• Perché votare Gulliver lista 7.

    Perché per noi fare politica è essere costantemente al servizio degli studenti e lottare per una Università nuova che metta al centro della propria attività la didattica e si impegni a rimuovere tutte le barriere che impediscono l’accesso all’istruzione e più in generale al sapere e alla cultura. L’Università non è un’azienda che produce laureati e li offre su un piatto d’argento al cosiddetto “mercato del lavoro”, l’Università crea sapere e conoscenza da mettere a disposizione degli studenti e dà loro gli strumenti per capire e cambiare la realtà.

  • Da 29 anni dalla parte degli studenti.

    La Lista Gulliver è composta da studenti ai quali sta a cuore la politica universitaria e le esigenze degli studenti, tutto ciò che caratterizza la loro quotidianità, i loro diritti e doveri. Per questo da 29 anni facciamo rappresentanza all’interno degli organi d’Ateneo e ci confrontiamo con le istituzioni Politiche (Comune, Provincia, Regione e Ministero) su tematiche legate all’università e alla condizione giovanile e degli studenti. I valori a cui ci ispiriamo sono quelli della Sinistra, ma restiamo indipendenti da qualsiasi partito politico, condizione indispensabile per poter difendere realmente i diritti degli studenti senza ingerenze esterne.

  • Il Gulliver al C.N.S.U.

    Il 18 e 19 Maggio si svolgeranno anche le elezioni per il rinnovo del Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari. Come Gulliver-UDU Ancona abbiamo deciso impegnarci nel nostro distretto ( nord-est: Marche, Emilia Romagna, Veneto, Val D'Aosta. ) con la candidatura di Arianna Baldassari. Come sindacato studentesco continueremo a batterci per il diritto allo studio garantito a tutti e a difendere un'università pubblica, aperta, equa e senza discriminazioni. Abbiamo bisogno del sostegno, della partecipazione e del confronto con tutti gli studenti! Al C.N.S.U. Scegli il Sole, Vota UDU, e scrivi Ari.

Scienze.


Lista dei candidati

PROGRAMMA ELETTORALE DELLA LISTA 7 GULLIVER SINISTRA UNIVERSITARIA PER LA FACOLTA’ DI SCIENZE.


Sono passati due anni da quando la Lista Gulliver - Sinistra Universitaria decise di candidarsi a Scienze per la prima volta, unico Dipartimento dove non eravamo presenti. Credevamo che attraverso la presenza ed il lavoro coordinato all’interno di tutti gli organi dell’Ateneo fosse possibile battersi al meglio per ottenere i massimi risultati nella difesa dei diritti degli studenti. Quell’esperienza ci portò, grazie al vostro sostegno, ad essere eletti come rappresentanti degli studenti in Consiglio di DIpartimento e nei Consigli di Corso di Scienze Biologiche e Scienze Ambientali e Protezione Civile. Dopo aver combattuto strenuamente contro l’inserimento del numero chiuso, essere riusciti a garantire un calendario didattico che prevedesse un minimo di 6 appelli l’anno per ogni esame ed aver posto rimedio a diverse situazioni emergenziali da voi segnalateci, abbiamo deciso di candidarci nuovamente come vostri rappresentanti all’interno di questo Dipartimento. Molte sono ancora le criticità che ci ostacolano nel proseguo della carriera accademica o che comunque non rendono piacevole l’esperienza universitaria che abbiamo qui intrapreso; per questo intendiamo esporvi il nostro programma elettorale di Dipartimento che spieghi nel dettaglio le tematiche su cui ci impegniamo a lavorare per difendere e far rispettare i nostri diritti.

CALENDARIO DIDATTICO .


Nel corso di questi due anni abbiamo cominciato a lavorare sul Calendario Didattico, riuscendo a garantire il numero minimo di 6 appelli distribuiti su 3 sessioni d’esame. Riteniamo che ci sarebbero ancora delle modifiche da apportare al calendario, quale, per esempio, la possibilità di ridisegnare la sessione di Aprile che coincide sempre con le vacanze pasquali e in alcuni casi, vista la concomitanza con altre festività, è spezzata in due e non raggiunge neppure la durata di una settimana; questa situazione risulta problematica soprattutto per tutti gli studenti fuori sede che non riescono ad approfittare di questo periodo di vacanza per tornare a casa.

ESAMI .


Articolo 20 comma 13 del Regolamento Didattico d’Ateneo: “Allo studente deve essere garantita la possibilità di sostenere esami dello stesso ciclo in giorni non coincidenti.” Riteniamo che ogni studente del Dipartimento debba essere messo nella condizione di poter esercitare questo diritto e che si raggiunga una situazione per cui non ci saranno più esami coincidenti, almeno dello stesso anno. Per quanto riguarda i parziali, così come accade per gli esami, il professore deve rendere nota l’intenzione di effettuare una prova in itinere in tempi utili per la preparazione della stessa. Quando i risultati degli esami vengono esposti, sia in forma cartacea che online, la maggior parte delle volte non viene garantita la privacy dello studente attraverso l’identificazione tramite la matricola, ma vengono individuati con nome e cognome. Questa cosa è inaccettabile; riteniamo che ogni studente abbia diritto alla sua privacy e al rispetto della stessa attraverso l’anonimato. Da qualche anno armai, a causa del grande numero di immatricolati al corso di Scienze Biologiche, si è reso necessario uno sdoppiamento delle classi, al fine di garantire un livello della didattica che sia il migliore possibile; il regolamento di Ateneo dice che in caso di corsi “sdoppiati” non debbano esserci differenze nei programmi e nelle modalità di esame, fatta salva l’autonomia di insegnamento del docente. La realtà a Scienze è molto diversa, infatti, a rendere le classi diverse, non è tanto la modalità di insegnamento scelta dal professore, ma sono proprio i dati oggettivi: carico di studio eccessivamente sproporzionato tra una classe e l’altra, diverse modalità di svolgimento e di mole dei parziali, percentuali di superamento e voto d’esame ben diversi nei due corsi, che portano, in alcuni casi, a rimandare la laurea stessa. Ci impegniamo a intraprendere un percorso all’interno degli organi del Dipartimento che porti a un’omogeneità dei programmi, dei libri di testo adottati e della modalità d’esame. Ci impegneremo a far rispettare ai professori i regolamenti d’Ateneo e di Dipartimento, al cui interno sono specificate tutte le regole a cui debbono attenersi.

Strutture .


Come deliberato dal Consiglio d’Amministrazione, avrà luogo un trasferimento dei locali di Scienze, esclusi i laboratori, al Blocco Aule Sud. Questo passaggio ha subito dei rallentamenti a causa della chiusura del Dipartimento di Agraria, ma ci impegneremo a garantire la stessa qualità dei servizi e vigileremo che i lavori riprendano appena possibile. Questa situazione di stallo ci permette di osservare quali sono le criticità del Blocco Aule Sud e, perciò, di intervenire prima del trasferimento di noi studenti. Le problematicità che sono state rilevate sono molteplici. I tavoli sono insufficienti, riteniamo, infatti, che essi siano fondamentali per aumentare e migliorare la qualità e la vivibilità del Dipartimento. Le aule, appena terminata lezione, vengono immediatamente fatte svuotare e non viene permesso di rimanervi a studiare o ad aspettare l’inizio della lezione successiva; questo è inaccettabile, perché, da anni, gli spazi a disposizione degli studenti sono sempre meno, visto l’aumento degli iscritti al dipartimento di scienze e viste le disposizioni dello scorso anno, le aule devono rimanere aperte su richiesta e, perciò, ci adopereremo affinché le direttive vengano rispettate. Il bar ha dei prezzi più elevati rispetto a quelli delle altre facoltà, sebbene offra gli stessi servizi; ci impegneremo affinché si raggiunga una conformità dei costi indipendentemente dalla struttura in cui ci si trova. Al BAS, un’altra situazione che desta malcontento riguarda l’impianto di condizionamento visto che, in inverno, la struttura è fredda, mentre, in estate, è troppo calda e asfissiante; ci adopereremo per trovare una soluzione a questa situazione che non permette agli studenti di vivere l’edificio, in quanto non consente di rimanere più del tempo necessario della lezione. La mancanza di strutture adeguate all’interno del Dipartimento e la chiusura delle aule di Agraria, costringe, attualmente, gli iscritti del primo anno di Scienze Biologiche a seguire i corsi negli spazi della Facoltà di Ingegneria. Nonostante questo e indipendentemente dal luogo in cui si trovano, ci impegneremo affinché siano garantiti loro gli stessi servizi di cui usufruiscono gli studenti iscritti agli anni successivi. Lezioni, esami e studio ci portano a passare una buona parte della giornata all’interno del Dipartimento; per questo riteniamo che ci debbano essere garantiti dei servizi di base che ci consentano di adempiere ai nostri impegni universitari e comunque a trascorrere questo tempo nel migliore modo possibile:
  • giornalmente riscontriamo una discontinuità della connessione WiFi; nonostante continui interventi per cercare di garantire un servizio ottimale da parte del CeSMI, ci impegneremo a ottenere una prestazione che risponda alle reali esigenze degli studenti;
  • è necessaria l’installazione di ulteriori prese elettriche nei vari locali del Dipartimento, in quanto la loro mancanza impedisce l’utilizzo di qualsiasi mezzo elettronico che abbia bisogno di una presa di corrente;
  • negli ultimi anni, come Lista Gulliver, abbiamo affrontato una serie di battaglie che hanno portato all’apertura serale delle Facoltà di Economia, Ingegneria e Medicina. Le palazzine di Scienze e il Blocco Aule Sud, invece, chiudono alle 19, non dando la possibilità agli studenti di rimanere a studiare anche la sera. Ci impegneremo affinché anche noi studenti di Scienze avremo uno spazio nelle nostre strutture sia per poter studiare fino a tardi sia per avere la possibilità di organizzare attività culturali senza che queste si debbano sovrapporre all’orario delle lezioni.

MATERIALE DIDATTICO.


Riteniamo indispensabile che siano potenziati gli strumenti di E-learning e che tutti i soggetti responsabili, docenti in particolare, mettano a disposizione degli studenti il materiale didattico e le informazioni costantemente aggiornate. E’ inaccettabile, infatti, che il materiale di supporto allo studio non sia ancora liberamente fruibile, anzi, spesso ne è molto difficoltoso il reperimento, soprattutto per tutti coloro che sono impossibilitati a seguire le lezioni, come gli studenti-lavoratori che nel nostro Ateneo sono in continuo aumento. Reputiamo necessaria, inoltre, nella pagina di tutti i docenti, una specifica del programma per i Fuori Corso che si trovano, di anno in anno, modificato non solo i singoli argomenti, ma anche la modalità d’esame. Questo impedisce loro di potersi presentare agli esami.

CORSI A SCELTA.


Riteniamo necessario che l’Università, nei periodi di compilazione del piano di studi, dia maggiori informazioni sul contenuto delle singole materie a scelta e sulla loro attinenza e utilità per i percorsi formativi successivi, in modo che gli studenti possano definire in maniera ottimale il proprio piano di studi. A tal proposito riteniamo che il dipartimento debba organizzare delle apposite giornate di orientamento.

Mail Istituzionale.


Riteniamo che l’area avvisi del sito DISVA sia un metodo poco immediato ed efficace per diffondere le informazioni, soprattutto per quanto riguarda le comunicazioni a breve scadenza, come gli imprevisti dei professori che annullano una lezione o rimandano un esame. Cercheremo, quindi, di fare in modo che gli avvisi, relativi al proprio corso di studi, vengano comunicati anche nella mail istituzionale e, di conseguenza, anche sulla mail che lo studente ha inserito nella propria area riservata.

VIAGGI D’ISTRUZIONE.


Il nostro Dipartimento, da anni, organizza diversi viaggi di istruzione dalla durata variabile. Visto il numero elevato di iscritti ai corsi, l’insieme dei partecipanti è spesso limitato per motivi economico-amministrativi e questo causa disparità. Riteniamo, infatti, che in caso di corsi “sdoppiati” sia data la stessa possibilità di partecipare a tutti gli studenti dello stesso anno che non seguono le lezioni con il professore che, nello specifico, ha organizzato il viaggio; chiediamo, inoltre, di estendere la partecipazione a studenti dello stesso corso, ma di anni differenti, o a studenti fuoricorso che non hanno avuto la possibilità di partecipare al viaggio, con precedenza a chi afferisce a quell’area didattica. Per raggiungere questa equità pensiamo, quindi, che sia opportuno segnalare la presenza di tutti viaggi di istruzione nel sito del DISVA e nelle bacheche presenti in università e non solo di alcuni.

 

Il nostro programma in Pillole!.


CARTA DELLO STUDENTE MARCHIGIANO

Che consenta a tutti gli studenti della nostra regione di poter usufruire dei servizi legati al diritto allo studio anche non nella loro città sede d’Ateneo. Inoltre potrebbe essere utilizzata per l’accesso agevolato ai luoghi di cultura che le Marche mettono a disposizione ma che troppo spesso non sono accessibili alla generalità degli studenti.

STUDENTI PENDOLARI.

Riteniamo necessario che si modifichino i criteri per la concessione degli abbonamenti agevolati ai pendolari, per garantire a tutti gli studenti rientranti in questa categoria la possibilità di accedere al servizio senza che si creino ulteriori discriminazioni.

TRASPORTO.

L’ ERSU dovrebbe prevedere delle agevolazioni per il trasporto urbano ed extraurbano rivolte agli studenti vincitori di borsa; questo al momento, e per la prima volta, non è previsto ad Ancona, dove gli abbonamenti agevolati non sono stati erogati a causa della critica condizione economica dell’Ente. Ci impegneremo al massimo affinché questo fondamentale servizio torni in funzione già dall’anno prossimo.

ASSISTENZA SANITARIA.

Riteniamo necessario il ripristino al più presto dell’assistenza sanitaria gratuita per gli studenti fuori sede: un servizio che deve essere considerato al pari della mensa e degli alloggi pertanto deve essere inserito nella legge regionale per il diritto allo studio e garantito realmente in quattro ambulatori nella città (uno per ogni polo universitario).

TASSE.

Sistema di tassazione sempre più equo e sostenibile

  • Riformare l’attuale bando tasse, adottando un sistema continuo, introduzione della No Tax Area.
  • Estendere l’esonero superbravo a quegli studenti che sono stati precedentemente iscritti un altro corso di studi.
  • abbassamento delle more

TRASPORTI URBANI E REGIONALI

Garantire un servizio che rispecchi i bisogni di noi studenti, da un adeguamento del costo del biglietto e dell’abbonamento, fino alle tariffe degli abbonamenti per gli studenti pendolari. Ci batteremo per l’ampliamento delle corse serali anche nei weekend.

POST LAUREA.

  • dottorati di ricerca: superare l’esistenza dei dottorati senza borsa, attraverso finanziamenti adeguati, prevedere politiche di valorizzazione del titolo di dottore di ricerca al di fuori dell’Università, verso il settore privato e la pubblica amministrazione.
  • scuole di specialità medica: fare pressione, sia a livello nazionale che regionale, affinché il problema della mancanza di fondi sia risolto in maniera strutturata e duratura ed in modo che garantisca l’accesso alle scuole a tutti i giovani medici, promuovere iniziative di orientamento al lavoro, andando nell’ottica di cogliere le potenzialità dell’impiego dei laureati per contribuire alla crescita del territorio e del Paese.

STRUTTURE.

  • modernizzare strutture e macchinari dei laboratori
  • estendere ulteriormente gli orari di apertura delle Facoltà, comprendendo anche biblioteche e aule computer
  • continuare il miglioramento della rete WI-FI
  • ampliare l’orario dello sportello al pubblico delle segreterie studenti e istituire il servizio presso le sedi decentrate.
  • aumentare il numero di prese elettriche nelle aule e nelle aule studio
  • creare un badge unico di ateneo
  • rivedere le misure punitive relative al sistema di prestito bibliotecario, istituire un servizio di consultazione on-line e prevedere l’acquisto dei libri di testo adottati direttamente dalle biblioteche.
  • rendere omogenei i prezzi in tutti i bar dell’Ateneo. Rendere gratuito un servizio di fornitura dell’acqua.
  • Possibilità di usufruire delle stampe da tutte le postazioni dell’Ateneo.

INFORMATIZZAZIONE.

  • semplificazione delle procedure ONLINE e informatizzazioni di quelle ancora cartacee.
  • velocizzare il passaggio al libretto elettronico
  • Utilizzazione del Software Libero per riportare i valori della condivisione e diffusione della conoscenza.
  • migliorare la comunicazione istituzionale

CUS - CENTRO UNIVERSITARIO SPORTIVO.

Stipulazione di un numero maggiore di convenzioni con enti sportivi e prevedere accordi con dei medici per poter effettuare la visita medica-sportiva; migliorare il trasporto verso le sedi del CUS.

ATENEO SOSTENIBILE.

istallare fontanelle dell’acqua ad uso gratuito per limitare il consumo di bottiglie di plastica e per permettere di usufruire di un bene primario; mettere in pratica realmente, nel ciclo di smaltimento, la raccolta differenziata; aumentare l’utilizzo di energie rinnovabili, istallando pannelli fotovoltaici e solare-termico sopra gli edifici dell’Ateneo.