GUIDA AL REGOLAMENTO PER LA CONTRIBUZIONE STUDENTESCA 2017/2018

19 luglio 2017 | Categoria: Prima Pagina

Con l’approvazione definitiva nel Consiglio di Amministrazione UNIVPM, il 5 Luglio è entrato in vigore il nuovo REGOLAMENTO PER LA CONTRIBUZIONE STUDENTESCA.

Cosa cambia a partire dall’a.a. 2017/18?
Il nuovo Regolamento presenta delle modifiche sostanziali che comportano una generale riduzione delle tasse per i 2/3 degli studenti e che si possono sintetizzare così:

Tassazione continua    
Si passa da un sistema strutturato su 11 “fasce” di reddito alla cosiddetta “fasciazione continua” che prevede un calcolo del contributo dovuto, direttamente in base al proprio ISEE, arrotondato all’Euro superiore.

Contributo onnicomprensivo    
Ogni studente è tenuto a pagare una quota unica (CO = contributo onnicomprensivo) divisa poi in due rate, calcolata direttamente in proporzione al proprio ISEE (A) (fasciazione continua) secondo la formula seguente: CO=[B+(A-C)*D]*E. Nella prima tabella in seguito vengono riportati gli importi massimi e minimi dovuti per 7 fasce standard di ISEE e le aliquote (D) con cui calcolare la propria tassa, da moltiplicare in base al proprio corso secondo il coefficiente (E) indicato nella seconda tabella.
Viene anche riportato il grafico di distribuzione del nuovo modello (simulazione per Economia, E=1,00).

*Attenzione! D è una percentuale, il valore (A – C) andrà diviso per cento e moltiplicato per il valore D.
Esempio: Ho un ISEE di 47 mila euro e sono iscritto a Ingegneria. Dalla tabella -> A=47000, B=936, C=40000,01, D=1,50%, E=1,18. -> Tassa = [936+(47000-40000,01)/100×1,50]x1.18 -> [936+(7000/100)x1,50]x1,18 -> [936+105]x1,18 -> 1041×1,18=1229


Tabella 1_TasseUnivpm

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tabella 2_TasseUnivpm

 

Tabella 3 TasseUnivpmGulliver

 

 

 

 

 

 

 

3 RATE
Si passa da 2 rate annuali a 3: la prima viene definita per tutti a 156 € (tassa regionale e bollo), con scadenza 06/11 ed è valida per l’immatricolazione e l’iscrizione agli anni successivi. La seconda (20/12) e la terza (31/05) vedranno suddiviso equamente il corrispettivo da versare per il proprio contributo onnicomprensivo.

No-tax area
È stata istituita per tutti i redditi inferiori a ISEE 13.000 una no-tax area che prevede l’esenzione dal pagamento delle tasse universitarie, ad eccezione della tassa regionale per il diritto allo studio di 140€ e l’imposta di bollo da 16€, se si è considerati studenti “con merito”.

Studenti "con merito", "con merito parziale" e "senza merito"
La distinzione viene fatta in base ai seguenti criteri di merito:
A. non essere oltre il primo anno fuori corso.
B. aver conseguito alla data del 10 agosto almeno 10 CFU per il primo anno; per gli anni successivi al primo, aver conseguito 25 CFU nell’anno solare precedente al 10 agosto.
Per gli studenti part-time i requisiti di merito sono rispettivamente 5 (primo anno) e 12 (anni successivi) CFU.
Per gli studenti che non soddisfano il requisito B, anche se soddisfano il requisito A, viene applicato il contributo onnicomprensivo calcolato con la formula precedentemente descritta.
Le tasse per gli studenti che soddisfino entrambi i requisiti di merito sono così calcolate:
Per ISEE fino a 13mila euro è dovuta solamente la tassa regionale e l’imposta di bollo;
Per ISEE superiori a 13mila euro, l’ammontare della tassa corrisponde alla cifra inferiore paragonando il 7% della quota di ISEE eccedente 13.000€ e il contributo onnicomprensivo calcolato con la formula.
Agli studenti che soddisfino il requisito B, ma non il requisito A, si applica comunque una riduzione parziale, corrispondente alla cifra inferiore tra l’importo minimo applicato agli studenti “con merito” aumentato di una percentuale del 50% e l’importo calcolato con la formula del contributo onnicomprensivo con, in ogni caso, una tassa minima di 200€.

Esoneri
Sono state ampliate le categorie di studenti esonerati:
1. Sono tenuti al pagamento dell’importo minimo di contribuzione gli studenti colpiti da calamità naturali che abbiano un ISEE inferiore a 30.000 (che nel caso degli studenti colpiti dal sisma comprende già i danni ai patrimoni).
2. è stata ampliata la possibilità di sconti per coloro che hanno fratelli iscritti presso altre sedi nazionali in seguito a specifici accordi o convenzioni, a condizioni di reciprocità.
3. è stata eliminata la clausola di tempo relativa alla possibilità di attribuzione della contribuzione minima per le studentesse in stato di gravidanza, per gli studenti che prestano servizio civile volontari e per coloro che si trovano in situazione di infermità grave e prolungata.
4. agli studenti con cittadinanza extra UE e non residenti in Italia che non dovessero riuscire a presentare un ISEE parificato nei termini previsti, verrà attribuito un ISEE convenzionale pari a 18.000 (per cittadini provenienti da Paesi in via di sviluppo indicati dal Ministero degli Affari Esteri) o 24.000 (per tutti gli altri Paesi extra UE).

Per ulteriore approfondimento sarà possibile consultare on-line il nuovo Regolamento o passare nelle nostre Aulette Gulliver di Facoltà, dove siamo costantemente a disposizione per ogni eventuale necessità.

Informati sul percorso di approvazione del nuovo regolamento tasse dell'Univpm:CLICCA QUI

Share

Dai un voto a questo articolo:

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: +1 (from 1 vote)

Commenti non abilitati.