Statuto

12 febbraio 2007 | Categoria: Prima Pagina

Statuto dell'ACU Gulliver
Art. 1 – Denominazione
È costituita un'Associazione denominata: "GULLIVER Associazione Culturale Universitaria".

Art. 2 – Sede
L'associazione ha sede in Ancona.

Art. 3 – Durata
L'associazione ha durata illimitata.

Art. 4 – Principi dell'associazione
L'associazione ispirandosi ai principi della sinistra concorre ad assicurare ad ogni studente universitario, la tutela dei propri diritti attraverso un attiva partecipazione alla vita universitaria ed al lavoro di rappresentanza degli studenti. L'associazione si propone quindi di favorire:

uno sviluppo consapevole delle attività socio-culturali.
ogni forma d'iniziativa e d'attività studentesca a carattere culturale e ricreativo, al fine di garantire un miglioramento delle condizioni materiali di vita e di studio.
lo sviluppo di una cultura di pacifica convivenza tra le diverse etnie e culture del mondo.
una massima socializzazione della conoscenza, fondamento questo per uno sviluppo consapevole delle attività socio-culturali.
la tutela dell'ambiente e la salvaguardia della natura e lo sviluppo della cultura ecologista.
la piena effettività del diritto allo studio

L'associazione non ha scopo di lucro.

Art. 5 – Organizzazione di riferimento
L'associazione riconosce l'organizzazione confederativa "Unione degli Universitari" come associazione nazionale di riferimento nella comunione dei principi statutari. L'associazione non subordina la propria autonomia decisionale in materia universitaria in riferimento alle questioni locali e comunque anche su base nazionale non subordina la propria sovranità di scelta.
 
Art. 6 – Nomina delegati
Il criterio di nomina dei delegati alle Assemblee Nazionali dell'UdU viene deliberato ogni anno dall'Assemblea a maggioranza dei 2/3 dei presenti. I delegati , al momento dell'elezione devono essere regolarmente iscritti all'Università.
 
Art. 7 – Patrimonio
Il patrimonio è costituito dalle quote d'iscrizione versate dai soci, dai contributi degli associati, dai beni immobili e mobili, dalle sottoscrizioni, dalle sovvenzioni e atti di liberalità che saranno destinati al conseguimento degli scopi istituzionali e alle spese di funzionamento dell'associazione stessa.

Art. 8 – Membri dell'associazione
L'adesione all'associazione è aperta a tutti gli studenti di qualsiasi nazionalità ovunque residenti, a tutti gli interessati alle problematiche del mondo universitario ed a tutti coloro che condividono i principi dell'associazione. La qualità di associato si acquista versando alla segreteria dell'associazione il contributo annuale la cui misura minima viene fissata annualmente dal Consiglio Direttivo. La qualità di associato si perde per decesso o dimissioni. L'assemblea, su proposta del Consiglio Direttivo o di un decimo degli associati, approssimato all'intero superiore, ha la facoltà di deliberare in base alla gravità dei fatti accertati l'ammonizione, la sospensione, l'espulsione o altre misure ritenute adeguate dall'associazione medesima, nei confronti degli associati che non osservino il presente statuto o si rendano responsabili di comportamenti fortemente irrispettosi o contrari alle finalità dell'associazione. La deliberazione di espulsione è sottoposta alle condizioni previste dall'art.14 del presente statuto.

Art. 9 – Diritti ed obblighi degli associati
Gli associati partecipano all'assemblea ed esprimono il proprio voto in seno ad essa. Obbligo degli associati è la puntuale corresponsione del contributo annuo entro e non oltre il 1 marzo di ogni anno. L'inosservanza di tale obbligo causa la perdita della qualità di associato fino a quando non si versi nuovamente il contributo annuale. È obbligo di ogni associato tenere un comportamento rispettoso nei confronti degli altri associati e del patrimonio dell'associazione. È fatto divieto di fumare durante le assemblee e le riunioni del Consiglio Direttivo ed in tutti i locali dell'associazione. I Soci che ricoprono la carica di rappresentante degli studenti devono adempiere al proprio mandato con continuità ed impegno ed hanno il diritto/dovere di partecipare ai lavori degli organi accademici di cui fanno parte.

Art. 10 – Organi dell'associazione
Organi dell'associazione sono:

l'assemblea degli associati,
il consiglio direttivo,
il presidente e il vice presidente,
il coordinatore,
il segretario,
il tesoriere ed il vice tesoriere.
Le cariche di
presidente, vice presidente, tesoriere, vice tesoriere, segretario sono fra di loro incompatibili. Gli eletti alle cariche di presidente, vice presidente, coordinatore, tesoriere, vice tesoriere al momento dell'elezione devono risultare regolarmente iscritti all'università.

Art. 11 – L'assemblea
L'assemblea è composta da tutti gli associati che abbiano versato il contributo annuale almeno dieci giorni prima della data di svolgimento dell'assemblea. L'assemblea viene convocata con un preavviso minimo di 15 giorni dal Presidente, che provvede a stilarne un ordine del giorno, su richiesta del Consiglio Direttivo o di almeno un decimo (approssimato all'intero superiore) degli associati. L'assemblea deve essere riunita almeno una volta l'anno, su convocazione del Consiglio Direttivo, per l'approvazione del bilancio dell'associazione, l'elezione annuale del Consiglio Direttivo e per il rinnovo delle cariche elettive. Le deliberazioni dell'assemblea sono prese a maggioranza dei voti e con la presenza, in prima convocazione, di almeno la metà degli associati. In seconda convocazione la deliberazione è valida qualunque sia il numero degli intervenuti e viene presa a maggioranza dei voti degli associati presenti. Per il raggiungimento del quorum richiesto e nelle votazioni non è consentito l'utilizzo dello strumento della delega.

Art. 12 – Consiglio Direttivo
L'associazione è amministrata da un consiglio eletto dall'assemblea degli associati e composto da un numero di consiglieri non inferiore a sei e non superiore a quindici, secondo quanto stabilirà l'assemblea, ed il loro numero potrà essere variato durante l'esercizio da parte dell'assemblea. I consiglieri durano in carica per un esercizio sociale e sono rieleggibili. Il consiglio si riunisce su convocazione del presidente, le sedute sono pubbliche. Detta convocazione può essere richiesta al presidente da almeno un terzo dei membri del direttivo. Le riunioni sono valide quando sia presente la maggioranza assoluta dei consiglieri. Il consiglio delibera con il voto favorevole della maggioranza assoluta dei consiglieri presenti. Per il raggiungimento del quorum richiesto e nelle votazioni non è consentito l'utilizzo dello strumento della delega. E' consuetudine del direttivo amministrare l'associazione attenendosi alle indicazioni espresse dall'associazione nelle riunioni settimanali degli iscritti.

Art. 13 – Presidente e vice presidente
Il presidente viene eletto dal consiglio tra i suoi membri. Rappresenta a tutti gli effetti l'associazione nei confronti dei terzi ed ha facoltà di stare in giudizio per l'associazione. Il vice presidente, pure eletto dal consiglio tra i suoi membri, sostituisce il presidente a tutti gli effetti, nel caso di assenza o impedimento di questo. Essi durano in carica quanto il consiglio e sono rieleggibili.

Art. 14 – Coordinatore
Il Consiglio Direttivo, sentito il parere dell’Assemblea, elegge il Coordinatore tra gli associati iscritti all’Università. Coordina l’attività politica dell’Associazione nei luoghi di tutela dei diritti degli studenti attenendosi alle indicazioni espresse dall'associazione nelle riunioni settimanali degli iscritti. Partecipa alle riunioni del Consiglio Direttivo. Nel caso di dimissioni o impedimenti il Consiglio Direttivo nomina tra gli associati il nuovo Coordinatore. Dura in carica quanto il Consiglio Direttivo ed è rieleggibile.
Art. 15 – Segretario
Il segretario viene eletto dal Consiglio Direttivo fra gli associati, anche non consiglieri. Assiste il consiglio nelle sue riunioni e ne verbalizza le deliberazioni. Dura in carica quanto il consiglio ed è rieleggibile.

Art. 16 – Tesoriere e vice tesoriere
Il tesoriere viene eletto dal Consiglio Direttivo tra i suoi membri e tiene la contabilità dell'associazione. Il vice tesoriere, pure eletto dal consiglio tra i suoi membri, sostituisce il tesoriere a tutti gli effetti, nel caso di assenza o impedimento di questo. Essi durano in carica quanto il consiglio e sono rieleggibili.

Art. 17 – Modificazioni dello Statuto
Il presente statuto può subire modifiche su proposta del Consiglio Direttivo o di un decimo, approssimato all'intero superiore, degli associati. Affinché le modificazioni siano valide occorre la presenza di almeno due terzi degli associati ed il voto favorevole della maggioranza assoluta dei presenti. In seconda convocazione la modifica è valida con la presenza di almeno metà degli associati ed il voto favorevole della maggioranza assoluta dei presenti.

Art. 18 – Rinvio alle norme di legge
Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente statuto si richiamano le vigenti norme legislative.

Share

Dai un voto a questo articolo:

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

1 Commento
Lascia un commento »

  1. propecia 1mg – propecia 1mg

Lascia un commento

Devi essere logged in per poter commentare.