


  • 1. Coltrinari Laura
  • 2. Paleri Simone
  • 3. Massioni Claudia
  • 4. Bevilacqua Simone
  • 5. D’Agostino Davide “detto D’Ago”
  • 6. Di Leo Benedetta
  • 7. Palummeri Massimiliano “detto Massi”
  • 8. Ercoli Patricia
  • 9. Sparvieri Francesca

CONSIGLIO UNIFICATO DI CORSO DI STUDIO IN INGEGNERIA BIOMEDICA .


  • 1. Cicconi Cecilia
  • 2. Marinaro Laura “detta Max”
  • 3. Onofri Francesca
  • 4. Di Pietro Alessandra
  • 5. Dmytryuk Nikita
  • 6. Antonini Alessandro
  • 7. Monachesi Elena Sophie
  • 8. Di Nicola Alessandro
  • 9. Sepe Salvatore

    CONSIGLIO UNIFICATO DI CORSO DI STUDIO IN INGEGNERIA BIOMEDICA .


    • 1. Vesprini Andrea

CONSIGLIO UNIFICATO DI CORSO DI STUDIO IN INGEGNERIA BIOMEDICA .


  • 1. Vesprini Andrea

Il nostro programma in Pillole!.


CARTA DELLO STUDENTE MARCHIGIANO

Che consenta a tutti gli studenti della nostra regione di poter usufruire dei servizi legati al diritto allo studio anche non nella loro città sede d’Ateneo. Inoltre potrebbe essere utilizzata per l’accesso agevolato ai luoghi di cultura che le Marche mettono a disposizione ma che troppo spesso non sono accessibili alla generalità degli studenti.

STUDENTI PENDOLARI.

Riteniamo necessario che si modifichino i criteri per la concessione degli abbonamenti agevolati ai pendolari, per garantire a tutti gli studenti rientranti in questa categoria la possibilità di accedere al servizio senza che si creino ulteriori discriminazioni.

TRASPORTO.

L’ ERSU dovrebbe prevedere delle agevolazioni per il trasporto urbano ed extraurbano rivolte agli studenti vincitori di borsa; questo al momento, e per la prima volta, non è previsto ad Ancona, dove gli abbonamenti agevolati non sono stati erogati a causa della critica condizione economica dell’Ente. Ci impegneremo al massimo affinché questo fondamentale servizio torni in funzione già dall’anno prossimo.

ASSISTENZA SANITARIA.

Riteniamo necessario il ripristino al più presto dell’assistenza sanitaria gratuita per gli studenti fuori sede: un servizio che deve essere considerato al pari della mensa e degli alloggi pertanto deve essere inserito nella legge regionale per il diritto allo studio e garantito realmente in quattro ambulatori nella città (uno per ogni polo universitario).

TASSE.

Sistema di tassazione sempre più equo e sostenibile

  • Riformare l’attuale bando tasse, adottando un sistema continuo, introduzione della No Tax Area.
  • Estendere l’esonero superbravo a quegli studenti che sono stati precedentemente iscritti un altro corso di studi.
  • abbassamento delle more

TRASPORTI URBANI E REGIONALI

Garantire un servizio che rispecchi i bisogni di noi studenti, da un adeguamento del costo del biglietto e dell’abbonamento, fino alle tariffe degli abbonamenti per gli studenti pendolari. Ci batteremo per l’ampliamento delle corse serali anche nei weekend.

POST LAUREA.

  • dottorati di ricerca: superare l’esistenza dei dottorati senza borsa, attraverso finanziamenti adeguati, prevedere politiche di valorizzazione del titolo di dottore di ricerca al di fuori dell’Università, verso il settore privato e la pubblica amministrazione.
  • scuole di specialità medica: fare pressione, sia a livello nazionale che regionale, affinché il problema della mancanza di fondi sia risolto in maniera strutturata e duratura ed in modo che garantisca l’accesso alle scuole a tutti i giovani medici, promuovere iniziative di orientamento al lavoro, andando nell’ottica di cogliere le potenzialità dell’impiego dei laureati per contribuire alla crescita del territorio e del Paese.

STRUTTURE.

  • modernizzare strutture e macchinari dei laboratori
  • estendere ulteriormente gli orari di apertura delle Facoltà, comprendendo anche biblioteche e aule computer
  • continuare il miglioramento della rete WI-FI
  • ampliare l’orario dello sportello al pubblico delle segreterie studenti e istituire il servizio presso le sedi decentrate.
  • aumentare il numero di prese elettriche nelle aule e nelle aule studio
  • creare un badge unico di ateneo
  • rivedere le misure punitive relative al sistema di prestito bibliotecario, istituire un servizio di consultazione on-line e prevedere l’acquisto dei libri di testo adottati direttamente dalle biblioteche.
  • rendere omogenei i prezzi in tutti i bar dell’Ateneo. Rendere gratuito un servizio di fornitura dell’acqua.
  • Possibilità di usufruire delle stampe da tutte le postazioni dell’Ateneo.

INFORMATIZZAZIONE.

  • semplificazione delle procedure ONLINE e informatizzazioni di quelle ancora cartacee.
  • velocizzare il passaggio al libretto elettronico
  • Utilizzazione del Software Libero per riportare i valori della condivisione e diffusione della conoscenza.
  • migliorare la comunicazione istituzionale

CUS - CENTRO UNIVERSITARIO SPORTIVO.

Stipulazione di un numero maggiore di convenzioni con enti sportivi e prevedere accordi con dei medici per poter effettuare la visita medica-sportiva; migliorare il trasporto verso le sedi del CUS.

ATENEO SOSTENIBILE.

istallare fontanelle dell’acqua ad uso gratuito per limitare il consumo di bottiglie di plastica e per permettere di usufruire di un bene primario; mettere in pratica realmente, nel ciclo di smaltimento, la raccolta differenziata; aumentare l’utilizzo di energie rinnovabili, istallando pannelli fotovoltaici e solare-termico sopra gli edifici dell’Ateneo.