Programma Scienze

Il 14 e 15 maggio 2018 si terranno le Elezioni Universitarie per il rinnovo dei Rappresentanti degli Studenti e, come sempre, ci presenteremo con un nostro programma elettorale spiegando nel dettaglio le tematiche di cui intendiamo occuparci per continuare a difendere i diritti degli studenti e a migliorare la qualità della nostra università.

DIDATTICA

Orari

Uno dei nostri obiettivi è che gli orari delle lezioni vengano ben distribuiti nell’arco della settimana, evitando di concentrare troppe ore nelle singole giornate con orari estenuanti. Anche la distribuzione delle lezioni durante l’anno accademico talvolta è risultata troppo concentrata in uno dei due semestri; riteniamo inoltre che debbano essere rispettati gli orari prestabiliti delle lezioni, e che la durata del corso debba attenersi alle ore previste. Ci impegneremo quindi affinché queste problematiche non si ripresentino ancora.

Calendario didattico e distribuzione degli esami

Ogni anno i nostri rappresentanti elaborano, insieme agli altri membri del dipartimento, un calendario didattico che vada incontro alle esigenze di tutti gli studenti. Per i prossimi anni, gli obiettivi primari che ci poniamo sono quelli di continuare ad aumentare il numero minimo di appelli per gli studenti in corso, recentemente passato a 7, e di garantire una migliore distribuzione degli esami nel corso delle sessioni, avendo cioè un numero di appelli congruo alla lunghezza della sessione stessa.

Esami

Come da regolamento non è possibile svolgere esami dello stesso ciclo nello stesso giorno; nei prossimi anni lavoreremo affinchè il vincolo sia esteso per i corsi svolti nello stesso anno accademico. Negli ultimi due anni, in alcune occasioni, si sono riscontrate delle situazioni in cui i regolamenti non sono stati tenuti in considerazione e che, nonostante siano state già segnalate dai nostri rappresentanti in più momenti, non sono ancora risolte
- molto spesso la privacy dello studente non viene tutelata nella pubblicazione degli esiti degli esami, poichè viene associato il voto al nome e cognome e non al numero della matricola. Ci impegneremo, quindi a far sì che venga rispettato l’anonimato dello studente;
- il “salto d’appello” è una pratica contro il regolamento effettuata ancora da alcuni docenti. Riteniamo inaccettabile questa problematica e dunque continueremo a monitorare la situazione affinchè non si verifichino più episodi analoghi.
- il libretto in sede d’esame non deve essere visionato dal docente, prima ancora di aver comunicato il voto allo studente, come riportato nella “Carta dei Diritti e dei Doveri degli studenti e delle studentesse”. Ci impegneremo, affinchè i professori rispettino il regolamento.

Prove in itinere

Ci impegneremo affinchè le prove in itinere vengano regolamentate adeguatamente, non solo per evitare di creare disparità qualora fossero previsti più canali dello stesso corso, ma soprattutto per garantire la comunicazione tempestiva dell’intenzione di programmarle e per stabilire le modalità di svolgimento che devono essere chiare anche nella guida insegnamenti.

Materiale didattico

Spesso per gli studenti ottenere il materiale didattico non è semplice: le piattaforme utilizzate infatti sono molteplici e non sempre specificate; in alcune occasioni il materiale è caricato nei computer delle aule dove si svolge la lezione, rendendo impossibile l’accesso a coloro che non frequentano, come gli studenti lavoratori. Chiederemo perciò che tutti i docenti carichino il materiale, disponibile per almeno tutto l’anno accademico, in un’unica piattaforma, il Moodle, segnalandolo anche all’interno della guida insegnamenti, in tempi utili alla frequentazione del corso e alla preparazione dell’esame. Inoltre, riteniamo necessario che la qualità del materiale didattico fornito sia adeguata soprattutto a quegli insegnamenti che non prevedano un testo didattico.

Viaggi d’istruzione

Riteniamo che i criteri per partecipare ai viaggi d’istruzione debbano essere chiari e regolamentati, senza creare disparità fra gli studenti o fra i due canali del corso di Scienze Biologiche.

Tutor e coadiutore didattico

Al fine di migliorare la qualità del servizio di tutorato e della figura del coadiutore e rendere consapevoli gli studenti dell’esistenza di tali servizi, chiediamo che questi vengano presentati dai docenti a lezione e che la facoltà inserisca sul proprio sito web una scheda riassuntiva con tutte le informazioni utili.

Tirocinio didattico

Viste le diverse criticità riscontrate nell’attività del tirocinio (come ad esempio la lista non aggiornata delle aziende convenzionate con il Dipartimento),grazie a una proposta dei nostri rappresentanti, sarà istituita una commissione che esaminerà l’attuale offerta e monitorerà la qualità del servizio. Verificheremo che le problematiche attualmente presenti, vengano effettivamente risolte.


COMUNICAZIONI

Sito web

Crediamo che il sito del Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente (DiSVA) sia una fonte essenziale di informazioni per tutti i suoi studenti e perciò reputiamo fondamentale che esso sia chiaro, puntuale e costantemente aggiornato. Inoltre, pensiamo che possa essere utile allargare la sezione dei seminari, segnalando anche tutte le attività delle altre Facoltà e dell’Ateneo attualmente poco evidenti agli studenti.

Mail Istituzionale

Riteniamo che l’area avvisi del sito DISVA sia un metodo poco immediato ed efficace per diffondere le informazioni, soprattutto per quanto riguarda le comunicazioni a breve scadenza, come gli imprevisti dei professori che annullano una lezione o rimandano un esame. Cercheremo, quindi, di fare in modo che gli avvisi, relativi al proprio corso di studi, vengano comunicati anche nella mail istituzionale e, di conseguenza, anche sulla mail che lo studente ha inserito nella propria area riservata


STRUTTURE

Blocco Aule Sud

Riteniamo che siano necessari alcuni miglioramenti all’interno della palazzina del “Blocco aule sud”:
-il numero dei tavoli per studiare non è sempre sufficiente, chiederemo che questi vengano aumentati;
- i prezzi del bar sono più elevati rispetto a quelli dei bar presenti nelle altre strutture dell’Ateneo; quando sarà indetto il prossimo bando da parte dell’Università ci impegneremo affinché vi sia un buon rapporto qualità-prezzo;
- le condizioni di alcuni bagni all’interno della struttura dovrebbero essere migliorate;
- Il sistema di ricircolo dell’aria rimane insufficiente e non permette un corretto condizionamento dei locali che risultano freddi d’inverno e caldi d’estate. Grazie alle nostre molteplici segnalazioni, l’Università si muoverà con un piano pluriennale affinchè tale problematica venga risolta.