Programma Ingegneria

DIDATTICA

Il Gulliver lotta da sempre per un’Università di qualità e partendo da tale presupposto, ci impegneremo per:

PRIMO ANNO: una delle problematiche che continua a persistere nella nostra Facoltà, è l’eccessivo carico di studio previsto nel primo anno del percorso formativo di uno studente. Questo comporta delle difficoltà nel sostenere tutti gli esami previsti dall’offerta formativa, con conseguenti ritardi nella conclusione del percorso di studi. Per rimediare a tali ostacoli, chiederemo, utilizzando anche i dati messi a disposizione dell’ateneo, una revisione dei primi anni dei corsi di Ingegneria, per rimediare a tali ostacoli e l’incremento del numero minimo di appelli e un miglioramento del servizio di tutorato.

TUTORATO: grazie ai nostri suggerimenti e proposte, il servizio di tutorato è stato ampliato e reso più riconoscibile agli studenti, tramite i momenti di presentazione del corso e la sezione apposita sul sito di Facoltà. Crediamo che adesso il passo avanti da fare è quello di estendere l’esperimento di creare gruppi di studenti seguiti dai tutor nella risoluzione e analisi di problemi didattici (partito dal corso di Ingegneria Meccanica) a tutti i corsi di Laurea. Tramite il servizio di tutorato e i questionari di valutazione è stato anche possibile togliere le propedeuticità, strumento che danneggia soltanto la carriera degli studenti.

NUMERO MINIMO DI APPELLI: dopo aver ottenuto nel corso di questi ultimi 2 anni un numero minimo di appelli in un anno solare pari a 7, di cui uno obbligatorio in primavera, chiederemo che tale numero venga portato a 8. Crediamo infatti che avere un minimo di 8 appelli possa permettere allo studente un’organizzazione ottimale per la distribuzione dello studio nel corso dell’anno.

ORGANIZZAZIONE DELLE DATE D’ESAME: Proponiamo alla Facoltà di dotarsi di un sistema informatico che permetta ai docenti di controllare che gli appelli non vadano a sovrapporsi. Questo, a seguito della nostra proposta, già accettata, di vietare l’inserimento di appelli delle materie dello stesso anno, nello stesso giorno e alla medesima ora. Nel frattempo ci impegneremo a vigiliare che tale divieto continui ad essere effettivamente rispettato.

RAPPORTO CARICO DI STUDIO / CREDITI FORMATIVI: continueremo a monitorare che il carico didattico di ciascun insegnamento sia realmente commisurato ai crediti formativi dichiarati: riteniamo inaccettabile che spesso le attività progettuali non vengano incluse nel carico di studio e scaricate esclusivamente sugli studenti.

QUESTIONARI DI VALUTAZIONE: i questionari di valutazione sono uno strumento importantissimo messo a disposizione degli studenti: tramite quest’ultimi è infatti possibile far emergere le criticità di ogni insegnamento e andarle a correggere. Oltre ad una maggiore sensibilizzazione per la loro compilazione, chiediamo che questi vengano ampliati con domande sulla didattica, sulle aule e i laboratori frequentati durante il corso e sul rispetto da parte del docente di alcune prerogative (orari di ricevimento, presenza alle lezioni). Contestualmente continueremo a batterci per l’istituzione di un secondo questionario da compilare in seguito al superamento dell’esame, per controllare effettivamente se le modalità d’esame e i criteri di valutazione siano corretti e rispettati.

ORARIO DELLE LEZIONI: proponiamo che l’orario delle lezioni venga pubblicato almeno una settimana prima dell’inizio delle stesse per entrambi i cicli e che le variazioni apportate dopo la pubblicazione siano limitate e comunque comunicate agli studenti coinvolti, utilizzando l’email istituzionale.

TIROCINI: in seguito alle nostre proposte, è iniziato negli organi, un percorso che porterà all’istituzione di un questionario di valutazione dei tirocini, al fine di evitare abusi e di valutarne la qualità e la validità all’interno del percorso formativo di uno studente. Proponiamo che questi siano controllati dalla Commissione Paritetica e dai Consigli di Corso di Studio, al fine di minimizzare le problematiche. Inoltre risulta ancora scarsa la chiarezza sulle procedure e le offerte di tirocinio dedicate agli studenti: Chiederemo di migliorare la fruibilità del portale di facoltà per il tirocinio.

COMMISSIONI DI LAUREA: continueremo a vigilare che le commissioni di laurea presentino una composizione equilibrata dei docenti afferenti ai diversi settori scientifico-disciplinari che caratterizzano il corso di laurea dello studente, in maniera tale da permettere un giudizio equo e adeguato.

COMPILAZIONE PIANI DI STUDIO: chiederemo l’eliminazione del piano di studi cartaceo per tutti gli studenti, indipendentemente dall’anno di iscrizione e dalle scelte effettuate. Inoltre, nel caso in cui l’approvazione deve essere data dal Consiglio di Corso, chiediamo che gli studenti vengano informati tempestivamente sull’esito.

ORIENTAMENTO CORSI A SCELTA: al fine di permettere una scelta consapevole da parte degli studenti nella compilazione dei piani di studio, chiediamo che per le materie a scelta vincolata presenti nell’offerta formativa di un corso di laurea, venga proposto un incontro con i docenti coinvolti per informare gli studenti sulle diverse competenze e abilità che andranno ad acquisire in seguito a tale scelta.

FREE SOFTWARE: sono ancora presenti insegnamenti che prevedono l’acquisto di software per preparare e superare l’esame. Questo deve essere assolutamente vietato. Nel caso, chiediamo che la facoltà si faccia carico dell’acquisto di tali software e li metta a disposizione gratuitamente agli studenti. Inoltre, contestualmente, i docenti che ne fanno utilizzo, devono dedicare ore di lezione o istituire dei corsi extra curriculari non obbligatori per l’apprendimento dell’utilizzo di tali programmi, che si potrebbero anche organizzare tramite videolezioni da pubblicare sul Moodle, per minimizzare i problemi per gli studenti pendolari e lavoratori.

VIAGGI D’ISTRUZIONE: riteniamo che i viaggi d’istruzione possano costituire un’importante esperienza per gli studenti. Chiediamo che nei consigli di corso venga istituita una commissione per organizzare i viaggi d’istruzione che comprenda anche un rappresentante degli studenti, in modo tale da coinvolgere e da poter portare suggerimenti proposti dagli studenti stessi nella loro organizzazione. Per rendere i viaggi d’istruzione accessibili a tutti gli studenti, indipendentemente dalle loro condizioni economiche, proporremo alla Facoltà di aumentare i fondi destinati a questo genere di attività.

FUORICORSO: la problematica riguardante gli studenti fuoricorso non si è ancona esaurita e sono ancora presenti disagi e disservizi. Oltre ad una maggiore chiarezza sui titolari dei corsi, nei casi in cui è cambiato il docente, chiediamo l’istituzione di appelli dedicati solamente ai fuoricorso (oltre agli appelli minimi), in modo tale da agevolare la conclusione del percorso di studi. Deve essere comunque garantita la possibilità di sostenere gli esami secondo il programma del manifesto degli studi del proprio ordinamento e la reperibilità del materiale didattico.

PUBBLICAZIONE RISULTATI ESAMI: viste anche le scadenze per i bandi delle borse di studio, proponiamo che venga inserita una scadenza ai docenti per la verbalizzazione online delle prove d’esame. Al fine di tutelare la privacy degli studenti, chiediamo che la pubblicazione degli esami avvenga in maniera anonima utilizzando la matricola. Cercheremo di incentivare l’uso della piattaforma esse3web per la pubblicazione dei risultati (la quale prevede appositamente una voce dedicata) al fine di eliminare totalmente la problematica e per permettere allo studente di rifiutare o accettare il voto tramite la sua area riservata.


SERVIZI

SEGRETERIE: il servizio offerto dalla segreteria continua ad essere troppo limitato e vincolato a pochi giorni di apertura e a brevi fasce orarie di apertura. Questa problematica si riflette soprattutto nei periodi in cui la segreteria è più frequentata (presentazione domande di laurea, immatricolazioni, perfezionamento della carriera): chiederemo che oltre ad aumentare il numero di sportelli aperti, gli orari di apertura delle segreterie siano più flessibili ed una maggiore disponibilità generale. Proporremo anche la possibilità di effettuare tutte le procedure, di qualsiasi genere, in maniera telematica pur permettendole anche in modalità cartacea. Come nella Segreteria di Economia, chiediamo che anche nella nostra venga introdotto un sistema di “elimina code”. Tale sistema, renderebbe la procedura più semplice, quanto utile agli studenti che ne usufruiscono: allo studente verrebbe assegnato un numero e avrebbe la possibilità di impegnare il tempo in attesa del proprio turno al di fuori degli spazi della Segreteria, controllando lo stato della fila attraverso i monitor (già) installati nella Facoltà e attraverso l’applicazione della nostra Università.

RETE WIFI: accogliamo positivamente il miglioramento infrastrutturale che la rete wifi ha avuto negli ultimi mesi. Tuttavia, rimangono ancora delle zone della Facoltà in cui il segnale è debole o difficilmente raggiungibile. Oltre ad un potenziamento che porti ad una copertura totale della rete wifi, chiederemo che venga data la possibilità di poter scaricare il certificato di installazione a coloro che effettuano il primo accesso alla rete. Si potrebbe oltre implementare una rete destinata anche a chi non è iscritto all’Università e permettere comunque loro la navigazione internet. Chiederemo al Centro Servizi Informatici di vigilare sulle restrizioni che i sistemi operativi operano sui certificati e che limitano la connessione.

PRESE ELETTRICHE: siamo riusciti a far inserire nel bilancio d’Ateneo dei fondi destinati all’implementazione delle prese elettriche nelle aule. Continueremo a monitorare la loro effettiva aggiunta; tuttavia chiederemo che queste vengano installate non solo nelle aule, ma anche negli altri spazi della Facoltà, principalmente in prossimità dei banchi in cui quotidianamente gli universitari studiano.

STAMPANTI E PLOTTER: da anni ormai i plotter rappresentano un grave disservizio nella Facoltà, dal momento che ne usufruiscono ben 3 corsi di Laurea: spesso i plotter non sono funzionanti e anche i pc collegati non riescono a gestire i file da stampare. Il Dipartimento di Civile, Edile, Architettura (DICEA) ha avviato una fase che porterà all’acquisto di materiale informatico (lavagne multimediali, tablet) che ridurrà drasticamente, fino a far scomparire l’uso della carta per progetti e revisioni. Accogliamo positivamente questa iniziativa e spingeremo affinchè venga attuata al più presto. Tuttavia nel periodo di transizione vogliamo che sia reso possibile agli studenti di stampare gratis attraverso il servizio plotter, senza andare incontro a disagi e disservizi. La nostra Facoltà prevede anche un servizio di stampa gratuito presso le aule informatiche, fornendo agli studenti iscritti un numero limitato di copie da poter usufruire. Purtroppo questo servizio è poco pubblicizzato e pochi studenti ne sono a conoscenza: chiediamo che nel sito di Facoltà venga creata un’apposita sezione con tutte le istruzioni necessarie per accedere a tale servizio.

SERVIZI IGIENICI: come rappresentanti degli studenti, ciclicamente presentiamo alla Facoltà la “Commissione DisServizi”, un’inchiesta in cui vengono raccolti tutti i problemi e le mancanze di ogni bagni delle strutture che giornalmente frequentiamo. Riteniamo che non bastino più dei piccoli lavori di manutenzione, ma sia ormai necessaria una ristrutturazione totale dei servizi igienici della Facoltà.

PIANO DI INVESTIMENTI: da anni ormai gli studenti sono costretti a convivere con dei disagi e delle mancanze a livello di spazi e servizi all’interno della nostra Facoltà. Crediamo che sia arrivato il momento in cui la Facoltà e l’Ateneo avviino un piano di investimenti volto a superare totalmente questi disservizi, dai bagni alle aule, ormai vecchie e poco sicure. Chiederemo anche che venga implementato un sistema di condizionamento che risolva il problema del caldo estivo.

MOODLE: attraverso le nostre proposte e al lavoro dei nostri rappresentanti in Commissione Paritetica, la piattaforma Moodle risulta adesso più chiara, fruibile e intuitiva. Molte delle password di iscrizione sono state eliminate, continueremo a chiedere che tutti i corsi non presentino nessuna chiave di iscrizione. Crediamo che questa piattaforma debba contenere, oltre al materiale didattico, tutte le informazioni relative al corso, alle modalità di svolgimento dell’esame e l’orario di ricevimento del docente, al fine di far diventare il Moodle il punto di riferimento per la didattica di un insegnamento. Inoltre proporremo di sviluppare la piattaforma per rendere la sua navigazione ideale anche per dispositivi mobili (smartphone e tablet) e una maggiore integrazione con gli altri portali di Ateneo.

APERTURA FACOLTA’: studiare negli spazi della Facoltà è una delle opzioni preferite dagli studenti, tuttavia l’orario di chiusura è ancora troppo limitante: ci impegneremo affinchè almeno l’aula polifunzionale sia aperta per un lasso di tempo maggiore e per una maggiore flessibilità oraria anche per gli altri spazi della Facoltà.


BIBLIOTECA

La biblioteca è un luogo chiave della Facoltà fondamentale per tutti gli studenti. Di conseguenza proporremo delle idee volte a migliorarne la fruibilità del servizio che dello spazio:

LIBRI ONLINE: la possibilità di consultare i libri online tramite il portale dedicato al Centro di Documentazione d’Ateneo (C.A.D.), costituirebbe un enorme miglioramento per la fruibilità del servizio e permetterebbe di eliminare la problematica dei pochi libri disponibili al prestito. Continueremo a chiedere che questa possibilità venga implementata, pur sottolineando la mancanza di un numero minimo di copie consultabili per alcuni testi.

CONDIZIONAMENTO: in questi 2 anni, non è stato implementato un sistema di ricircolo efficiente che permetta di studiare in biblioteca nei mesi estivi. Riteniamo che questa sia una mancanza e un disservizio grave presente nella nostra Facoltà e continueremo a batterci affinchè venga risolta.


BLOCCO AULE SUD

La struttura del Blocco Aule Sud continua a presentare delle mancanze e dei disservizi gravi. Il sistema di ricircolo dell’aria rimane insufficiente e non permette un corretto condizionamento dei locali che risultano freddi di inverno e caldi d’estate. Grazie alle nostre continue segnalazioni l’università si sta impegnando affinchè questo problema venga risolto tramite un piano pluriennale, intanto continueremo a monitorare la situazione e gli eventuali miglioramenti. La copertura della rete WiFi risulta ancora insufficiente e non permette di svolgere le attività correlate alla didattica. In seguito alla nostra indagine denominata “Commissione DisServizi”, abbiamo notato che le condizioni igieniche dei bagni sono in alcuni casi addirittura peggiori rispetto a quelli del complesso Belluschi. Riteniamo inoltre che siano necessari altri miglioramenti: il numero dei tavoli risulta inadeguato rispetto agli studenti che frequentano la palazzina e chiediamo che questi vengano aumentati; i prezzi del bar risultano più elevati rispetto a quelli dei bar presenti nelle altre strutture dell’Ateneo; quando sarà indetto il prossimo bando da parte dell’Università ci impegneremo affinché vi sia un buon rapporto qualità-prezzo; Ci impegneremo a risolvere queste problematiche, a partire dal condizionamento che rappresenta ad oggi la questione più sentita dagli studenti.


FACOLTÀ SOSTENIBILE

RACCOLTA DIFFERENZIATA: nonostante siano presenti zone per la raccolta differenziata, è evidente come questa venga attuata in maniera errata e approssimativa. Tramite un documento presentato al Consiglio di Facoltà, abbiamo segnalato questa mancanza al Preside e all’ufficio tecnico, tuttavia il disservizio permane e non si vede all’orizzonte un miglioramento. Con la pubblicazione del bando per la pulizia dei locali, chiederemo che la raccolta differenziata sia messa al primo posto come prerogativa per chi ne risulterà vincitore. Inoltre la Facoltà potrebbe fare un ulteriore passo avanti allestendo anche dei punti di raccolta per il materiale elettronico obsoleto.

ACQUA PUBBLICA: un argomento su cui crediamo molto è la disponibilità e fruibilità dell’acqua. Non riteniamo accettabile che l’unica modalità di distribuzione dell’acqua sia l’acquisto delle bottigliette: chiederemo alla Facoltà di installare nei suoi locali dei distributori dell’acqua. Oltre a permettere un notevole risparmio agli studenti, questi distributori andrebbero anche a migliorare il nostro impatto sull’ambiente, evitando lo spreco di plastica.

POLITICHE DI RISPARMIO ENERGETICO: la tematica ambientale è una sfida per il nostro futuro ed è proprio da un luogo come l’Università, in cui si acquisiscono conoscenze e formazione culturale, che deve partire l’esempio di una politica energetica sostenibile. Questo obiettivo può essere raggiunto tramite piccoli accorgimenti, come la regolazione dei riscaldamenti nei mesi meno freddi e tramite degli investimenti su fonti di energie rinnovabili. Anche per questo caso si potrebbe coinvolgere i docenti e gli studenti dei corsi e dipartimenti afferenti per sviluppare progetti in merito.