Posts Tagged ‘ Consiglio Studentesco ’

Numero chiuso 2008: Prendi le precauzioni per un test sicuro!!!!

1 settembre 2008 | Category: Comunicato Stampa, Medicina

COMUNICATO STAMPA : NUMERO CHIUSO 2008 

La lista di rappresentanza studentesca "Gulliver – Sinistra Universitaria" di Ancona, come Unione degli Universitari, visti gli scandali che hanno caratterizzato il Test d'Ingresso 2007, ha prodotto un fascicolo guida per tutti gli studenti che si apprestano ad affrontare la prova che andrà a selezionare le future matricole.

Il Vademecum "NUMERO CHIUSO: PRENDI LE PRECAUZIONI PER UN TEST SICURO!" riporta tutte le procedure che devono avvenire in sede d'esame e le regole da seguire sia per gli studenti che per il personale docente e non, presente in aula in modo tale che i candidati possa riconoscere e segnalare a verbale ogni possibile infrazione o irregolarità.



Assemblea Nazionale del 22 Luglio a Roma indetta dai Sindacati del Mondo Universitario

23 luglio 2008 | Category: Ateneo, Comunicato Stampa

Nella giornata di Martedi 22 Luglio si è tenuta a Roma un'assemblea di carattere nazionale indetta dai vari Sindacati del mondo dell'Università.

Il Gulliver ha partecipato attraverso una propria delegazione ed è riuscito ad intervenire nei lavori assembleari attraverso l'intervento della Coordinatrice Nazionale dell'UdU-Sindacato degli Studenti Federica Musetta. 

Precisamente l'intervento dell'unica rappresentante degli Studenti ha evidenziato le possibili conseguenze del Decreto n.112 facendo particolare riferimento ai momenti di protesta e mobilitazione che avverranno da qui a Ottobre in tutte le Università Italiane.



Campagna di Informazione sul Decreto n.112 – “Tremonti”

21 luglio 2008 | Category: Ateneo

Da oggi parte a pieno regime la

CAMPAGNA DI INFORMAZIONE SUL DECRETO N.112 – TREMONTI

che rischia di sconvolgere l'intero sistema universitario

Riteniamo che tale progetto sia assolutamente folle e rischi di portare l'Università italiana allo sbando distruggendo tutto il sistema poiche i cambiamenti introdotti andrebbero a influenzare tutte le cmponenti del mondo accademico senza distinzioni.

Per questo è fondamentale che tuti gli studenti sappiano cosa sta accadendo e conoscano le possibili conseuenze che avrebbe l'applicazione della Legge sull'intero mondo del Sapere.

Potrete trovare tutte le informazioni del caso nei volantini che sono appesi nelle nostre bacheche nei quali cerchiamo di spiegare nel modo piu semplice i possibili cambiamenti che porterà il folle piano del Nuovo Governo.

Inoltre presso tutte le aulette è disponibile un Fascicolo, da noi prodotto, che include tutti i documenti sul Decreto inclusi gli articoli e una scheda tecnica a riguardo che spiega nel dettaglio ogni singolo passaggio.

A breve, tutto il materiale sarà anche on-line e scaricabile direttamente dal sito, nel frattempo vi invitiamo a leggere il materiale in bacheca o a passare nelle nostre aulette.

Nel frattempo, ecco un estratto del nostro lavoro:



Un nuovo pericolo per l’Università

11 luglio 2008 | Category: Prima Pagina

Fin da subito il nuovo governo ha voluto continuare il macabro lavoro di smantellamento del mondo del sapere iniziato dalle precedenti legislature.

Infatti, tra meno di una settimana, sarà discusso in parlamento il catastrofico progetto di Tremonti.

Il Decreto-Legge n.112, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 25 Giugno, prevede, tra l'altro, la possibilità per gli Atenei di diventare fondazioni universitarie, oltrechè un turnover tra pensionamenti e assunzioni del corpo docenti pari al 25% per i primi tre anni (ogni 5 docenti che vanno in pensione se ne assume uno)  e pari al 50% nell'andare avanti. Sempre in tale decreto-legge è contenuto un progressivo taglio ai Fondi di Finanziamento Ordinario agli Atenei per un ammontare complessivo di 1 miliardo e mezzo di euro dal 2009 al 2013, tale da far pensare che si voglia costringere gli Atenei a rivolgersi ai privati per andare avanti.



Risultati Elezioni Universitarie 14-15 Maggio

23 maggio 2008 | Category: Agraria, Ateneo, Economia, Ingegneria, Medicina, Prima Pagina, Scienze

Sono disponibili i risultati definitivi delle Elezioni universitarie del 14 e 15 maggio presso i seguenti link:

 
I risultati completi sonoscaricabili dal sito UnivPM a questo link…


Elezioni Universitarie 2008: calo dei votanti

23 maggio 2008 | Category: Agraria, Ateneo, Economia, Ingegneria, Medicina, Prima Pagina, Scienze
Anche le Elezioni Universitarie nel loro piccolo meritano una analisi a posteriori, a bocce ferme e risultati ufficiali.
Diciamo subito che il Gulliver è soddisfatto a metà del risultato complessivo, questo per due motivi:
1) è la prima volta in 10 anni che si registra un calo di votanti, la Facoltà in cui c'è stato un vero e proprio crollo è Ingegneria. 
2) senza la transumanza delle matricole accompagnate mano nella mano a votare, senza le numerose irregolarità segnalate e denunciate, commesse da candidati e scrutatori, senza le candidature equivoche di medicina… studentoffice quanti voti avrebbe preso?? 
 
 


Risultati Elezioni CCL

21 maggio 2008 | Category: Ateneo, Ingegneria, Prima Pagina

Risultati Consigli Corsi di Laurea

– Facoltà di Ingegneria –

CCL Meccanica
 
Student Office

106 Voti – 2 Seggi
  
Gulliver – Sinistra Universitaria
62 Voti – 1 Seggio
  
Università Europea – Azione Universitaria
32 Voti – 0 Seggi
 
 
CCL Civile
 
Gulliver – Sinistra Universitaria
34 Voti – 1 Seggio
 
Student Office
35 Voti – 1 Seggio
 
Università Europea – Azione Universitaria
13 Voti – 1 Seggio
 
 
CCL Ambiente e Territorio
 
Gulliver – Sinistra Universitaria
18 Voti – 1 Seggio
 
Student Office
21 Voti – 1 Seggio
 
Università Europea – Azione Universitaria
8 Voti – 1 Seggio
 

CCL Elettronica
 
Gulliver – Sinistra Universitaria
59 Voti – 2 Seggi
Università Europea – Azione Universitaria
20 Voti – 1 Seggio
  
Student Office
16 Voti – 0 Seggi
 
 
CCL Informatica e Automazione
 
Gulliver – Sinistra Universitaria
64 Voti – 1 Seggio
 
Student Office
32 Voti – 1 Seggio
 
Università Europea – Azione Universitaria
36 Voti – 1 Seggio
 
 
CCL Telecomunicazioni
 
Gulliver – Sinistra Universitaria
27 Voti – 2 Seggi
 
Student Office
10 Voti – 1 Seggio
 
Università Europea – Azione Universitaria
5 Voti – 0 Seggi
 

CCL CER
 
Gulliver – Sinistra Universitaria
34 Voti – 1 Seggio
 
Student Office
57 Voti – 1 Seggio
 
Università Europea – Azione Universitaria
48 Voti – 1 Seggio
 
 
CCL Edile e Architettura
 
Gulliver – Sinistra Universitaria
179 Voti – 2 Seggi
 
Student Office
81 Voti – 1 Seggio
 
Università Europea – Azione Universitaria
47 Voti – 0 Seggi
 
 
CCL Biomedica
 
Gulliver – Sinistra Universitaria
56 Voti – 2 Seggi
 
Student Office
38 Voti – 1 Seggio
 
Università Europea – Azione Universitaria
8 Voti – 0 Seggi
 

CCL Produzione Industriale (Fabriano)
 
Università Europea – Azione Universitaria
23 Voti – 3 Seggi
 
 
CCL Informatica e Automazione (Fermo)
 
Student Office

24 Voti – 2 Seggi
  
Gulliver – Sinistra Universitaria
17 Voti – 1 Seggio
 
 
CCL Logistica e Produzione (Fermo)
 
 Student Office
23 Voti – 3 Seggi
 


Risultati Elezioni CDF

21 maggio 2008 | Category: Agraria, Ateneo, Economia, Ingegneria, Medicina, Prima Pagina, Scienze

Risultati Consigli di Facoltà


CdF Ingegneria
Votanti: 1481
 
Gulliver – Sinistra Universitaria
Student Office
Università Europea – Azione Universitaria
 
 
640 Voti
541 Voti
300 Voti
 
 
4 Seggi
3 Seggi
2 Seggi
 


CdF Economia
Votanti: 566
 
Gulliver – Sinistra Universitaria
Student Office
Ala Destra Universitaria – A.D.U.
Università Europea – Azione Universitaria
 
 
317 Voti
160 Voti
64 Voti
25 Voti
 
4 Seggi
2 Seggi
1 Seggio
0 Seggi 


CdF Medicina e Chirurgia
Votanti: 972
 
Gulliver – Sinistra Universitaria
Student Office
Università Europea – Azione Universitaria
Ala Destra Universitaria – A.D.U.
 
553 Voti
348 Voti
51 Voti
20 Voti
3 Seggi
2 Seggi
0 Seggi
0 Seggi


CdF Agraria
Votanti: 258
 
La Coccinella – A.U.L.C.
Gulliver – Sinistra Universitaria
Università Europea – Azione Universitaria

Student Office

 
130 Voti
93 Voti
22 Voti
13 Voti
3 Seggi
2 Seggi
0 Seggi
0 Seggi


CdF Scienze
Votanti: 237
 
Darwin – Evoluzione del pensiero
Student Office
Università Europea – Azione Universitaria
 
129 Voti
61 Voti
47 Voti
3 Seggi
1 Seggi
1 Seggio



Risultati Elezioni CS

21 maggio 2008 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Risultati Consiglio Studentesco


Consiglio Studentesco
Votanti: 3487
 
Gulliver – Sinistra Universitaria
Student Office
Università Europea – Azione Universitaria
La Coccinella – A.U.L.C.
Ala Destra Universitaria – A.D.U.
 
1690 Voti
1008 Voti
473 Voti
188 Voti
128 Voti
9 Seggi
6 Seggi
3 Seggi
1 Seggio
1 Seggio



Siamo sempre la prima Lista di Ateneo

16 maggio 2008 | Category: Agraria, Ateneo, Economia, Ingegneria, Medicina, Scienze
I dati non sono ancora ufficiali, ma si può già dire che a MEDICINA ed ECONOMIA la Lista Gulliver ha Trionfato, ad AGRARIA ha raddoppiato i voti prendendo il secondo consigliere di facoltà), mentre ad INEGEGNERIA a fronte di un calo di oltre 400 votanti alle elezioni la nostra lista è sempre la prima di facoltà, ma con meno voti del solito. A SCIENZE la lista indipendente Darwin ha fatto il pieno.
In Consiglio Studentesco Gulliver è la prima lista di Ateneo con quasi 1700 voti (9 seggi), seguono Studentoffice con 1000 (6 seggi) scarsi, azione universitaria con quasi 500 (3 seggi) e via via i minori che comunque si garantiscono tutti un seggio diretto.
 


Video numero 3 Elezioni Universitarie

13 maggio 2008 | Category: Ateneo

Ormai è diventato uno sport olimpionico, copiare il nostro stile, le nostre idee, i nostri programmi. Lo fanno tutti dai ciellini ai fascistelli, credono che basti..ma il Gulliver è formato da gente c he parla si rispetta, si confronta..loro così abituati a capi, capetti e "presidenti", saranno mai in grado di capirlo? 

 

http://youtube.com/watch?v=rfooR8R5j7k



…verso il 14 e 15 Maggio

5 maggio 2008 | Category: Ateneo

http://www.youtube.com/v/8I-jTmiyIf4&hl=en



Video numero 2 Elezioni Universitarie

5 maggio 2008 | Category: Ateneo

un videomontaggio molto carino, che fà capier chiaramente lo spirito del Gulliver e della sua ciurma

 

http://www.youtube.com/watch?v=8I-jTmiyIf4 



Programma della Lista Gulliver per la Facoltà Economia

2 maggio 2008 | Category: Ateneo, Economia

Programma della Lista Gulliver per la Facoltà di Economia

Anche quest’anno, ci presentiamo alle Elezioni per continuare a difendere i diritti degli studenti e per portare avanti le battaglie che da sempre contraddistinguono il nostro impegno.

Ecco le tematiche di cui ci stiamo occupando e che di cui intendiamo occuparci.

 

Numero Chiuso

Periodicamente in Consiglio di Facoltà si propone di istituire corsi di laurea specialistica a numero chiuso, proposte che puntualmente trovano la nostra opposizione. Riteniamo che la Facoltà di Economia sia l’ultima in cui si debba pensare ad una limitazione degli studenti perché è la Facoltà che offre il più ampio ventaglio di possibilità lavorative, e quindi, finché non c’è un problema di capienza di strutture, crediamo che il numero chiuso non abbia alcuna ragione di essere anche solo discusso. Siamo sempre riusciti a scongiurarne il pericolo, siamo certi di essere ancora in grado di farlo.

 

Parcheggio

E’ evidente che la situazione che si è venuta a creare è insostenibile. Ad ogni modo ci troviamo di fronte ad una completa mancanza di disponibilità da parte del Preside che da tempo si rifiuta di voler trovare una soluzione concreta, nonostante le nostre diverse proposte. Ma non ci arrendiamo. Stiamo discutendo, con alcuni studenti che si sono interessati, soluzioni che potrebbero risolvere o, per lo meno, ridurre il problema e rendere la situazione più vivibile.

 

Biblioteca

E’ recente l’accordo che abbiamo trovato col Rettore per risolvere il problema dell’eccessivo utilizzo dei fondi bibliotecari per le riviste scientifiche, di utilizzo principale dei docenti, a discapito dei libri di testo. L’accordo prevede la riduzione progressiva dei fondi bibliotecari di gestione della Facoltà e l’istituzione di un fondo illimitato per l’acquisto ordinario e straordinario dei libri di testo, al quale possono attingere solo i rappresentanti degli studenti. Stiamo trovando un accordo con la biblioteca perché l’acquisto urgente di un particolare libro (per esempio per un tesista) possa avvenire nella maniera più rapida possibile gravando sul fondo illimitato.

 

“Turn over” annuale dei professori

Vogliamo un sorta di turn over per tutti professori che insegnano nei corsi dove gli studenti sono divisi secondo l’ordine alfabetico, in particolare quelli del 1° anno, in modo tale che all’inizio di ogni anno accademico i professori cambino classe “alfabetica”. Questo provvedimento permetterebbe di far emergere le diseguaglianze nell’insegnamento e nella valutazione degli studenti in sede d’esame tra le diverse classi.

 

NO al salto dell’appello

Il Regolamento Didattico d’Ateneo sancisce che “in ciascuna sessione lo studente in regola con la posizione amministrativa può sostenere senza alcuna limitazione tutti gli esami per i quali possiede l'attestazione di frequenza, nel rispetto delle propedeuticità previste nel regolamento del corso di studio.”. Non intendiamo più tollerare salti d’appello in caso di mancato superamento dell’esame del tutto arbitrari. Intendiamo elaborare una modifica del Regolamento Didattico che comporti penalizzazioni nel trasferimento dei fondi dall’Amministrazione centrale alla Facoltà.

 

Didattica

Nel Consiglio di Facoltà si dibatte nelle ultime settimane sulla necessità di istituire un unico appello all’anno per tutti gli esami. Siamo sempre riusciti ad ostacolare questa proposta che periodicamente, come il numero chiuso, viene riformulata. Continueremo ad opporci a questa alzata d’ingegno perché la selezione non venga fatta istituendo un unico appello annuale, né tanto meno con un numero chiuso.



Programma della Lista Gulliver per l’Ateneo – 2008

1 maggio 2008 | Category: Agraria, Ateneo, Economia, Ingegneria, Medicina, Scienze

Programma della Lista Gulliver per l'Ateneo

 

NUOVI CORSI DI LAUREA TRIENNALE E SPECIALISTICA

Entro il 2010 entreranno in vigore i nuovi corsi di laurea (triennale e specialistica) per tutte le Facoltà. Il processo di riordino, che è già cominciato, ha origine con il D.M. 270/04 e rischia di gettare gli Atenei italiani, Ancona compresa, in una confusione fatta di tre ordinamenti contemporaneamente. Stiamo vigilando, ed è necessario continuare a farlo, perché questo processo di riorganizzazione dei Corsi di Laurea non diventi una mera spartizione di crediti tra i docenti per preservare le proprie cattedre. Fino ad ora il nostro lavoro nei Consigli di Facoltà è stata una discussione sugli indirizzi che i nuovi corsi dovranno avere, ora però il lavoro sta diventando una definizione degli esami e dei relativi crediti per ogni corso di laurea. Su quest’ultimo tipo di lavoro il D.M. lascia buoni margini d’azione per le rappresentanze studentesche e ci stiamo preparando perché ci sia un’effettiva corrispondenza del peso dei crediti rispetto ai programmi d’esame.

 

VALUTAZIONE DELLA DIDATTICA

Dall’8 Novembre del 2005 abbiamo sollevato in una grande assemblea il problema della mancanza di una valutazione seria del lavoro dei docenti. Da allora siamo riusciti a portare all’attenzione degli organi accademici questo problema ottenendo l’istituzione, da parte del Consiglio di Amministrazione, di una vera e propria Commissione con l’obiettivo di revisionare i questionari di valutazione. E’ chiaro che il lavoro non può e non deve terminare con una mera modifica dei questionari, è necessario che questi debbano poi avere un valore penalizzante per i docenti che risultano negligenti nel loro lavoro.

 

CONDIZIONE STUDENTESCA

Sono diversi gli aspetti che abbiamo affrontato per un miglioramento della condizione studentesca.
CONEROBUS. Con un lavoro contrattuale di circa 8 mesi siamo riusciti ad ottenere un abbonamento specifico per gli universitari che considerasse i periodi di lezione delle varie Facoltà. Questo ci ha permesso un’apertura da parte dell’azienda dei trasporti con la quale abbiamo avviato questa sperimentazione. Ad oggi i risultati ottenuti sono una riduzione del costo dell’abbonamento pari a 28 € ed un contributo dell’Università pari a 40 €, portandone il prezzo a soli 100 € per 7 mesi.
Ovviamente per noi questo è solo il primo passo per evolvere l’offerta della Conerobus verso gli universitari. Stiamo continuando le trattative per ottenere un abbonamento che copra lo studente per tutta la durata dell’anno accademico (ottobre/luglio) mantenendo lo stesso prezzo sopraccitato.
ACQUA E GAS. Sono ormai diversi anni che è attiva la possibilità di avere uno sconto sulla bolletta dell’acqua  per chi ha un affitto con contratto concordato per studenti universitari. Riteniamo che la stessa operazione debba essere fatta con la Prometeo per la bolletta del gas, per chiudere finalmente il progetto “status giuridico di studente universitario” che abbiamo creato e, con difficoltà e tanto lavoro, portato avanti.

 

ASSISTENZA SANITARIA GRATUITA PER I FUORISEDE

Abbiamo affrontato il problema della mancanza di una assistenza sanitaria gratuita con l’Università, con l’ERSU e infine con la Regione. Questa operazione ha finalmente riscontrato interesse da parte dell’assessore regionale che si è accorto solo ora che, nonostante ci sia una legge regionale che vincola gli ERSU a garantire questo tipo di servizio, non è stata ancora messa in atto. Riteniamo che ci debba essere infatti un medico degli studenti che possa prescrivere farmaci nonostante non residenti ad Ancona, evitando di ricorrere così al pronto soccorso o alla guardia medica dietro pagamento. Crediamo inoltre che sia una questione che possa risolversi ormai nel giro di qualche mese ma è necessario un continuo “pressing” con la Regione perché non si dimentichi di nuovo.

 

ISCRIZIONE PART-TIME

Abbiamo proposto l’iscrizione part-time all’Università riscontrando molto interesse. Tale iscrizione, che potrebbe partire sperimentalmente a Economia e a Biologia, prevede  la possibilità di pagare il 60% della propria fascia di contribuzione (quindi del totale delle due rate) per poter sostenere esami fino ad un massimo di 30 crediti. Questo va a vantaggio di tutte quelle categorie di studenti, come gli studenti lavoratori, le studentesse madri, che non hanno il tempo materiale per poter seguire le lezioni e dare gli esami a tempo pieno, e anche per gli studenti in prossimità di laurea ai quali mancano meno di 30 crediti e che, giustamente, vorrebbero evitare di pagare l’intera rata. Stiamo lavorando perché questo tipo di iscrizione possa partire già dal prossimo anno accademico, perché si estenda a tutte le Facoltà e perché, chi usa questa modalità, possa usufruire di tutti gli appelli d’esame.

 

NUMERO CHIUSO

Da oltre 20 anni il Gulliver ha come obbiettivo un’Università libera e di qualità. Due elementi imprescindibili tra loro. Nel nostro Ateneo, salvo i corsi di laurea in Medicina ed in professioni sanitarie, non ci sono numeri chiusi. Periodicamente alcune Facoltà ripropongono forme di selezione che non trovano però giustificazioni né legislative né tanto meno strutturali adducendo motivi legati alla qualità della didattica. Crediamo che la qualità della didattica non dipenda dalla presenza a lezione di 100 studenti piuttosto che 200, la qualità del livello di insegnamento è in capo al docente, si dovrebbe pensare ad una migliore selezione della docenza per migliorare la qualità della didattica piuttosto che del numero degli studenti.

 

DISTRIBUTORI AUTOMATICI

Iprezzi sono troppo alti e continuano ad aumentare! I prodotti costano fino al 20% in più rispetto ad atenei come Bologna!
Il problema è che nelle nostre Facoltà ritroviamo installate macchine di molte ditte diverse che non fanno concorrenza tra loro, e che nell'ultimo periodo mostrano una preoccupante tendenza ad aumentare. Inoltre, avete mai fatto caso a quanto costano meno i prodotti dei distributori installati in alcuni dipartimenti (soprattutto ad Ingegneria)?!
Prezzi più bassi sono ottenibili e per questo vogliamo istituire un bando di Ateneo!
Una prima richiesta è già stata inoltrata per la Facoltà di Ingegneria, ma questa dovrebbe essere estesa a tutto l'ateneo.
Inoltre dovete anche sapere che i distributori automatici rimangono attaccati alla rete elettrica dell'università 24/24 senza pagarne il consumo, e che quindi li paghiamo non una, ma ben due volte, sia quando compriamo cibi o bevande che quando paghiamo le tasse universitarie.
Nel bando vogliamo che siano accettati solo distributori a risparmio energetico di Classe AAA, per mantenere una certa sensibilità verso le tematiche ambientali e nell'ottica di costruire un ateneo eco-sostenibile, oltre a chiedere che i fornitori paghino la corrente elettrica per mantenerli accesi!

 

ERSU E DIRITTO ALLO
STUDIO

Anche in questi ultimi  due anni il Gulliver si è battuto per garantire il diritto allo studio. Tutto ciò è stato possibile sia attraverso il lavoro in Consiglio di Amministrazione dell’ERSU, sia tramite le Assemblee  promosse in tutti gli studentati con la partecipazione del Direttore e del Presidente dell’Ersu, per far fronte alla gravosa e preoccupante situazione che si è venuta a creare negli studentati. Ma questo non è il punto di arrivo, bensì un trampolino di lancio per proseguire il nostro lavoro e per migliorare in maniera concreta la situazione degli studentati e del diritto allo studio. Inoltre, intendiamo continuare a batterci affinché la Regione non si limiti a finanziare l’attuale 70 % delle domande di borse di studio, ma eroghi una copertura totale delle richieste degli aventi diritto, continuando anche a mantenere il suo carattere pubblico nei servizi di mense e studentati perché nessun privato entri nel diritto allo studio operando con ottiche lucrative.

 

ECOSOSTENIBILITA’

L’ambiente e lo sviluppo sostenibile sono diventate questioni di primaria importanza e anche all’interno dell’Università hanno assunto una dimensione rilevante.
Raccolta differenziata. Anche in questo aspetto noi del Gulliver ci siamo mossi per primi e stiamo portando avanti progetti concreti. A breve sarà attiva la raccolta differenziata in tutto l’Ateneo (grazie soprattutto alle nostre richieste) e stiamo lavorando sulla possibilità di realizzare dei pannelli fotovoltaici negli edifici di proprietà dell’Università.
Energie rinnovabili. All’interno della nostra associazione abbiamo inoltre attivato un gruppo di lavoro per presentare delle proposte innovative nel campo delle energie rinnovabili, che rimane aperto a tutti gli studenti interessati. In questo campo l’utilizzo della carta riciclata all’interno degli uffici dell’Università è un obiettivo concreto da raggiungere che porterebbe un risparmio concreto di denaro e risorse.
Open Source. Crediamo anche che l’Università non possa non considerare le opportunità offerte dall’Open Source, l’utilizzo graduale di questo strumento nell’amministrazione eliminerebbe progressivamente i costi di licenza dei software, permettendo di risparmiare e di investire diversamente i soldi dell’Università.

 

UNIVERSITA’ ON-LINE

L’informatizzazione dei servizi nel nostro “Politecnico” è ancora fortemente carente. Deve essere quindi un obiettivo primario quello di implementare e migliorare la digitalizzazione dei servizi, da una maggiore disponibilità di materiale didattico on-line a un miglioramento del servizio dell’iscrizione agli esami, dall’utilizzo di un badge che sia una carta d’identità universitaria al pagamento delle tasse universitarie direttamente dall’area riservata del portale d’Ateneo.

 

SEDI DECENTRATE

La politica di decentramento delle sedi universitarie trova le sue ragioni nel finanziamento che Fondazioni o Enti Locali erogano all’Ateneo. Il rapporto tra l’Università e la Fondazione/Ente Locale/Impresa però termina lì, senza soffermarsi sui servizi che la sede distaccata deve fornire come biblioteche fornite, aule studio, bacheche, segreterie… Abbiamo sempre denunciato mancanze nei servizi delle sedi decentrate perché a parità di tasse non c’è una corresponsione di servizi. La situazione sta lentamente migliorando in alcune sedi ma è ancora molto lontana dall’essere paragonata a quella della sede di Ancona.

 

CUS

Definire “anarchica” l’attuale situazione del Centro Universitario Sportivo sarebbe un eufemismo. Ci troviamo di fronte ad un CUS che spende circa 10.000 € per barche a vela che usano si e no 10 studenti all’anno ed una totale mancanza di lungimiranza nell’offerta di servizi largamente destinati agli studenti. La situazione economica si fa sempre più critica a tal punto che, se non si fa una inversione di tendenza, saranno a rischio i servizi di manutenzione dei servizi.

 

CNSU

Dal 17 Maggio dell’anno scorso il Gulliver ha un rappresentante nel Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari, Giorgio Paterna. In questo organo consultivo del Ministero Paterna è riuscito a portare all’attenzione del Ministro alcune rilevanti questioni.
DPCM. E’ stata stilata una bozza del nuovo DPCM sull’erogazione delle borse di studio. Durante la presentazione della bozza in Consiglio da parte del Sottosegretario Sen. Modica, Paterna ha denunciato la situazione critica di molti studenti di Ancona che “soffrono” di una precedente immatricolazione in un altro Ateneo e che gli comporta la revoca della borsa di studio. Tale denuncia ha riscontrato interesse da parte del Sottosegretario e da parte del Direttore del Ministero che hanno chiesto al nostro rappresentante subito un dossier su tale questione per evitare che si ripeta col nuovo DPCM e per vedere se ci sono le condizioni per una sanatoria.

 

STUDENTI STRANIERI

Insieme ai colleghi del gruppo “UDU-Studenti di Sinistra” abbiamo avviato una discussione con il Ministero degli Interni per capire se ci sono margini per accelerare le pratiche di rinnovo del permesso di soggiorno per gli studenti stranieri. Non nascondiamo che con il nuovo Governo che ha forti componenti leghiste questa discussione sarà più difficile, ma noi continuiamo ad insistere.

 

SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE

Dopo le mozioni promosse dal gruppo “UDU-Studenti di Sinistra” e dopo le mobilitazioni che abbiamo alimentato in tutta Italia, con tre decreti il Ministro ha anticipato l'esame di abilitazione alla professione medica dal 15 al 6 Febbraio, ha disposto l'avvio delle scuole di specializzazione per il 10 Marzo e l'esame di ammissione a queste in una data a cavallo tra le altre due. Ora però è necessaria una calendarizzazione seria e perpetua dell’esame di specializzazione e che non lasci fuori gli studenti che sono in procinto per terminare il tirocinio post-laurea, presumibilmente a Novembre.

 

BORSE DI DOTTORATO

Siamo riusciti, insieme all’Associazione Dottorandi Italiani (ADI), ad ottenere in Finanziaria un aumento di 40 mln di euro destinati all’aumento delle borse di dottorato. Inoltre, con il Ministro Mussi, si era trovata la disponibilità di ulteriori 20 mln sempre per le borse. Quello che, però, Mussi si è “dimenticato” di fare è un decreto che destini questi ulteriori 20 mln alle borse e un decreto che sancisca un aumento definitivo di tali borse che, qualora non raggiungano i 1.000 € al mese, non potrebbero essere messe a bando. Con il nuovo Ministro cercheremo di terminare questo processo perché ci sia una maggiore considerazione, da parte del Governo in carica, della ricerca universitaria.

 

GARANTE DEGLI STUDENTI

Abbiamo provato, in questi due anni, a far istituire una figura giuridica a disposizione degli studenti per istanze legali per problemi
di affitto, di tasse, di borse di studio… Abbiamo ottenuto una apertura da parte dell’Amministrazione per un avvocato già dipendente dell’Ateneo, ma non è questo il nostro obiettivo. Abbiamo chiesto una figura di consulenza la cui istituzione sia preceduta da un bando cosicché sia una persona esterna che non ha problemi a consigliare allo studente di andare contro l’Amministrazione stessa qualora questa commetta gravi errori. Cercheremo di aprire con gli Enti Locali come Comune o Provincia perché si possa finalmente avere una figura giuridica di riferimento per gli studenti.

 

ERASMUS E MOBILITA’ INTERNAZIONALE

Dopo la prima bocciatura da parte del Rettore nel 2006, articolando diversamente la proposta in merito a maggiori finanziamenti per chi parte in Erasmus, abbiamo ottenuto l'aumento economico della borsa ed indirettamente sono anche aumentati i fondi per i tirocini all'Estero. Abbiamo, inoltre, modificato il bando part-time per far sì che  le informazioni, di supporto burocratico all’Erasmus, fornite presso gli sportelli siano date da studenti che hanno fatto l’Erasmus. Ci impegniamo affinchè ci sia la certezza assoluta dei crediti riconosciuti prima della partenza ed il loro immediato riconoscimento al rientro in Italia.



Programma della Lista Gulliver per la Facoltà di Medicina

1 maggio 2008 | Category: Ateneo, Medicina

Intenti comuni a tutti i corsi di laurea presenti in Facoltà In sede di revisione dell'ordinamento didattico (OD) proporremo un deciso NO ai blocchi e Sì a propedeuticità chiare e organizzate secondo logica. Sempre in sede di revisione dell'OD chiederemo l'aumento della distanza tra due appelli della stessa sessione da 2 a 3 settimane. Revisione […]



Programma della Lista Gulliver per la Facoltà di Ingegneria

1 maggio 2008 | Category: Ateneo, Ingegneria, Scienze

Programma della Lista Gulliver per la Facoltà di Ingegneria

 

DIDATTICA 

  • Ingegneria è diventata una Facoltà frenetica che non da neanche il tempo di respirare: 8 settimane di lezione, 1 di recupero (durante la quale spesso ci sono già gli esami), e poi 5 settimane con appelli a raffica. Se non si riesce a superare un esame al primo tentativo, oppure si rifiuta il voto, diventa quasi impossibile rimanere al passo. Per questo noi del Gulliver vorremmo introdurre l’appello nei mesi di lezione. Almeno 1 appello a ciclo che si svolga nel periodo durante le 8 settimane di lezione. Con l’introduzione di questi appelli supplementari contiamo di arrivare ad almeno 9 appelli annui per ogni corso (6 è, da regolamento, il numero minimo di appelli per il nuovo ordinamento, più 3 appelli, uno durante ogni ciclo di lezioni).
  • Sempre per facilitare l’organizzazione del lavoro degli studenti, vorremmo introdurre una norma che imponga ai docenti di pubblicare su internet le date di tutti gli appelli per l’anno a seguire fin da Settembre. Alcuni docenti già lo fanno, ma sono molti di più quelli che sono estranei a questa pratica.
  • La frequenza dei corsi non è obbligatoria perché ciò non sarebbe giusto verso gli studenti che non possono frequentare (magari perché lavorano o devono preparare altri esami). La Lista Gulliver si è sempre battuta e continuerà a battersi contro i professori che “prendono le firme”, questa pratica DOVREBBE ESSERE VIETATA dal Regolamento Didattico d’Ateneo perché lesiva dei diritti degli studenti.

Sempre come previsto dal Regolamento Didattico d’Ateneo, e come vorrebbe il buon senso, i corsi sdoppiati (A-L/M-Z) devono avere lo stesso programma e lo stesso esame scritto di fine corso (lo stesso esame orale non è una richiesta praticabile). Invece troppo spesso non è così. La Lista Gulliver sta conducendo una battaglia su questo tema.

  • Abbiamo proposto al Preside e al Consiglio di Facoltà l’attivazione di corsi su tematiche quali le energie rinnovabili, il risparmio energetico, la bioedilizia, l’architettura sostenibile. Il nostro obiettivo è che gli studenti interessati possano usufruire di questi corsi inserendoli nel proprio piano di studi.
  • Lavoreremo perché venga inserito, fra i corsi a scelta, qualche insegnamento svolto completamente in lingua inglese, dalle lezioni in aula all’esame, come avviene spesso in altri Atenei.

 

RIFORMA DELL’ORDINAMENTO DIDATTICO

In seguito alla riforma Moratti-Mussi, dall’A.A. 2009/2010 la nostra facoltà dovrà ridurre gli esami di ogni Corso di Laurea da 30 ad un massimo di 22 per le lauree triennali e da 16 ad un massimo di 12 per le lauree magistrali.

Ciò renderà necessario riscrivere i manifesti di studio dei vari corsi di laurea, accorpando il numero di esami.

Gli accorpamenti di corsi esistenti dovranno essere fatti in maniera coerente e durante queste procedure noi vigileremo e ci batteremo negli organi competenti affinché nessuno tenti il trucco di dividere un corso in moduli, dando un unico voto ma obbligando gli studenti a sostenere di fatto più esami: l’esame deve essere unico, no ai parziali obbligatori e vincolanti, magari addirittura fatti con professori differenti (cosa che purtroppo accade in altre Facoltà come Medicina).

Così come abbiamo fatto per gli studenti del Vecchio Ordinamento, ci batteremo perché ci sia la massima tutela per chi inizia a seguire con l’attuale ordinamento e si troverà a dover dare un esame lasciato indietro che magari sarà stato disattivato per via della suddetta riorganizzazione dei corsi.

Pretenderemo che per questi studenti sia possibile dare gli esami con le modalità e i programmi dell’attuale ordinamento.

  • Lavoreremo perché sia inserito nel Riordinamento Didattico un vero corso di inglese a sostituzione del sistema attuale: non ci accontentiamo più di sostenere un esame al solo fine della sottoscrizione sul libretto ma pretendiamo di poter partecipare ad adeguate ore di lezione.

UNIVERSITA’ ON-LINE

Per noi del Gulliver, l'obiettivo chiave della nostra attività di rappresentanza è quello di migliorare i servizi e la qualità dello studio offerti a tutti gli studenti dal nostro ateneo.

È quindi necessario riuscire a centralizzare in un unico sito, quale potrebbe essere il nostro portale di ateneo (www.univpm.it), tutte le risorse messe a disposizione dai docenti evitando così di dover compiere vorticose navigazioni all'interno dei siti e sfruttando al meglio le strutture già esistenti.

Ancora peggiore è la situazione per Noi studenti di Ingegneria, che ci troviamo costretti ad essere registrati su 5 o 6 siti per poter ottenere tutto il materiale e le informazioni su un determinato Corso di Laurea solo perché ogni professore rende reperibile ciò che riguarda il suo corso su siti differenti dal sito di ateneo come possono essere i siti dei vari dipartimenti (vedi www.laureaelettronica.ing.univpm.it – www.diiga.univpm.it – www.dipmec.unian.it – www.laureatelecomunicazioni – ecc…)

Dato che i mezzi e le possibilità di cambiare tutto questo esistono, noi del Gulliver chiediamo le seguenti modifiche:

  • Centralizzare le informazioni di login per tutti i siti di Ateneo, Facoltà, e dipartimento, permettendo di accedere a tutte le strutture on-line effettuando un'unica fase di autenticazione. In questo modo lo studente sarà in grado di navigare all’interno di tutti i siti legati all’Università senza nessun ulteriore inserimento di dati. Basta con una username ed una password diversa per ogni sito!
  • Materiale didattico disponibile on line obbligatoriamente, con possibilità di consultazione ed eventualmente download.
  • Modificare la modalità di iscrizione agli esami: attualmente e' necessario effettuare un’ulteriore login sul sito di ingegneria per iscriversi, con dati che sono diversi da quelli utilizzati per accedere all'area riservata dell'università. Proponiamo di poter effettuare l'iscrizione a tutti gli esami direttamente dal portale di ateneo sfruttando l'autenticazione già effettuata entrando nel sito: per questo sarà necessario introdurre una norma che vincoli i docenti ad adottare l’iscrizione on-line.

Le necessità dell’introduzione di una norma che imponga ai docenti di attuare la procedura di iscrizione on-line è anche più evidente adesso che la Facoltà ha deciso di investire nell’acquisto dei “Totem” (come quello presente all’ingresso a Q160), computer fissi pubblici dotati di connessione wireless, acquistati con il preciso scopo di consentire l’iscrizione agli esami e di eliminare le bacheche degli annunci informatizzando tutto l’ammasso di fogliettini appesi ai muri.

Una domanda: a cosa serve investire migliaia di euro di fondi pubblici sui Totem se poi tanto gli studenti non possono comunque usufruirne perché l’isc
rizione on-line non è presente sul sito di Facoltà…?! Per questo è giunta l’ora di una svolta decisiva in merito! Non possiamo rimanere indietro rispetto al resto del mondo!

INFRASTRUTTURE

Grazie al nostro lavoro siamo riusciti ad ottenere alcuni importanti risultati, che vanno al di là dei vanti di altre liste (StudentOffice ha fatto un video di 6 minuti su YouTube perché ha “ottenuto una maniglia” in più…), ma ancora molto si deve e si può fare!

A partire dal Blocco Aule Sud (Regolo, Aeroporto, Hangar, Palazzo di Vetri, ecc… Ci siamo capiti…), dove, che dir si voglia, siamo stati i primi ad occuparci del problema delle lavagne con una raccolta firme, perché sono troppo basse ed impediscono di seguire a modo, costringendo gli studenti a movimenti improbabili per poter “intravedere” ciò che il docente scrive. A questo riguardo non ci accontenteremo di una soluzione che non sia completamente risolutiva! Gli studenti hanno il diritto di usufruire di strutture idonee all’insegnamento!

Il Blocco Aule Sud ha bisogno di essere più indipendente in modo da non costringere gli studenti a spostarsi continuamente da un estremo all’altro della collina, e per questo motivo lavoreremo affinché:

  • venga finalmente messa in opera una sala PC con relativa stampante;
  • ci sia un controllo delle temperature efficace per poi valutare i provvedimenti necessari a rendere vivibile un ambiente che attualmente è decisamente sotto-sfruttato per il semplice motivo che fa freddo! Inoltre, risolvere il problema della temperatura consentirebbe di sfruttare al massimo tutto quello spazio con l’inserimento di altri tavoli studio, ma per fare questo è necessario prima rendere il nuovo plesso un posto vivibile in modo che poi gli studenti abbiano la possibilità di usufruire effettivamente dei nuovi spazi studio: questa strategia risolverebbe, quindi, la penuria di spazi studio senza intaccare lo stato di sicurezza che, con altre soluzioni, sgradite all’Amministrazione, sarebbe messo a rischio dal sovraffollamento di tavoli nei corridoi;
  • ci sia un controllo più rigido dei prezzi del bar: i prezzi del bar del Blocco Aule Sud sono aumentati sensibilmente o per lo meno questo è ciò che gli studenti hanno avvertito e quindi un miglior controllo è sicuramente la mossa più efficace contro l’anarchia commerciale.

Per quel che riguarda invece la “Parte Vecchia” della nostra Facoltà, il problema principale a nostro avviso sono i bagni.

Negli ultimi due anni ci siamo occupati di far sostituire tutte le dotazioni che erano danneggiate od inadatte ed abbiamo fatto inserire asciugamani elettrici in tutti (o quasi) i bagni della Facoltà.

Il miglioramento è notevole, però il lavoro da fare è ancora molto, infatti la situazione dell’igiene nei bagni è a tutt’ora tristemente pietosa!

La squadra di addetti che si occupa delle pulizie è a nostro avviso sottodimensionata e pertanto non riesce a mantenere i bagni sufficientemente puliti, e per questo motivo il cattivo odore permane nei nostri bagni ormai da molto tempo. Per questo motivo è forse giunto il momento di pensare ad investire di più nelle pulizie, e magari, normative permettendo, riassumere addetti a tempo pieno come si faceva una volta. All’Amministrazione, nei prossimi 2 anni, proporremo una soluzione su questa linea.

Salone Polifunzionale: pretenderemo che questo salone sia sempre reso disponibile agli studenti, specialmente nel periodo esami, perché riteniamo sia uno spazio indispensabile allo studio: gli spazi studio sono a malapena sufficienti e riteniamo ingiusto che un locale così grande sia spesso occupato per manifestazioni/eventi di così scarsa utenza (es. Protezione Civile nel mese di Dicembre fino a metà Gennaio).

RACCOLTA DIFFERENZIATA

È stato grazie al lavoro di tutte le Associazioni Studentesche, ISF (Ingegneria Senza Frontiere) in testa, se adesso la nostra Facoltà è la prima in Ancona con un servizio di Raccolta Differenziata.

Però il lavoro comincia solo adesso!

L’inserimento della raccolta differenziata nel bando delle pulizie è solo il punto di partenza per portare la nostra Facoltà ad essere un modello d’avanguardia nella valorizzazione dei rifiuti, anche in vista dello sviluppo di un ateneo sempre più Eco-Sostenibile.

Il prossimo passo sarà quello di introdurre la differenziata anche al bar, con una particolare attenzione al riciclo dell’umido: questo determinerebbe un netto balzo in avanti nella qualità della raccolta differenziata ad Ingegneria.

VECCHIO ORDINAMENTO

Il Vecchio Ordinamento (V.O.) è ormai agli sgoccioli, ma non per questo meno importante: gli studenti del Vecchio Ordinamento hanno gli stessi diritti degli altri, e per questo anche lo stesso diritto ad essere rappresentati e difesi.

Il nostro impegno verso questa categoria di studenti sarà ovviamente di carattere principalmente “protettivo”, in quanto non hanno bisogno d’altro che di poter finire l’università in pace e senza doversi preoccupare di essere tagliati fuori o, ancor peggio, degradati.

Nello scorso mandato siamo riusciti a premere sulle istituzioni nazionali grazie al Movimento DPR328, del quale facevano parte 2 nostri rappresentanti di punta, affinché fosse varata una importante proroga di 2 anni che ha permesso, e sta ancora permettendo, a molti studenti V.O. di sostenere l’Esame di Stato con le vecchie modalità: vorrei ricordare a tutti che, in quell’occasione, la nostra è stata l’unica Lista di rappresentanza studentesca ad occuparsi del problema in modo attivo, mobilitandosi ad informare tutti ed a correre ai ripari prima che fosse troppo tardi, lavorando anche nell’intero mese di Agosto.

È vergognoso che uno studente debba perdere settimane solo per capire con quale docente dovrà sostenere l’esame! Per questo pretenderemo che venga pubblicato sul sito dell’Ateneo l’elenco sempre aggiornato dei presidenti delle commissioni d’esame per il V.O.

STAMPE

  • STAMPE ORDINARIE

L’annoso problema delle stampe è una tematica molto sentita da noi rappresentanti. La situazione è infatti alquanto disagiata dato che gli studenti non possono stampare nulla in Facoltà ammenoché non siano estremamente puntuali e perseveranti, presentandosi in sala PC o in Atelier prima di tutti gli altri, e soprattutto fortunati, sperando che i 1500 fogli non finiscano prima che tocchi a loro a stampare.

Questo tipo di gestione non consente un utilizzo sufficientemente agevole delle risorse, profumatamente pagate, dell’Università.

È per questo che abbiamo proposto all’amministrazione una soluzione che da un lato consenta a tutti gli studenti di stampare in qualsiasi momento, e che dall’altro non impedisca all’amministrazione di mantenere il
controllo sulle stampe.

Questa soluzione prevede però un complesso sistema di conteggio delle stampe con relativa autenticazione. La realizzazione di questo sistema non è semplice ed è solo per questo motivo che non è stato ancora messo in opera da quando, un anno e mezzo fa, è stato da noi proposto.

Il nostro impegno è quello di continuare a seguire i lavori affinché si abbia un reale miglioramento del servizio, e soprattutto affinché il progetto non venga accantonato, in quanto crediamo che possa realmente costituire una svolta forse addirittura “epocale”.

  • STAMPE PLOTTER E REVISIONE

Il numero di plotter funzionanti nell’aula del Ce.S.M.I. (quota 155) ad oggi è 3.

Negli scorsi 2 anni, in occasione dello stanziamento dei fondi d’Ateneo alla Facoltà, abbiamo fatto richiesta alla Presidenza per l’acquisto di 2 nuovi plotter, la quale, per mancanza di fondi, ha girato la richiesta al Rettorato. Ad oggi la nostra richiesta è rimasta disattesa.

Parallelamente abbiamo però ottenuto l’acquisto, con i fondi propri del Ce.S.M.I., di una nuova stampante A3 a colori (fondamentale nella stampa delle tavole di revisione). Il nostro obiettivo, per ottimizzare il servizio in relazione alle reali necessità degli studenti, è di portare almeno a 6 il numero di plotter funzionanti, incremento che però non può prescindere dal ritrovamento di un locale più ampio da destinare alle macchine stesse.

DISTRIBUTORI AUTOMATICI

I prezzi sono troppo alti e continuano ad aumentare! I prodotti costano fino al 20% in più rispetto ad atenei come Bologna!

Il problema è che nella nostra Facoltà ritroviamo installate macchine di molte ditte diverse che non fanno concorrenza tra loro, e che nell'ultimo periodo mostrano una preoccupante tendenza ad alzare il tiro. Inoltre, avete mai fatto caso a quanto costano meno i prodotti dei distributori installati nei dipartimenti?!

Prezzi più bassi sono ottenibili e per questo VOGLIAMO ISTITUIRE UN BANDO!

Una prima richiesta è già stata inoltrata al Preside è questi l’ha già girata all’Amministrazione Centrale.

Inoltre dovete anche sapere che i distributori automatici rimangono attaccati alla rete elettrica dell'università 24/24 senza pagarne il consumo, e che quindi li paghiamo non una, ma ben due volte, sia quando compriamo cibi o bevande che quando paghiamo le tasse universitarie.

VIA RANIERI

Dopo aver portato avanti per anni la battaglia di una messa in sicurezza reale e definitiva di via Ranieri e dopo diversi incontri con membri della giunta consiliare, abbiamo presentato in un incontro con il sindaco Sturani quella che potrebbe essere una soluzione efficacie del problema. Il progetto prevede tra l’altro l’inserimento di dossi rallentatori.

Questa soluzione è senz’altro più appropriata di semplici strisce pedonali poste lontano dal reale attraversamento, perché qui, dove entra in gioco la vita degli studenti, è poco etico gareggiare ad apparire con soluzioni che si dimostrano poi inconcludenti.



Programma della Lista Gulliver per la Facoltà di Agraria

1 maggio 2008 | Category: Agraria, Ateneo

Programma della Lista Gulliver per la Facoltà di Agraria

 

Laboratorio informatico

La chiusura del laboratorio informatico alle 17.30 è inconciliabile con l’orario delle lezioni. L’orario deve protrarsi fino almeno alle 18.30 se non fino all’orario di chiusura della Facoltà. E’ necessario chiedere tale prolungamento perché il laboratorio informatico sia largamente sfruttato dagli studenti, e l’utilizzo di ulteriori studenti part-time per coprire l’orario di apertura.

 

Appelli d’esame

Il Regolamento Didattico d’Ateneo sancisce che “in ciascuna sessione lo studente in regola con la posizione amministrativa può sostenere senza alcuna limitazione tutti gli esami per i quali possiede l'attestazione di frequenza, nel rispetto delle propedeuticità previste nel regolamento del corso di studio.”. Non intendiamo più tollerare salti d’appello che vengono effettuati in alcuni esami ed intendiamo denunciarli al Senato Accademico perchè ci sia una penalizzazione economica ai docenti che ne fanno uso.

 

Libero accesso alla stampante

Riteniamo importante che ogni studente possa avere la possibilità di utilizzare la stampante dell’aula computer, almeno per quanto riguarda documenti relativi all’università (ad esempio la domanda per il tirocinio) senza dover avere un’autorizzazione dei professori, che rende il tutto macchinoso e poco pratico.

 

Divulgazione d’informazioni

Sia scientifiche che di altro tipo. Mettere a disposizione degli studenti le varie riviste riguardanti il nostro settore, data la mancanza di una nostra biblioteca! Inoltre crediamo che ad Agraria manchi un punto di riferimento dove reperire informazioni sulla struttura vera e propria dei corsi di laurea, basti pensare alla confusione sul piano di studi e i crediti liberi a scelta.

 

Erogatore di schede per le fotocopie

Siamo contenti dell’installazione di una macchina fotocopiatrice, ci rammarichiamo che non si sia pensato che la fotocopiatrice senza schede non funziona. E’ necessario l’installazione di una erogatrice di schede magnetiche per utilizzare la macchina fotocopiatrice rendendo così funzionale il servizio.

 

Migliore gestione degli spazi didattici

La gestione delle aule è tale per cui è successo più volte che la lezione di lingua francese viene sacrificata in un aule occasionali se c’è la disponibilità.

 

Spazi di studio

I tavolini per studiare sono assolutamente insufficienti per il numero di frequentanti la Facoltà. E’ necessario aumentare il numero di tavolini per dare agli studenti maggiori spazi di studio.

 

Nuovi Corsi di Laurea

L’istituzione dei nuovi Corsi di Laurea, che partiranno dal 2010, comporteranno la sovrapposizione di due ordinamenti didattici come si era verificato nel passaggio al 3+2. La rappresentanza studentesca gioca un ruolo importante in questa partita perché i diritti degli studenti che saranno del vecchio ordinamento vengano tutelati, evitando quegli abbandoni e accantonamenti che abbiamo già avuto modo di vedere. E’ necessario inoltre, monitorare l’intero processo di riorganizzazione dei corsi di studio per evitare che i docenti, invece di pensare agli interessi degli studenti, pensino a come spartirsi le cattedre.

 

Spazi delle associazioni studentesche

E’ importante il ruolo che le associazioni studentesche svolgono dentro le Facoltà, diventano il punto di congiunzione tra la popolazione studentesca e la struttura amministrativa, un luogo di scambio di opinioni, un punto di riferimento per gli studenti. Uno spazio in gestione di una associazione che non la usa per questi scopi è uno spazio perso per gli studenti.

 

Raccolta differenziata dei rifiuti

Dovremmo essere stati i primi a farlo! Studiamo tutti giorni problemi di carattere ecologico ed ambientale, conosciamo l’importanza del riciclo dei materiali e dobbiamo cominciare da adesso ad applicarlo in quanto futuri agronomi. Abbiamo modificato il bando delle pulizie, stiamo sollecitando le Facoltà in cui siamo presenti perchè comprino i raccoglitori di carta e plastica e vogliamo farlo anche ad Agraria.



Elezioni Universitarie del 14 – 15 Maggio

29 aprile 2008 | Category: Ateneo, Prima Pagina

14 – 15 maggio vota e fai votare l'unica Lista di Ateneo indipendente da Partiti o Movimenti religiosi Lista N° 6 Gulliver – Sinistra Universitaria *FAQ (Domande Frequenti) Chi sono, "quelli del Gulliver"? Un gruppo di semplici studenti di tutte le Facoltà e di tutti i corsi di Laurea senza distinzione di sesso, religione e […]



Un rogo distrugge la sede Gulliver di Medicina

29 aprile 2008 | Category: Ateneo, Medicina

http://it.youtube.com/watch?v=SH4Xdr0QlH8 Alle 3 di notte di lunedì 7 aprile 2008 un rogo di natura incerta distrugge la sede del Gulliver di medicina..ed in attesa di spazi degni della parola Rappresentanza tornano nel tugurio di 3 metri quadrati..con somma gioia di qualcuno!



Innaugurazione sede Gulliver Medicina 2007

29 aprile 2008 | Category: Ateneo, Medicina

http://it.youtube.com/watch?v=Za1sojz8EeU il Video dell'innaugurazione della sde Gulliver di medicina, nel 2007 dopo 10 anni di richieste finalmente anche i rappresentanti di medicina hanno una loro sede, fino a pochi iorni prima erano relegati in uno stanzino di 3 metri quadrati… 



Lista n.6 Gulliver Sinistra Universitaria perché sostenerci

29 aprile 2008 | Category: Ateneo, Prima Pagina

14 – 15 maggio vota e fai votare l'unica Lista di Ateneo indipendente da Partiti o Movimenti religiosi Anche se dichiararsi di sinistra  ultimamente non sembra tanto di moda… ma la parola sinistra per noi ha un significato diverso da quello con cui si definiscono i partiti politici. Noi siamo una gruppo di studenti che […]



Verso il 14 e 15 Maggio…elezioni universitarie 2008

28 aprile 2008 | Category: Ateneo

http://it.youtube.com/watch?v=fA0Jk5ROuPo

video di inizio campagna elettorale elezioni universitarie 14-15 maggio 2008…le api operaie preparano di sabato mattina la campagna elettorale 



Diario di Bordo: resoconti quasi giornalieri di una campagna elettorale

26 aprile 2008 | Category: Ateneo
Presentata la Lista il 24 Aprile,
" NdR: approposito siamo la Lista n°6 Gulliver- Sinistra Universitaria " , dopo aver ricordato e festeggiato il 25 Aprile, oggi Sabato 26 aprile, un gruppo di volenterosi candidati e simpatizzanti del Gulliver si è ritrovato dalle 09.00 alle 18.00 in via saffi per organizzare la "campagna elettorale per le prossime elezioni del 14 e 15 maggio.
 
DIARIO DI BORDO:
 
Atto primo  del diario di bordo:  
 
questa mattina mi sono recato in sede in via Saffi…
Mucciaccia di Art Attac sarebbe stato fiero dello spettacolo:)
Una ventina di ragazzi e ragazze, in una giornata di festa e di bel sole, invece di andare al mare o rilassarsi, si son dati appuntamento in via Saffi alle 9.00 a.m.; stavano lì per scrivere, ritagliare, appiccicare, colorare, insomma per preparare i  manifesti elettorali "riciclati" che sono ormai caratteristici del nostro stile e modo di far campagna.
 
 


Elenco candidati – 2008

26 aprile 2008 | Category: Agraria, Ateneo, Economia, Ingegneria, Medicina, Scienze

La Lista Gulliver presenta i candidati

Consiglio Studentesco: massimo organo di controllo e proposta, formato esclusivamente da studenti; il C.S. designa al suo interno i rappresentanti degli studenti negli organi di governo: l’ERSU, il Consiglio di Amministrazione, il CUS, il Senato Accademico

Consigli di Facoltà di Agraria, Economia, Ingegneria, Medicina: organi di governo dell’Ateneo in cui si parla di didattica e Riforma Universitaria e tutto quello che è inerente ai vari corsi di laurea.

Per il Consiglio di Facoltà di Scienze, abbiamo lasciato spazio alla lista indipendente Darwin, mentre in Consiglio Studentesco abbiamo presentato nostri candidati.

  

 
Consiglio studentesco
1.   Carlo Cotichelli (Economia)
2.   Giorgio Paterna (Economia)
3.   Nicola Alesi (Medicina)
4.   Antonio Leonardo Stoduto (Ingegneria)
5.   Michela Candelma (Scienze)
6.   Irene Argentati (Agraria)
7.   Giacomo Ferroni (Ingegneria)
8.   Attilio Porchia (Ingegneria)
9.   Daniela Ciottariello (Ingegneria)
10.   Giulio Burattini (Ingegneria)
11.   Maurizio D'Ercoli (Economia)
12.   Beatrice Concettoni (Economia)
13.   Martina Mineo (Economia)
14.   Saleh Habiballah (Medicina)
15.   Alice Aggiusti (Medicina)
16.   Luca Paolini (Medicina)
17.   Andrea Baldassarri (Scienze)
18.   Nicoletta Bonventi (Scienze)
19.   Laura Amadi (Agraria)
20.   Lorenzo Ferretti (Medicina)
21.   Francesca Mariscoli (Medicina)
22.   Michele Melillo (Medicina)
23.   Consuelo Ferrini (Medicina)
24.   Paolo Pietkiewicz (detto Swaro) (Ingegneria)
25.   Luca Paciello (Ingegneria)
26.   Mauro D'Addetta (Ingegneria)
27.   Laura Gioiella (Ingegneria)
28.   Andrea Di Francesco (Ingegneria)
29.   Shala Nuredin (detto Dino) (Economia)
30.   Angelantonio D'Amario (Agraria)

Consiglio di Facoltà – Medicina

1.   Nicola Alesi
2.   Luca Paolini
3.   Silvio Giardini
4.   Francesca Gallone
5.   Stefania De Ruvo
6.   Giovanni Grillo Ruggeri
7.   Giovanni Delli Carpini
8.   Saleh Abiballah
9.   Alice Aggiusti
10.   Gloria Mancini
Consiglio di Facoltà – Agraria
1.   Irene Argentati
2.   Laura Amadi
3.   Samanta Batesta
4.   Claudia Grasselli
5.   Luciano Di Nunzio
6.   Roberta  Gatti
7.   Arturo Cappabianca
 8.   Angelo Bonfiglio
 9.   Debora Scriboni
 10.   Attilio Alfino


Mauro Marconi

Consiglio di Facoltà – Economia
1.   Maurizio D'Ercoli
2.   Giorgio Paterna
3.   Carlo Cotichelli
4.   Davide Butani
5.   Beatrice Concettoni
6.   Martina Mineo
7.   Marco Giulietti
8.   Alessandro Medi
9.   Greta Spinsanti
10.   Valeria Cippitelli
11.   Pier Francesco Carone
12.  
 13.   Shala Nuredin (detto Dino)
14.   Ruggero Grilli
Consiglio di Facoltà – Ingegneria
1.   Giulio Burattini
2.   Mauro Candeloro
3.   Marco Giobbi
4.   Mauro D'Addetta
5.   Erika Marconi
6.   Attilio Porchia
7.   Paolo Pietkiewicz (detto Swaro)
8.   Antonio Leonardo Stoduto
9.   Giacomo Ferroni
10.   Andrea Di Francesco
11.   Laura Gioiella
12.   Mariangela Visco
13.   Valentina Rapazzetti
14.   Francesco Ameli
15.   Alessandro Galassi
16.   Francesco Pallottini
17.   Angela Iezzi
18.   Matteo Pietro Aquilano

Consiglio Corso di Laurea (*)

CCL Ingegneria Civile
1.   Mario D'Addario
2.   Mauro D'Addetta
 
CCL CER
1.   Matteo Panichi
 
CCL Edile Architettura
1.   Diego Valà
2.   Alessandra Del Genio
3.   Filippo Tiriduzzi
4.   Serena Scarpini
 
CCL Informatica e Automazione  (Fermo)
 1.   Marco Ferroni

1.
CCL Ambiente e Territorio
  Mariangela Visco
     
 
CCL Telecomunicazioni
1.   Attilio Porchia
2.   Francesco Ameli
     
 
CCL Meccaninca
1.   Andrea Di Francesco
2.   Antonio Leo Stoduto
3.   Giulio Burattini
   


CCL Informatica e
Automazione
1.   Mauro Candeloro
2.   Simone Teodori
3.   Mattia Capestrano
 
CCL Elettronica
1.   Francesco Pallottini
2.   Marco Giobbi
3.   Michele Bussolotto
 4.   Giacomo Ferroni
 
CCL Biomedica
1.   Angela Iezzi
2.   Valentina Rapazzetti
 3.   Andrea Ferretti
   

(*) Dopo che StudentOffice ha presentato un ricorso contro le candidature di Luca Paciello (Telecomunicazioni), Erika Marconi (Meccanica), Herion Kola (Biomedica) e Stefano Carletti (Ambiente e Territorio) perchè studenti della specialistica, togliendo così rappresentanza agli studenti iscritti alle lauree specialistiche… possiamo finalmente pubblicare i nomi dei nostri aspiranti futuri rappresentanti.


Assemblea degli studentati

23 aprile 2008 | Category: Agraria, Ateneo, Economia, Eventi, Ingegneria, Medicina, Scienze

Dopo l’assemblea di metà Febbraio in cui è stata denunciata ai dirigenti dell’ERSU la situazione degradata degli studentati ed in cui avevamo ottenuto piccole ma importanti promesse di miglioramento dei servizi, a due mesi di distanza rincontriamo i dirigenti stessi per fare il punto della situazione su cosa è/non è stato fatto.

 MERCOLEDI' 23 – ORE 18

MENSA DI INGEGNERIA

 



Assemblea Programmatica Gulliver Montedago (MERCOLEDI 23 aula 160/3 ore 13.30)

22 aprile 2008 | Category: Ateneo, Eventi, Ingegneria
 
Progetto Elezioni Universitarie
 

Con questa iniziativa vorremmo dare a ognuno la possibilità di intervenire attivamente nella politica universitaria, valorizzando ogni ipotesi e tentativo di azione che nasce all’interno del  nostro Ateneo. Come sempre cerchiamo studenti di buona volontà che si riconoscano nel modo di operare del Gulliver e che si candidino con noi alle elezioni universitarie; non chiediamo tessere (neanche la nostra), siamo una lista politica, ma non partitica.



Perché ci siamo candidati con la Lista Gulliver

17 aprile 2008 | Category: Ateneo, Comunicato Stampa, Prima Pagina
Siamo 76 studenti universitari, che hanno deciso di prendere un impegno candidandosi alle prossime elezioni del 14-15 maggio. Ci siamo candidati con la Lista Gulliver perchè è da sempre una lista di studenti che hanno deciso di fare volontariato dedicando una parte consistente del loro tempo libero alla politica universitaria. Ma per darci voce e forza il 14 e 15 maggio chiediamo agli studenti di sostenerci; per cambiare insieme la realtà della nostra università è necessario anche il tuo aiuto. Abbiamo scelto di candidarci perché da vent’anni attraverso il Gulliver è possibile portare la voce degli studenti in tutti gli organi dell’Ateneo, spesso sordi alle reali problematiche degli studenti.



Elezioni Universitarie 14-15 maggio

2 aprile 2008 | Category: Ateneo, Prima Pagina
Sono state indette le Elezioni per il rinnovo della Rappresentanza studentesca, si terranno presso i seggi che verranno di seguito elencati il 14 e 15 maggio 2008. Sono aperte le adesioni alla Lista Gulliver agli studenti che si riconoscono nei principi della difesa del diritto allo studio e dei diritti degli studenti. In ogni Facoltà potete recarvi presso le aulette Gulliver per avere maggiori informazioni in merito.


Stimatissimo Presidente Napolitano…

3 marzo 2008 | Category: Ateneo
E' durato pochi minuti l'incontro tra le autorità accademiche e del territorio e il Presidente Napolitano, ma, grazie alla Sua piena disponibilità, sono stati sufficienti per il Presidente del Consiglio Studentesco dell'Università Politecnica delle Marche Giorgio Paterna, e Coordinatore del Gulliver-Sinistra Universitaria, per porre all'attenzione della massima carica dello Stato la lesione costituzionale della non copertura delle borse di studio.


Firmato il Patto di Collaborazione! E subito la nostra proposta per gli studenti lavoratori.

18 febbraio 2008 | Category: Ateneo

Nella seduta di venerdì 15 Febbraio il Senato Accademico ha firmato il Patto di Collaborazione con il Consiglio Studentesco proposto dalla lista Gulliver-Sinistra Universitaria per dare rilevanza ad alcune delle problematiche più urgenti per gli studenti. Abbiamo già cominciato a lavorare nel merito del Patto facendo una proposta di agevolazione all'iscrizione per gli studenti lavoratori.



Modifiche al Regolamento Didattico …la magra consolazione

14 febbraio 2008 | Category: Ateneo

A seguito delle oltre 600 firme raccolte contro la modifica dell'art. 17 del Regolamento Didattico, abbiamo presentato questa nostra posizione in Consiglio Studentesco. Qui, trovando l'unanimità del Consiglio a nostro favore, abbiamo discusso con il Direttore Amministrativo invitato a parteciparvi. Questi ha spiegato che l'intento dell'Amministrazione dell'Ateneo con tale modifica è di permettere la verbalizzazione on-line degli esami, cosicchè non ci siano ritardi o intoppi nella consegna dei registri alle segreterie. Noi non abbiamo trovato alcun collegamento tra il fine spiegatoci dal Direttore e la modifica in discussione.



Assemblea generale degli studentati

13 febbraio 2008 | Category: Ateneo

Venerdì 15 Febbraio 2008 alle ore 18.00 presso la Mensa ERSU di Montedago

La Lista Gulliver organizza un incontro tra gli studenti, il Presidente  dell'ERSU Giacani ed il Direttore Amministrativo Freddari.


Firma per i tuoi DIRITTI e contro le modifiche del regolamento Didattico di Ateneo

4 febbraio 2008 | Category: Ateneo

Il regolamento didattico è stato una garanzia per evitare che i docenti potessero abusare del loro ruolo. Ma… ne vogliamo riparlare?!

No! Su questo non vogliamo cedere di un passo!

I baroni di questa Università vogliono darsi maggior potere nel momento in cui ci valutano, darsi completa autonomia del modo di valutarci senza limitazione alcuna.



Più sei informato e più risparmi. E far politica sana non è poi così difficile…

23 gennaio 2008 | Category: Ateneo, Prima Pagina

E’ innegabile la delusione che molti di noi giovani mostrano verso la classe politica attuale , di qualunque connotazione, eppure far politica a noi sembra una cosa semplice, vuol dire soprattutto stare a contatto con  la gente e conoscerne e condividerne i problemi, la quotidianità. Siamo studenti e viviamo la nostra (vostra) quotidianità, ma rivendichiamo questa capacità di far politica; ci piace individuare i problemi e risolverli, perché li viviamo con voi.



Assemblee Studentati ERSU

10 dicembre 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

La Lista Gulliver promuove le assemblee per gli studenti che usufruiscono di posto letto dell’ERSU per un confronto sulle proposte da presentare all’Ente in materia di riqualificazione e miglioramento strutturale degli studentati.

 

LUNEDì 10 DICEMBRE ore 21.00

Aula Gulliver di Via Saffi

(per i ragazzi di Scosciacavalli, via Saffi e via Matteotti)

  

MERCOLEDÌ 12 DICEMBRE ore 21.00

Circolo operaio "Pietro Ranieri"

 via tavernelle 134

(per i ragazzi di via Petrarca, via Bartolo da Sassoferrato, via Brecce Bianche)

 

GIOVEDÌ 13 DICEMBRE ore 21.00

Studentato di via Lambro – primo piano aula studio

(per i ragazzi dello studentato di via Lambro) 



Il Decreto Mussi ” Blocca Contenziosi” rinvia la sentenza del Tar

3 dicembre 2007 | Category: Ateneo, Comunicato Stampa, Prima Pagina

COMUNICATO STAMPA DELL'UNIONE DEGLI UNIVERSITARI

 In 29 Novembre si è tenuta udienza dinanzi al Tar del Lazio, e a seguito dell’emanazione di un penalizzante decreto ministeriale a soli quattro giorni dall’udienza, il collegio giudicante della III bis ha rinviato al fine di consentire l’impugnazione del decreto stesso da parte dell’Udu: l’udienza si svolgerà il 20 dicembre. L’emanazione di un nuovo decreto, che fra l’altro non è ancora stato reso pubblico, e la mancanza di trasparenza riscontrata nell’iter dei lavori della commissione che ha redatto i quesiti ci inducono a pensare che da parte del Miur  manchi ad oggi la volontà di agire nel rispetto dei principi di buona amministrazione.

 



Vittoria sulle Scuole di Specializzazione di Medicina!!!

23 novembre 2007 | Category: Ateneo, Medicina
A seguito delle nuomerose contestazioni Mussi è tornato sui suoi passi per quanto riguarda il bando di concorso per l'ammissione alle scuole di specializzazione in Medicina. Con tre decreti il Ministro ha anticipato l'esame di abilitazione alla professione medica dal 15 al 6 Febbraio, ha disposto che l'avvio delle scuole di specializzazione sarà per il 10 Marzo e che l'esame di ammissione a queste sarà in una data che sarà a cavallo tra le altre due.


Specializzazioni Medicina: penalizzati gravemente i laureati in corso dell’a.a. 2006/07

12 novembre 2007 | Category: Ateneo, Medicina
  Il Ministro Mussi sembra intenzionato a firmare il Decreto Ministeriale per l’emanazione del bando di concorso per le scuole di specializzazione in Medicina e Chirurgia per l’a.a. 2007-2008, con esame che si terrebbe a fine Gennaio 2008.
 
In questo modo verrebbero esclusi dal concorso tutti i laureati nelle sessioni di Luglio e Ottobre 2007, in quanto possono conseguire l'abilitazione professionale necessaria per accedere al concorso, soltanto nel mese di Febbraio 2008.


Consiglio Studentesco: NO all’esonero dalle tasse alle matricole!!

30 ottobre 2007 | Category: Ateneo

E' stato un Consiglio Studentesco, quello tenutosi il 24 del corrente mese, che se prima si presupponeva abbastanza snello di contenuti, si è poi verificato esserne pieno.
Punti cruciali sono stati quelli che affrontavano l'esonero dal pagamento delle rate per gli studenti che si immatricolavano quest'anno e avevano percepito un punteggio all'esame di Stato di 100 e lode su 100, oltrechè la situazione degli studenti del V.O. e una l'espulsione dallo studentato di alcune studentesse.



Assemblea Studentesca sul Numero Chiuso

11 ottobre 2007 | Category: Ateneo, Eventi, Medicina

Mercoledì 17 Ottobre. ore 14.00 – Facoltà di Medicina

ASSEMBLEA STUDENTESCA sul Numero Chiuso

Per capire le ragioni di una lesione del diritto allo studio e delle possibilità conseguenti di trovare alternativi meccanismi di selezione che non precludano a nessuno la possibilità di dimostrare di essere capace e meritevole di studiare ciò che preferisce.

 



ABBONAMENTI CONEROBUS: già disponibili nei punti vendita

10 ottobre 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Si è chiusa questa partita importante per il miglioramento della condizione studentesca nella "città universitaria" (…).

L'amministrazione della Conerobus ha attivato la procedura, è già possibile sottoscrivere l'abbonamento in tutti gli sportelli al pubblicoI dettagli definitivi  sono stati illustrati oggi mercoledì 17 alla conferenza stampa nella sede della Conerobus che ha ufficializzato l'accordo con la firma delle parti.

 



Depennati i furbetti: a breve le gradiatorie del Test Medicina/Odontoiatria

3 ottobre 2007 | Category: Ateneo, Medicina

Sono state acquisite le carte sequestrate dalla Finanza necessarie per stilare le graduatorie. Il Rettore ha preso visione anche dei nominativi dei 17 sospetti "furbetti" e come da impegni presi in Senato Accademico provvederà a stilarle depennando i "furbetti" i cui nominativi sono stati segnalati dalla Magistratura…

 



Presentato il libro bianco sulle irregolarità nei test di medicina ed odontoiatria

28 settembre 2007 | Category: Ateneo, Medicina

 "Sono  B. M., ho effettuato il Test all'Università  di Ancona, e sono stato trombato per la terza volta. Ne ho viste di tutti colori….ad esempio le buste che ci hanno dato per mettere il tutto, fogli ecc. erano auto incollanti, quelle che si possono riaprire successivamente, e in un lato c'era scritto lato apribile per l'ispezione postale, ed era veramente apribile……il colmo.



Test: a breve le graduatorie depennate

25 settembre 2007 | Category: Ateneo, Medicina
Per dovere di cronaca: sono state acquisite le carte sequestrate dalla Finanza necessarie per stilare le graduatorie. Abbiamo la garanzia che il Rettore  provvederà a stilarle depennando i "furbetti" i cui nominativi non sono ancora stati segnalati dalla Magistratura…


Abbonamenti Speciali per studenti universitari

21 settembre 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina
A TUTTI GLI STUDENTI!!! ATTENZIONE!!!
Non fate subito l'abbonamento annuale alla Conerobus, grazie al nostro lavoro
in Consiglio Studentesco e attraverso il suo (…e nostro…) Presidente Giorgio Paterna,
a breve saranno disponibili abbonamneti a prezzi stracciati…


Il Consiglio Studentesco si pronuncia sul Test

18 settembre 2007 | Category: Ateneo, Medicina

Il 17 settembre 2007 il Consiglio Studentesco si è riunito in seduta straordinaria per discutere delle vicende del Test di ammissione alla Facoltà di Medicina e Chirurgia. Le vicende rimbalzate sulle cronache nazionali per giorni sono oramai note.



Appello dell’Unione degli Universitari per martedì 18 settembre

14 settembre 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

L'Unione degli Universitari lancia un appello per l'adesione alla manifestazione del 18 settembre davanti al Ministero dell'Università per chiedere l'annullamento dei test di Medicina in tutta Italia

Sottoscrivi l'appello!!

Tutte le adesioni

 

Per il Libero Accesso ai Saperi, contro ogni numero chiuso!



Inaccettabili le dichiarazioni di Mussi. Pronti al sit-in… “ANDIAMOGLIELO A DIRE!”

13 settembre 2007 | Category: Ateneo

La lista di rappresentanza studentesca “Gulliver – Sinistra Universitaria” che opera nell’Ateneo dorico ritiene inaccettabile la dichiarazione di Mussi a palazzo Chigi di mercoledì scorso.I test di medicina e odontoiatria devono essere annullati, e se questa decisione non verrà dal Ministro ce la conquisteremo con il ricorso nazionale al Tar, che ha visto fino ad adesso circa 10.000 adesioni.

I test vanno annullati, la L. 264/99 va abrogata e vanno trovati nuovi meccanismi di selezione che siano nel rispetto del concetto comunitario di accesso programmato e non dell’italianissimo numero chiuso.



RICORSO AL TAR Azione Collettiva: Partono le adesioni

12 settembre 2007 | Category: Ateneo, Medicina

Parte la campagna di adesioni per l'azione collettiva che mira ad  annullare i  test di medicina!!!Per partecipare all'azione è necessario compilare i moduli che trovate di seguito  ed inviarli entro e non oltre il 22 Settembre (farà fede il timbro postale) compilati in ogni sua parte all'indirizzo che trovate nel modulo di adesione.



NEWS Test di ingresso e lettera al Presidente NAPOLITANO

12 settembre 2007 | Category: Ateneo, Medicina, Prima Pagina

Martedì 18 ore 14: Manifestazione davanti al Miur

L’Unione degli Universitari – Sindacato Studentesco e il Gulliver – Sinistra Universitaria Ancona reputano insufficiente e sbagliata la risposta al caos di questi giorni sul test d’accesso a medicina fornita oggi dal Ministro Mussi durante la conferenza stampa tenutasi a Palazzo Chigi.

Non è cercando di circoscrivere i problemi in alcuni Atenei “capri espiatori” che si risolve un problema ormai patologico come quello del numero programmato.

Non possiamo permetterci che il prossimo anno tutto questo si ripeta. 



Comunicato UDU su Test d’Ingresso falsati

11 settembre 2007 | Category: Ateneo, Comunicato Stampa
A tutti gli ineressati:
come avrete visto da giornali e TV in questi giorni grazie alla nostra azione è "esploso" il caso sul numero chiuso: in particolare hanno fatto scalpore le domande sbagliate dei test di medicina e odontoiatria (2 domande di medicina sono state annullate dal Ministero, e molte altre le stiamo
segnalando grazie ai suggerimenti degli studenti) e le palesi e gravissime illegalità che ci sono state in vari atenei del sud: il Ministero sta verificando i casi di Messina, Bari, Catanzaro,… e pare che ci sia la concreta possibilità di annullare i test in queste città; a Bari e Catanzaro in particolare sono partite le indagini della Procura.



Il Gulliver chiede l’annullamento del test di ingresso di Medicina

5 settembre 2007 | Category: Ateneo, Medicina, Prima Pagina
Nel test d'ingresso per la Facoltà di Medicina e Chirurgia svoltosi ieri si è verificato l'inimmaginabile. Due domande su 80, precisamente  la numero 71 e la 79 erano senza risposta....da sempre diciamo che i test di selezione sono ridicoli, quest'anno abbiamo la prova della superficialità con cui vengon fatti… 


Tasse: il Gulliver ottiene la divisione dell’aumento sulle due rate

27 luglio 2007 | Category: Ateneo

TASSE: IL GULLIVER OTTIENE LA DIVISIONE DELL'AUMENTO SULLE DUE RATE

Il Gulliver, dopo essersi da solo opposto all'aumento delle tasse (le altre liste hanno votato a favore dell'aumento in Senato Accademico ed in Consiglio di Amministrazione), ha chiesto ed ottenuto che l'aumento (che sarà in media di 100€) venga spalmato sulle due tasse in importi eguali.
Quindi, presumibilmente, la prima rata sarà di 391€ e la seconda avrà un aumento il cui ammontare dipenderà dalla fascia di appartenenza.



Il tesoretto anche a favore dell’Università

16 luglio 2007 | Category: Ateneo

IL TESORETTO ANCHE A FAVORE DELL'UNIVERSITÀ

 Finalmente qualcuno ci ha ascoltato. Il decreto sulla distribuzione dell'extragettito fiscale presentato dal Governo, ed in corso di conversione alla Camera, accoglie le pressanti richieste di tutto il mondo universitario volte all'esclusione del taglio delle spese intermedie previsto dalla Bersani-Visco. Durante l'iter di approvazione della Finanziaria 2007 avevamo infatti, insieme all'Unione degli Universitari, denunciato, oltre che l'insostenibilità del taglio al fondo di finanziamento ordinario agli atenei (che ha portato all'aumento delle tasse universitarie), anche l'assurdità di applicare il decreto "tagliaspese" Bersani-Visco agli Atenei e agli ERSU.



Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari

12 luglio 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

PRIMA SEDUTA DEL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI

 Si è svolta nei giorni di martedì 26 e mercoledì 27 la prima del seduta del C.N.S.U..
Nel primo giorno di seduta il Ministro Mussi è stato presente avviando una discussione con i consiglieri eletti nella lista UdU-Liste di Sinistra, i quali hanno fatto presente la urgente necessità della rivisitazione del DPCM 2001, legge nazionale che disciplina l'erogazione dei servizi ERSU, ancorata tra l'altro ancora ai dati ISTAT del '99. Tra questi interventi, il nostro consigliere del Gulliver, Giorgio Paterna, ha inoltre consegnato le cartoline firmate da 500 studenti del nostro Ateneo che intitolavano "Mussi, ridacci i soldi !!", chiedendo al Ministro di consegnarle al Ministro dell'Economia Padoa Schioppa nel prossimo Consiglio dei Ministri, in cui si discuterà il Dpef. 



Assemblea Straordinaria 14 giugno 2007

12 luglio 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Un'assemblea non si fa a caso…

Il 14 giugno abbiamo tenuto un’assemblea che aveva come scopo la discussione e la risoluzione di alcune problematiche relative a entrambi gli ordinamenti:

Vecchio ordinamento: appelli che mancano, esami e corsi sostenuti in maniera discordante rispetto il proprio corso di studi, ecc…

Valutazione delle lauree magistrali (specialistiche del Nuovo Ordinamento).



IMPORTANTISSIMA Assemblea

9 giugno 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

ASSEMBLEA STRAORDINARIA

giovedì 14 giugno in aula 160/3 dalle ore 15.30

 



Elezioni CNSU

11 maggio 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina
Il 16 e 17 maggio si terranno nel nostro Ateneo le elezioni per il rinnovo dei componenti del CNSU (Consiglio Nazionale Studentesco Universitario).
Si informa che le votazioni si terranno Mercoledì 16 dalle ore 8:30 alle ore 19:00 e Giovedì 17 dalle ore 8:30 alle ore 14:00.
Per votare è necessario un documento di identità, meglio se il libretto universitario.


Stop al caro affitti

26 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Mettersi alla ricerca di un posto letto per uno studente fuori-sede non e’ complicato: basta leggere gli annunci sulle bacheche, e prendere i contatti telefonici. Ma attenzione: non fermatevi ai primi contatti che riuscite a stabilire: ci sono molti approfittatori che affittano a prezzi esorbitanti creando anche qui ad Ancona una situazione di caro-affitti. Non è vero che la richiesta di case supera l’offerta, pertanto non permettiamo a questi signori di aumentare ancora di più i guadagni (spesso neanche dichiarati nelle tasse, quindi sottratti alla collettività) fatti sulla vostra pelle!

La Lista Gulliver dichiara guerra a
Agenzie Immobiliari e Affittacamere disonesti!


A partire dall’ 01-07-2004 tutte le bacheche di Ingegneria sono tenute sotto controllo dai rappresentanti degli studenti della Lista Gulliver che provvedono a rimuovere tutti gli annunci di affitto camere – appartamenti in cui:

 non sia riportata la quota di affitto in euro (con specifica spese incluse – escluse)
 siano riportate quote di affitto per stanze singole e doppie da noi ritenute eccessive
 annunci sospetti saranno consegnati a Codacons e Guardia di Finanza

Le bacheche sono degli studenti: agenzie e affittacamere vogliono usarle per sfruttarci? Noi glielo impediamo anche così!

Denunce e Sequestri contro il Caro Affitti


Prezzo medio stanza singola Novembre 2000 (180.000 – 250.000 lire) pari a 90-125 euro circa, spese riscaldamento e condominio incluse

Prezzo medio stanza doppia Novembre 2000 ( 140.000 – 230.000 lire) pari a 70-115 euro circa, spese riscaldamento e condominio incluse
Siamo nel 2007…  basta fare un confronto con i prezzi del 2000 che all'epoca erano comprensivi anche di  condominio e riscaldamento per vedere come il mercato degli affitti ed il costo della spese annesse siano aumentati anche nella nostra città, anche se meno che in altre. Inoltre fino a qualche anno fà non c'erano i parcheggi per residenti ed il conseguente aggravio del permesso di sosta per chi ha una macchina.
 
I prezzi  di mercato, qui sotto riportati come range, sono in funzione delle caratteristiche dell'appartamento e della sua ubicazione :

Prezzo stanza singola:
130 -200€ spese escluse

Prezzo stanza doppia:
110 – 160€ spese escluse

Un avviso riportante prezzi differenti senza motivazioni verrà rimosso

Si chiede al Personale della Portineria e altre Associazioni e Liste di non rimuovere questo avviso, e se ne condividono gli intenti di contattarci per collaborare in questa operazione di garanzia nei confronti degli studenti fuorisede. Si comunica in ogni caso che l'ubicazione del presente annuncio (1 copia su ciascuna bacheca della Facoltà contenente annunci ) è stata autorizzata dalla Presidenza della Facoltà. Si ricorda che la lotta all'Evasione Fiscale è una priorità per ogni ente pubblico, 


Storia del nostro impegno contro il caro affitti e per i fuorisede

26 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

La Lista Gulliver segue le problematiche degli affitti nella città di Ancona fin dalla sua nascita nel 1987, possiamo sostanzialmente ritenerci soddisfatti del costo medio di un posto letto ad Ancona, soprattutto relazionandoci ai colleghi di Bologna, Urbino per non parlare del Nord.  Dal 1998 quando è stata fatta la nuova legge sugli affitti, che lo ricordiamo introduce la categoria specifica del contratto di affitto concordato per studenti universitari, abbiamo iniziato a produrre materiale informativo e ad interagire costantemente col Comune di Ancona per agevolare la stipula di questi contratti. Riteniamo da sempre uno scandalo il nero sugli affitti, ancor di più ad Ancona che si ritiene una “città di Sinistra”…

Come un tarlo piano piano abbiamo conquistato, attraverso il lavoro in CS, la collaborazione dell’Amministrazione Comunale. Se in altre città universitarie il contratto concordato è stato snobbato, la colpa è degli studenti..non si sono interessati al problema e non hanno fatto capire i vantaggi finanziari alle parti.

Chi sono le parti? Lo studente e il proprietario, se queste stipulano un contratto concordato regolare, e lo depositano al comune di Ancona, possono beneficiare:

  • Lo studente di maggiori garanzie, sia in termini di qualità dell’alloggio, che in ternìmini di costo, infatti a seconda della posizione, delle finiture interne, degli elettrodomestici, etc, si ha un costo massimo fissato dal Comune in accordo con le Rappresentanze degli Studenti, dei Proprietari e del Comune stesso
  • Il Proprietario accede al pagamento agevolato dell’ICI, nei primi 4 anni di applicazione del contratto addirittura non la pagavano e questo ha contribuito fortemente all’emersione del nero.

 

Novità ERSUAd Ancona ad oggi circa il 57% dei contratti sono in regola (più o meno…spesso c’è chi paga in nero una quata…). Oggi c'è un motivo in più per mettersi in regola:  

Il comma 319 dell'articolo unico della legge finanziaria per l'anno in corso ha introdotto una nuova fattispecie di detrazione d'imposta per oneri di reddito complessivo, aggiungendo “i canoni di locazione derivanti dai contratti di locazione stipulati o rinnovati ai sensi della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive modificazioni, dagli studenti iscritti ad un corso di laurea presso una università ubicata in un comune diverso da quello di residenza, distante da quest'ultimo almeno 100 chilometri e comunque in una provincia diversa, per unità immobiliari situate nello stesso comune in cui ha sede l'università o in comuni limitrofi, per un importo non superiore ai 2.633 euro”

 

Sfruttiamo questa opportunità, facciamo emergere ancora di più il nero, noi spingeremo per agevolare ulteriormente l’ICI dei proprietari che emergono dal nero, senza contare che negli ultimi anni la Guardia di Finanza ha ben monitorato il mercato degli affitti nella nostra città..i furbi farebbero meglio a correre ai ripari..

 



Programma per Ingegneria – Elezioni 2006

25 aprile 2007 | Category: Ateneo, Ingegneria

Ingegneria era la Facoltà più vivibile e didatticamente meglio organizzata di tutto l’Ateneo…purtroppo questo è il “passato”! La Riforma Universitaria ha svilito i corsi e la didattica, ha dato carta bianca ai docenti per riorganizzare i corsi e questo il più delle volte ha comportato il tracollo della qualità dei medesimi. Noi in questa occasione siamo “nostalgici”, l’attuale esamificio non ci piace affatto! Ci sentiamo di rappresentare quella massa critica formata dagli studenti del Nuovo Ordinamento che si sentono delusi da quello che viene loro insegnato e soprattutto da come viene fatto, e contemporaneamente dagli studenti del Vecchio Ordinamento che si sentono dimenticati e perseguitati perché non hanno scelto di trasferirsi al N.O.. A tal fine abbiamo allestito una Lista per il Consiglio di Facoltà e per i CCL formata da studenti intenzionati a mettere in discussione l’attuale sistema, cercando di far conciliare quello che di buono c’era nel V.O. (la forma mentis che consentiva allo studente di risolvere problemi complessi, il buon numero di appelli distribuiti durante l’Anno Accademico) e quello che di buono potrebbe esserci nel N.O. (l’eliminazione delle ripetizioni ed una didattica in continua evoluzione, l’utilizzo effettivo dei laboratori), senza dimenticarci che proprio questi nuovi rappresentanti decideranno insieme ai docenti la riduzione degli esami e la riorganizzazione dei corsi che partirà nel 2007/2008.

Nuovo Ordinamento

Dalla loro attivazione, i corsi del Nuovo Ordinamento hanno mostrato tutte le loro debolezze. I 30 esami per Corso di Laurea sono stati decisi non certo in base a cosa gli studenti devono sapere, quanto per permettere ai dipartimenti di spartirsi le varie cattedre. L’elevato numero di esami annuale e l’esiguo numero di ore di lezione (8) associato ai CFU hanno dequalificato la didattica in maniera devastante. Noi di Gulliver siamo stati gli unici rappresentanti degli studenti a proporre un serio e radicale cambiamento della situazione denunciando da un lato l’abbassamento significativo dei contenuti didattici dei corsi, dall’altro l’insostenibilità di 10 esami in un anno e l’insoddisfazione degli studenti. Anche i docenti hanno capito che la strada della riorganizzazione dei corsi, non imposta, ma condivisa con noi rappresentati degli studenti, era l’unica soluzione. Prima della fine dell’anno inizieranno i lavori dei CCL per individuare i nuovi percorsi, impostandoli su un massimo di 22-23 esami al I livello; lo stesso lavoro verrà fatto sulla Laurea Specialistica.
Il problema degli appelli è particolarmente sentito. L’alto numero di insegnamenti accentua ad Ingegneria il problema esami: non è possibile che due esami di uno stesso corso si svolgano lo stesso giorno, alla stessa ora; è necessario che i professori si consultino in fase di compilazione dei calendari d’esame! Inoltre è un atto illegittimo ed il Preside dovrebbe intervenire! In questi 2 anni abbiamo fatto mettere appelli aggiuntivi speciali per gli studenti FC del N.O. e stiamo continuando a chiedere un maggior numero di esami e meglio distribuiti nell’arco delle finestre.
Sosteniamo che i piani di studio debbano essere più flessibili: una maggiore possibilità di scelta per gli studenti stimolerà i professori ad impegnarsi di più ed a migliorare la qualità dei loro corsi, con guadagno sia per gli studenti (miglior didattica e corsi più utili) che per l’Università stessa, che potrà rendere più innovativa la didattica aumentando l’offerta dei corsi complementari, ma questo avrà senso una volta ridotto il numero di esami da 30 a 22.

Vecchio Ordinamento

Sono circa un migliaio abbondante di FC. I vertici della Facoltà ultimamente pensano a loro come a spettri che pagano le tasse; noi rappresentanti del Gulliver abbiamo in molte occasioni richiamato l’attenzione sulla diminuzione degli appelli (rimasti sette all’anno solo grazie a noi!!). Abbiamo bilanciato la riduzione delle sessioni d’esame di laurea da 5 a 4, con il tempo che un tesista ha guadagnato sulle scadenze e con una migliore distribuzione delle sessioni di laurea.
I candidati in CdF della Lista Gulliver chiederanno che:

I casi residui di studenti che devono ancora sostenere esami del biennio siano esonerati dallo scritto e vengano sottoposti solo all’orale
Gli studenti a cui mancano 2-3-4 esami vengano agevolati affinché possano sfruttare “l’ ultima sessione sicura” dell’Esame di Stato (Novembre), sia con un opportuno calendario delle scadenze, che con appelli aggiuntivi per i loro esami mancanti.

Col passare del tempo, per molti si avvicina infatti la scadenza del 2006: a prescindere dai ragazzi di Ancona che sono collegati al Movimento DPR328, come lista Gulliver, attraverso Fabio Rossi consigliere Nazionale al CNSU, abbiamo continuamente sollecitato il Ministero, attualmente ci stiamo impegnando affinché venga data dal Nuovo Governo Prodi una ulteriore proroga al 2007, in attesa che si risolva la questione ed il TAR dia la sua sentenza di legittimità. Se pensate che nel 2004 (l’ultima volta che si è votato) i V.O. di Ingegneria erano più di 2000, capite perché ancora sprechiamo il fiato e ci candidiamo… Siamo certi che solo andando compatti a votare potremo continuare ad opporci alle ingiustizie che, sia chiaro, continueranno a colpirci. Allora è meglio che ci siano in CdF rappresentanti disposti ad alzare le barricate pur di difendere i diritti degli studenti del V.O.!

Edile / Architettura

È l’unico corso la cui durata legale è 5 anni, e contemporaneamente risente della riforma universitaria sia per i crediti che per l’organizzazione didattica; siamo riusciti a mantenere anche per gli Edili/Architetti 7 appelli annui minimi, anzi, mediamente molti docenti ne fissano un numero superiore. In molti tra i ragazzi di Edile/Architettura, si sono complimentati con noi per alcuni articoli apparsi recentemente sul nostro giornalino e relativi ai problemi del loro Corso di Laurea; mettere a nudo un problema, non vuol dire risolverlo; noi vogliamo soltanto esser messi nelle condizioni di seguire un percorso didattico qualitativamente gratificante e ben strutturato e coordinato.
Vogliamo corsi di formazione informatici (autocad, archicad, sap, etc) tenuti dalla Facoltà, per tutti e non gestiti da qualche associazione studentesca, vogliamo che questi corsi diano crediti!

Problematiche comuni a tutti



Autobus, Parcheggi e viabilità: ci siamo battuti sempre per far arrivare un autobus di linea davanti ad Ingegneria, fino ad ora abbiamo ottenuto la Linea 45 (conquista storica del Gulliver ) e grazie al lavoro in C.S. abbiamo ottenuto l’uscita verso la Baraccola sull’asse. Da non sottovalutare la positiva esperienza della linea 46 col parcheggio scambiatore di Tavernelle, abbiamo proposto altre nostre idee all’Amministrazione Comunale, come utilizzare il parcheggio del “Del Conero” e servirlo con bus navetta a Tavernelle. Internamente abbiamo chiesto ed ottenuto la messa in sicurezza dei parcheggi dei motorini attorno alla fontana, e per quanto riguarda il carroattrezzi siamo intenzionati a monitorare il loro operato e relazionare su eventuali “anomalie” in CdA.
Informatizzazione: abbiamo sempre lavorato per migliorare gli Atelier informatici, per dotarli di più plotter a disposizione e per dare strumenti utili di supporto alla didattica; anche grazie alle nostre pressioni la Facoltà ha assunto personale tecnico per seguire queste strutture da noi ottenute. Rimane il problema della manutenzione di stampanti e computer, com’è possibile che a Medicina una stampante dell’Atelier viene riparata dopo due giorni e ad Ingegneria dopo 2 mesi? Abbiamo da tempo chiesto una seconda sala plotter con altre 3 nuove macchine, aspettiamo che il CdF individui un idoneo spazio.
Sito internet e materiale didattico: abbiamo chiesto ed ottenuto da molti docenti l’inserimento in rete di dispense, ed esercitazioni, lavoreremo affinché il materiale a disposizione cresca e venga aggiornato.
Iscrizione agli esami: grazie alle nostre continue segnalazioni negli ultimi due anni, la situazione è migliorata, ma cercheremo sempre di fare proposte per potenziare il servizio.
Igiene, salute, vivibilità e sicurezza: la situazione negli ultimi due anni è migliorata, i bagni sono più puliti, sono quasi sparite le odiose bottigliette di acqua minerale con dentro il sapone, abbiamo fatto rinnovare tutti le suppellettili (dosa sapone, asciugamani elettrici, specchi, etc). Abbiamo chiesto, senza ottenere risposta, armadietti di sicurezza nei corridoi (con rilascio della chiave a gettone), abbiamo chiesto ed ottenuto che le luci nei parcheggi di notte vengano spente alle 22. Ingegneria è un monolite di cemento, vogliamo chieder una maggior presenza di verde sia esternamente che internamente lungo davanzali e corridoi (così si purifica l’aria..); abbiamo inoltre fatto acquistare ed installare tutti gli attuali portacenere esterni, oltre a chiedere ed ottenere una manutenzione e pulizia accurata degli spazi esterni.
Biblioteca: grazie al Consiglio Studentesco il parco libri è in continuo aggiornamento, riteniamo comunque importante ripetere l’esperienza anche in funzione della continua evoluzione dei corsi.
Spazi studio: se cresce il numero di studenti devono crescere anche gli spazi studio, come Lista Gulliver abbiamo contribuito a portare gli spazi di studio, in 5 anni, da 400 a quasi 1500, siamo stati gli unici a protestare per lo scippo della’aula studio di quota 165, risultato di una lotta promossa dalla nostra Lista parecchi anni fa: l’apertura del nuovo plesso ha evidenziato questo problema; cercheremo nuovi spazi da riconvertire ad aule studio per aumentare ulteriormente la disponibilità.
Nuovo plesso didattico: siamo in attesa di sapere l’evoluzione di un progetto a noi molto caro: la realizzazione di una palestra attrezzata e dotata di docce, un regalo per molti studenti universitari.


16 / 17 Maggio 2006 Elezioni Universitarie

Vota e Fai Votare Gulliver
Gulliver



Programma di Ateneo 2006

25 aprile 2007 | Category: Agraria, Ateneo

La Lista Gulliver nasce nel 1987 come lista indipendente di sinistra e dal 1995 diventa lista di maggioranza all’interno dell’Ateneo Dorico. La Lista Gulliver è uscita vincitrice nelle ultime 4 tornate elettorali; questo è stato possibile grazie alla crescente fiducia concessa dagli studenti universitari, che hanno saputo riconoscere l’operato dei nostri rappresentanti nella difesa quotidiana del diritto allo studio, della qualità della didattica e nel miglioramento continuo della qualità della vita degli studenti. Lo strumento di rappresentanza più in vista in mano agli studenti è il Consiglio Studentesco, nato 6 anni fa, che fin dall’inizio è stato guidato dalla maggioranza del Gulliver. Il compito principale del C.S. è quello di interloquire con gli organi accademici e con gli enti locali (Giunta Regionale, Provincia, Consiglio Comunale, ERSU) al fine di far risaltare e risolvere le questioni che, inevitabilmente, si pongono in una città universitaria (affitti, trasporti, borse di studio e servizi in genere).

Ecco i nostri intenti per il futuro


Didattica:controllo attraverso il Consiglio Studentesco della qualità della didattica in tutto l’Ateneo, comprese le sedi decentrate; vogliamo che venga dato un significato ai questionari sulla valutazione della didattica: non possono essere solo strumenti per avere finanziamenti straordinari dal Ministero, inoltre il questionario deve essere gestito a livello di Ateneo dal NIA (nucleo di valutazione di Ateneo, comitato all’interno del quale ci devono essere anche studenti). Siamo contrari ideologicamente ad ogni ipotesi di Numero Chiuso sia al I che al II livello.
Il Garante degli Studenti e l’ufficializzazione della Carta dei Diritti dello Studente: molti Atenei offrono questo servizio agli studenti il Garante è un giurista a disposizione per presentare istanze legali e tutelare i diritti degli studenti. Inoltre ci impegneremo a far si che il Senato Accademico riconosca la Carta dei Diritti dello Studente, un elenco dei Diritti e Doveri degli studenti e dei Docenti.
Informatizzazione e segreterienonostante lo spostamento delle segreterie studenti da via Oberdan alle sedi di Facoltà (avvenuto nel 1996 a seguito di forti pressioni del Gulliver), continua ad essere un’odissea andare a richiedere documenti in segreteria, sia a causa delle file che della disorganizzazione; troppe volte siamo noi rappresentanti a comunicare alla Segreteria Studenti le notizie e delibere dei Consigli (Facoltà, Senato e Amministrazione). Vogliamo in ogni sede uno sportello dedicato alle pratiche veloci (piani di studio, richiesta di laurea e di documenti) e uno sportello dedicato alle pratiche complesse (trasferimenti, iscrizioni e richieste particolari); abbiamo apprezzato i passi in avanti sull’informatizzazione, ma a nostro avviso si può fare ancora molto.
Appelli:Gulliver ha fatto inserire appelli suppletivi per gli studenti fuoricorso, ma non tutti i docenti li fissano correttamente; devono essere previsti appelli suppletivi per gli studenti lavoratori, e soprattutto deve essere sempre rispettato il Regolamento Generale di Ateneo come ad esempio l’ obbligo, per i docenti, di distribuire intelligentemente gli appelli: troppo spesso ci sono studenti che fanno due esami (dello stesso anno e dello stesso ciclo) lo stesso giorno o, in caso fortunato, il giorno dopo.
Materiale didattico:Il materiale didattico di qualsiasi tipo deve essere reperibile presso i centri fotocopie CLUA, nessuno deve essere obbligato a iscriversi ad una associazione per fare delle fotocopie di materiale didattico; denunceremo al Rettore chiunque provi a lucrare sugli studenti! Tutti i docenti (non solo pochi come oggi) devono mettere il loro materiale didattico in rete e devono essere incentivati a farlo; vogliamo materiale di apprendimento e autovalutazione presente su tutti siti delle Facoltà. Deve essere possibile prevedere programmi alternativi e materiale didattico aggiuntivo per gli studenti lavoratori. Chiederemo l’estensione del wireless alle Facoltà dove esso non esiste, proporremo l’utilizzo di studenti part-time della specialistica per dare informazioni sui tirocini e fare tutorato, continueremo a chiedere libri di testo disponibili in un sufficiente numero di copie in tutte le biblioteche e soprattutto pretenderemo il suggerimento dei libri di testo da parte dei docenti.
Spazi di studio:negli ultimi anni grazie al nostro impegno i posti studio nel nostro Ateneo sono triplicati, ma questo non ci basta. Proporremo l’apertura della sala Polifunzionale di Medicina e delle sale lettura della Facoltà di Economia fino alle ore 23. Favoriremo la promozione di attività serali di tutorato rivolte agli studenti lavoratori.
Servizio fotocopie:il servizio è migliorato, ma è troppo costoso: vogliamo spingere il servizio ad abbattere il costo delle rilegature e delle fotocopie fronte-retro (agendo direttamente sul bando di assegnazione); abbiamo apprezzato la disponibilità della CLUA a venire incontro alle esigenza degli studenti, ad esempio con l’offerta in vigore in questi giorni (fotocopie a 4 centesimi anziché 5); chiederemo di far installare un distributore di schede a Scienze ed uno ad Agraria. Chiederemo l’installazione di una macchina fotocopiatrice nel nuovo plesso didattico Montedago Sud.
Bar e distributori automatici:i gestori devono rispettare alla lettera il bando, rendendo disponibili i prodotti calmierati (panini a buon prezzo e primi piatti) dalle ore 12 alle ore 15 di tutti i giorni, se necessario anche su richiesta; i bar devono essere controllati più spesso dall’apposita commissione del Consiglio Studentesco, cercando di non puntare solo sul controllo dei prezzi, ma anche sul livello di igiene del servizio. Per i distributori automatici non accettiamo che il 90% dei prodotti siano della Nestlè. Vogliamo anche prodotti alternativi (del commercio equo e solidale) ed il controllo della qualità dei prodotti e dell’igiene dei distributori del caffé.
Erasmus:dopo la prima bocciatura da parte del Rettore riproporremo, articolandola meglio, la proposta in merito a maggiori finanziamenti per chi parte in Erasmus, verso Paesi in cui si ha un costo della vita superiore a quello italiano. Vogliamo la certezza assoluta dei crediti riconosciuti prima della partenza ed il loro immediato riconoscimento al rientro in Italia. Proporremo un ufficio informazioni, di supporto burocratico all’Erasmus, in ogni polo didattico aperto (sotto bando) e gestito da studenti che hanno fatto l’Erasmus).
CUS: in merito alla convenzione CUS-ERSU-UNIVPM per l’attività gratuita dei borsisti, il CUS non è stato in grado di gestire l’aumento degli iscritti al corso di body-building, trovando come unica soluzione quella di far pagare l’iscrizione anche ai borsisti, violando palesemente la convenzione ERSU. Il nostro impegno sarà quello di pretendere il rimborso dei primi due mesi ingiustamente pagati dai borsisti e fare in modo che venga totalmente ristrutturata e adeguatamente attrezzata una nuova palestra ubicata presso gli impianti sportivi di Posatora, investendo intelligentemente le risorse economiche date in gestione al CUS stesso, senza arrischiarsi in convenzioni con palestre private. Chiederemo sempre maggiore visibilità (bacheche, sito internet aggiornato) e trasparenza nella gestione del CUS, agiremo con l’unico fine di favorire una maggior partecipazione degli studenti alle attività delle sezioni del CUS stesso. Chiederemo che con l’apertura dell’Aragostina venga risolto l’annoso problema dello sportello CUS a Medicina.
Ersu e diritto allo studio: chiediamo che una quota fissa dell’affitto pagato dai borsisti venga utilizzato per la manutenzione e pulizia delle palazzine, pensiamo che il nuovo CDA ERSU si debba impegnare molto sia sul fronte dell’incremento dei posti letto pubblici (nuove palazzine e BUONPASTORE) che della riqualificazione degli studentati, che su nuove soluzioni per i buoni pasto; cercheremo (come abbiamo fatto sino ad oggi) di continuare a garantire l’abbonamento Conerobus gratuito per i borsisti. Interverremo affinché il nuovo DPCM sul Diritto allo studio (fatto dal futuro Governo Prodi) sia migliore dei precedenti; aggiornamento al sistema wireless per la connessione a internet delle palazzine.
Tasse e loro utilizzo: siamo riusciti grazie alla compattezza del Consiglio Studentesco a scongiurare l’aumento delle tasse nel 2002/2003, riuscendo addirittura a farle diminuire per oltre 4000 studenti (alla faccia di chi dice votare non serve?), sempre attraverso il lavoro del Consiglio Studentesco ogni anno vengono stanziati 100.000€ per l’acquisto di nuovi libri per la biblioteca. Proporremo l’istituzione della categoria dello studente iscritto part-time: all’atto di iscrizione gli studenti potranno scegliere un piano di studio ridotto e di conseguenza pagare meno tasse, come già succede in altri Atenei.
Rapporti con gli Enti Locali: grazie al continuo confronto del Consiglio Studentesco con Comune, Regione e Provincia adesso questi Enti sono consapevoli dei nostri problemi e delle esigenze degli studenti universitari, non a caso tutti i candidati a Sindaco della città di Ancona hanno incluso nel loro programma la soluzione delle vertenze portate dal Gulliver in C.S. . Una conquista politica trasversale, grazie alla nostra azione di sensibilizzazione,e ora tutti i politici locali considerano gli studenti universitari come una risorsa da tutelare e non più come semplici ospiti da tartassare.
Servizi e Affitti: Studenti fuorisede una ricchezza, non arance da spremere: Vittoria! Per gli studenti che ne faranno richiesta le bollette dell’acqua avranno le stesse agevolazioni dei residenti. L’obiettivo di questi due anni sarà quello di estendere queste agevolazioni a parcheggi, corrente elettrica, gas. Inoltre vogliamo che agli studenti universitari vengano estese tutte le agevolazioni fino a oggi riservate ai residenti fino al definitivo riconoscimento dello “Status Giuridico di Studente Universitario" una sorta di Residenza Temporanea che duri fino alla conclusione degli studi. Lo abbiamo chiesto per anni, ora lo pretenderemo: assistenza sanitaria gratuita per gli studenti non residenti (basta pagare 15 € per una impegnativa). Chiederemo che gli universitari non residenti possano usufruire di un medico di base .
CNSU: solo da qualche mese il nostro candidato (Fabio Rossi) è stato nominato e fa parte del Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari e come promesso è già riuscito a proporre e far approvare all’unanimità due mozioni: 1) DPCM sanatoria per gli studenti borsisti incorsi nella revoca per precedenti iscrizioni 2) Mozione contro il DPR 328 (Esame di Stato V.O. Ingegneria). Purtroppo la Moratti è stata sorda alle nostre richieste che riproporremo puntualmente al futuro Governo. Inoltre nella commissione didattica Fabio Rossi si è opposto alla riforma e ha sostenuto la proposta di decreto per l’accorpamento degli esami e a favore della mobilità tra Ateneo e Ateneo.
Università motore della sostenibilità Ambientale: i professionisti del futuro non possono “crescere” in un ambiente in cui non si dà nessuna importanza alla tutela dell’ambiente, a tal fine chiederemo, attraverso opportune modifiche delle gare di appalto (dei Bar e dei Servizi Pulizie) che venga effettuata la raccolta differenziata di carta, alluminio, vetro e plastica. Proporremo l’installazione di pannelli termici solari per produrre acqua sanitaria al CUS e dovunque l’investimento risulti vantaggioso.
Studenti stranieri: le “angherie burocratiche” che deve sostenere uno studente straniero sono intollerabili in un paese civile. Chiederemo al Comune di farsi carico di tutte le procedure che attualmente vengono svolte dalla Questura e all’Università di semplificare quelle per il riconoscimento dei titoli di studio.


16 / 17 Maggio 2006 Elezioni Universitarie

Vota e Fai Votare Gulliver
Gulliver



Perché ci siamo candidati con la Lista Gulliver Elezioni 2006

25 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Perché la Lista Gulliver è da sempre una lista di studenti che hanno deciso di dedicare una parte consistente del loro tempo libero alla politica universitaria, per cambiare insieme la realtà della nostra università. Perché da vent’anni attraverso il Gulliver è possibile portare la voce degli studenti in tutti gli organi dell’Ateneo, spesso sordi alle reali problematiche degli studenti.

Quando si vota

Si vota il 16 maggio dalle ore 10 alle ore 18 ed il 17 maggio dalle ore 9 alle ore 17; ogni Facoltà ha il suo seggio. Nelle sedi decentrate si vota solo il 16 Maggio.

Per cosa si vota


 Consiglio Studentesco: è il parlamentino degli studenti, ha funzione consultiva e propositiva oltre a rappresentare tutti gli studenti nei confronti di enti quali Comune, Provincia, Regione e Aziende di Servizi in genere. Si occupa di dare pareri agli altri organi accademici su tutte le questioni che riguardano gli studenti..
 Consigli di Facoltà: sono organi direttivi che hanno il compito di amministrare i fondi che vengono assegnati dal Consiglio di Amministrazione alle Facoltà. Inoltre hanno potere decisionale sulle questioni di didattica e una funzione di controllo sul lavoro dei docenti oltre alla responsabilità sulla gestione delle strutture (spazi studio, dipartimenti, aule).
 Consigli di Corso di Laurea: consigli che riuniscono i docenti e i rappresentanti degli studenti di un singolo corso di laurea e sono molto importanti perché permettono un confronto diretto tra gli studenti e i docenti sui contenuti degli insegnamenti, sulle modalità di esame e sulla didattica in genere. Attualmente sono presenti solo nella Facoltà di Ingegneria, ma l’intenzione della Lista Gulliver è di istituirli anche a Medicina ed Economia.

Cos'è la Lista Gulliver?

La nostra esperienza universitaria è chiara e trasparente, la dicitura “sinistra universitaria” è esclusivamente legata all’area ideale di appartenenza dei nostri candidati, siamo indipendenti da qualsiasi partito politico e manteniamo da sempre un senso critico anche nei confronti dei partiti di Sinistra. A noi interessa la politica universitaria e basta(!!); le esigenze degli studenti, tutto ciò che caratterizza la loro quotidianità, i loro diritti e doveri, didattici e non. La politica esterna ci coinvolge esclusivamente nei rapporti con le istituzioni (Comune, Provincia, Regione e Ministero), ma sempre su tematiche legate alla condizione di Studente Universitario.

Perchè gli studenti negli ultimi 20 anni hanno sempre più premiato la Lista Gulliver?

Perché dopo vent’anni non abbiamo ancora rinunciato a lottare per l’Università degli Studenti. E’ la nostra idea dell’Università, una Università nuova che mette al centro della propria attività la didattica e si impegna a rimuovere tutte le barriere che impediscono l’accesso all’istruzione e più in generale al sapere e alla cultura.
L’Università non è un’azienda che produce laureati e li offre su un piato d’argento al cosiddetto “mercato del lavoro”, l’Università crea sapere e conoscenza da mettere a disposizione degli studenti e dà loro gli strumenti per capire e cambiare la realtà.

Cosa ha fatto Gulliver per gli studenti

Non possiamo dirvelo in così poco spazio, pertanto vi chiediamo di leggere i volantini che nei prossimi giorni vi verranno consegnati dai nostri candidati, vi chiediamo di votare con coscienza e consapevolezza; andare a votare l’ “amico” o il “conoscente che ti ha prestato gli appunti” spesso non significa votare bene…La Lista Gulliver pertanto riempirà questi 5 giorni di campagna elettorale di idee e contenuti, cercherà di convincere il più alto numero possibile di studenti ad andare a votare e cercherà, attraverso “alcuni” volantini tematici, di far si che il voto degli studenti sia sì per il proprio amico/a, ma sia anche un voto ad occhi aperti… perché quell’amico dovrà essere anche in grado di difendere i tuoi diritti!!

Comunque la pensiate, andate a votare!!!

Una alta affluenza alle urne è una gratificazione per tutte le Liste, il lavoro svolto gratuitamente dai rappresentanti degli studenti viene ripagato solo dal consenso e da qualche grazie. Il “peso politico” di un rappresentante è tanto maggiore , quanto più è legittimato; non solo agli occhi degli organi collegiali verso cui noi rappresentati portiamo la voce degli studenti, ma proprio come spinta morale per lo stesso rappresentante.

Questo è il nostro volantino di apertura della campagna elettorale; chiediamo a tutti gli studenti un voto consapevole: andate tutti a votare, ma informatevi e fatevi un’idea prima di decidere … per chi votare!
16 / 17 Maggio 2006 Elezioni Universitarie

Vota e Fai Votare Gulliver
Gulliver



Il nostro impegno – Elezioni 2004

25 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

La Lista Gulliver nasce nel 1987 come lista indipendente di sinistra e dal 1995 diventa lista di maggioranza all’interno dell’Ateneo Dorico. La Lista Gulliver è uscita vincitrice nelle ultime 4 tornate elettorali, questo è stato possibile grazie alla crescente fiducia concessa dagli studenti universitari che hanno saputo riconoscere l’operato dei nostri rappresentanti nella difesa quotidiana del diritto allo studio, della qualità della didattica e nel miglioramento continuo della qualità della vita degli studenti.

Lo strumento di rappresentanza più in vista in mano agli studenti è il Consiglio Studentesco, nato 4 anni fa, che fin dall’inizio è stato guidato dalla maggioranza del Gulliver. Il compito principale del C.S. è quello di interloquire con gli organi accademici e con gli enti locali (Giunta Regionale, Provincia, Consiglio Comunale, ERSU) al fine di far risaltare e risolvere le questioni che, inevitabilmente, si pongono in una città universitaria (affitti, trasporti, borse di studio e servizi in genere).

La Lista Gulliver in questi 4 anni ha guidato il Consiglio Studentesco lavorando con diplomazia per tenere unito l’organo in tutte le richieste avanzate.

L’unanimità espressa più volte dal Consiglio ha effettivamente dato i risultati sperati:

Il mancato aumento delle tasse universitarie è solo un esempio del lavoro svolto (per chi non si ricordasse, il C.S. ha scongiurato l’aumento nell’anno 2002/2003, e grazie al nostro lavoro le tasse per molti studenti sono addirittura diminuite)
La concertazione con la regione Marche ha garantito, a fronte del taglio dei finanziamenti statali, un maggior numero di studenti idonei alle borse di studio (per chi non si ricordasse sempre nel 2002/2003 il passaggio dal sistema ICE al sistema ISEE aveva causato oltre al sopraccitato aumento delle tasse, anche la fuoriuscita dall’ERSU di centinaia di studenti)
Per non parlare dello stanziamento di 100.000€ chiesto a gran voce, ed ottenuto, per l’aumento della disponibilità dei libri delle biblioteche dell’ateneo
Il potenziamento dei trasporti pubblici urbani verso il polo di Monte Dago e verso quello di Torrette, insieme all’abbonamento scontato per gli studenti beneficiari di borsa di studio

Ampie energie sono state spese anche per affrontare le difficoltà insite nel cambio dell’ordinamento universitario voluto dall’allora Ministro dell’istruzione Berlinguer.

La riforma del 3+2 ha dato un duro colpo alla didattica a ha minato il valore della laurea nel mondo del lavoro, la Lista Gulliver, pur essendosi dichiarata contraria a tale svolta, in questi tre anni ha lavorato insieme agli organi accademici per ridurre al minimo le ambiguità e le incoerenze di quella riforma e ammortizzare gli alti costi che gli studenti hanno dovuto pagare con la speranza che il peggio fosse passato.Purtroppo anche questa speranza è stata delusa.

Il ministro Moratti sta preparando un’altra riforma che secondo il parere di tutti gli organismi di controllo formali e informali (Conferenza Dei Rettori, associazioni dei docenti ecc.) andrà a svilire, dopo la didattica, anche tutte le altre funzioni del sistema universitario italiano (tra cui, non da trascurare, tutto il settore della ricerca universitaria).

Sono chiamate in causa la qualità, l’indipendenza e la libertà di ricerca, viene messo in discussione l’accesso stesso ai posti di ricercatore, la gestione autonoma delle risorse degli atenei e persino il ruolo dei docenti.

Oltre alla controriforma, il ministro Moratti ha preparato il nuovo Decreto che regola l’attribuzione delle borse di studio con il quale questo Governo taglierà, tramite requisiti molto restrittivi, il numero di idonei e quindi di borse di studio erogate.

Il Gulliver ha già iniziato la propria opera di informazione e sensibilizzazione all’interno dell’Ateneo nei confronti delle migliaia di studenti interessati al decreto, abbiamo appena concluso una petizione contro il DPCM Moratti che ha raccolto 1651 firme, consegnate sia al nostro Rettore che al Ministro!

Ci stiamo preparando ad opporci al DPCM quando arriverà alla Regione Marche, che dovrà modificarlo ( ci auguriamo in meglio) per adattarlo alla realtà marchigiana.

Per affrontare al meglio le incognite e le minacce che gravitano sul futuro dell’università pubblica la Lista Gulliver da oltre un anno collabora con l’UDU (Unione degli Universitari) e altre associazioni indipendenti, formando gruppi di lavoro su questi temi. Questa collaborazione ha portato alla formazione di una lista unitaria nazionale che vedrà tra i propri candidati Fabio Rossi un rappresentante del Gulliver. Con la candidatura di Rossi il Gulliver ha intenzione di portare la propria esperienza ventennale in campo universitario, e la voce del nostro Ateneo, direttamente al Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari (organo consultivo di valenza nazionale).

Da anni il CNSU è in mano a forze compiacenti e colluse con il Ministero, così che l’unico organo che può esprimere le nostre rivendicazioni nei confronti della riforma è immobilizzato nell’omertà.

E’ contro questo tipo di logica che da anni lavoriamo con passione.

Vogliamo far scontrare le necessità di bilancio, le assurdità e le ambiguità della riforma e di tutti i poteri che fino ad oggi hanno dettato i testi del ministero con le necessità di noi studenti.



Programma di Ateneo 2004

25 aprile 2007 | Category: Ateneo

La Lista Gulliver nasce nel 1987 come lista indipendente di sinistra e dal 1995 diventa lista di maggioranza all’interno dell’Ateneo Dorico. La Lista Gulliver è uscita vincitrice nelle ultime 4 tornate elettorali; questo è stato possibile grazie alla crescente fiducia concessa dagli studenti universitari, che hanno saputo riconoscere l’operato dei nostri rappresentanti nella difesa quotidiana del diritto allo studio, della qualità della didattica e nel miglioramento continuo della qualità della vita degli studenti.

Lo strumento di rappresentanza più in vista in mano agli studenti è il Consiglio Studentesco, nato 4 anni fa, che fin dall’inizio è stato guidato dalla maggioranza del Gulliver. Il compito principale del C.S. è quello di interloquire con gli organi accademici e con gli enti locali (Giunta Regionale, Provincia, Consiglio Comunale, ERSU) al fine di far risaltare e risolvere le questioni che, inevitabilmente, si pongono in una città universitaria (affitti, trasporti, borse di studio e servizi in genere). La Lista Gulliver in questi 4 anni ha guidato il C.S. , quindi tutto quello di positivo che è successo negli ultimi 3 anni ci ha visto protagonisti ( tasse, borse di studio, libri per la biblioteca, etc )!

Ecco i nostri intenti per il futuro


Didattica:controllo attraverso il Consiglio Studentesco della qualità della didattica in tutto l’Ateneo, comprese le sedi decentrate; non accettiamo corsi in cui Docenti “fantasma” si presentano esclusivamente all’esame dopo aver fatto gestire i corsi ad assistenti senza alcuna voce in capitolo! Vogliamo che venga dato un significato ai questionari sulla valutazione della didattica: non possono essere solo strumenti per avere finanziamenti straordinari dal Ministero
Informatizzazione e segreterie:nonostante lo spostamento delle segreterie studenti da via Oberdan alle sedi di Facoltà (avvenuto nel 1996 a seguito di forti pressioni del Gulliver), continua ad essere un’odissea andare a richiedere documenti in segreteria, sia a causa delle file che della disorganizzazione! Vogliamo uno sportello dedicato alle pratiche veloci (piani di studio, richiesta di laurea e di documenti) e uno sportello dedicato alle pratiche complesse (trasferimenti, iscrizioni e richieste particolari); vogliamo un’informatizzazione avanzata delle segreterie studenti, così che da internet si possano inoltrare richieste e formulare domande, dando la possibilità allo studente di recarsi una sola volta in segreteria a ritirare i documenti richiesti
Appelli e materiale didattico:ci stiamo battendo contro la Riforma Moratti che accentua eccessivamente i criteri meritocratici per l’assegnazione delle borse di studio e contemporaneamente vincola l’iscrizione ai secondi livelli al raggiungimento di particolari requisisti di merito; abbiamo gia messo le mani avanti chiedendo a tutti i Presidi di aumentare il numero di appelli. Il materiale didattico di qualsiasi tipo deve inoltre essere reperibile presso i centri fotocopie CLUA, nessuno deve essere obbligato a iscriversi ad una associazione per fare delle fotocopie di materiale didattico; denunceremo al Rettore chiunque provi a lucrare sugli studenti! I docenti devono mettere il loro materiale didattico in rete e devono essere incentivati a farlo
Servizio fotocopie:il servizio è migliorato, ma è troppo costoso: vogliamo spingere il servizio ad abbattere il costo delle rilegature e delle fotocopie fronte-retro; siamo riusciti in extremis a bloccare una vergognosa convenzione stipulata tra CLUA e Student Office, accordo che garantiva ai loro tesserati uno speciale sconto…e fortuna che dicono di difendere gli interessi di tutti gli studenti ( sì, quelli che gli pagano la tessera)!
Bar:i gestori devono rispettare alla lettera il bando, rendendo disponibili i prodotti calmierati (panini a buon prezzo e primi piatti) dalle ore 12 alle ore 15 di tutti i giorni, se necessario anche su richiesta; i bar devono essere controllati più spesso dall’apposita commissione: chiederemo che vengano dati pieni poteri al Consiglio Studentesco
Erasmus:chiediamo maggiori finanziamenti a chi parte per Paesi in cui si ha un costo della vita superiore a quello italiano; garanzie di partenza per quegli studenti che riescono autonomamente ad aprire nuovi canali; certezza assoluta dei crediti riconosciuti prima della partenza e immediato riconoscimento dei medesimi al rientro in Italia
CUS:ci siamo opposti al licenziamento di Franca ed abbiamo avvisato i vertici CUS che la cosa non era stata gradita da noi studenti… i fatti ci stanno dando ragione, il servizio è peggiorato e non poco; il nuovo rappresentante Gulliver al CUS lavorerà per ricucire lo strappo, soprattutto perché sono stati stanziati molti fondi per la riqualificazione definitiva degli impianti di Posatora… vogliamo lasciarli ad uso e consumo dei soli dipendenti??
ERSU e diritto allo studio:in attesa che la Moratti risponda alle nostre provocatorie 1651 firme, con la speranza che il nuovo DPCM sia rivisto, abbiamo avvisato la Regione Marche che, quando il medesimo passerà nelle loro mani, non faremo sconti a nessuno. Da subito ci pronunciamo contro la monetizzazione delle borse (auspicata da Student Office), riteniamo tale proposta deleteria per tutti ( leggetevi l’intervista a Freddari , Direttore Amministr
ativo ERSU di Ancona , sull’ultimo numero del Gulliver e capirete perché… )!
Tasse e loro utlizzo:siamo riusciti grazie alla compattezza del Consiglio Studentesco a scongiurare l’aumento delle tasse nel 2002/2003, riuscendo addirittura a farle diminuire per oltre 4000 studenti (votare non serve?); siamo certi che anche in futuro potremo lavorare in questa direzione. Sempre attraverso il lavoro del Consiglio Studentesco abbiamo fatto stanziare 100.000€ per l’acquisto di nuovi libri per la biblioteca, abbiamo investito in strutture per noi studenti e per i colleghi delle sedi decentrate
Rapporti con il Comune di Ancona: continueremo ad impegnarci per potenziare il servizio di trasporto pubblico per noi studenti: a Torrette la situazione è migliorata, a Montedago, dopo aver fatto nascere la Linea 45 (ottenuta dal Gulliver nel 1997), siamo in attesa di un autobus più grande e corse più frequenti
Servizi e Affitti: Studenti fuorisede una ricchezza, non arance da spremere:sempre in riferimento al Comune di Ancona vogliamo chiarire definitivamente il problema delle bollette maggiorate per gli studenti non residenti (acqua, luce, gas e anche il recente aumento del permesso di parcheggio); il Sindaco e certi suoi concittadini (quelli che ci affittano a prezzi esorbitanti la loro seconda – terza casa… ) devono capire che gli studenti fuorisede (soprattutto Abruzzesi e Pugliesi) sono una risorsa , una ricchezza (economica e culturale) per tutta la città, per questo non vanno spremuti e basta!
CNSU:è stato finora un organo schiavo della Moratti e poco attento alle reali esigenze degli studenti, governato da una maggioranza che ha pensato più a intascarsi i lauti gettoni di presenza piuttosto che a salvaguardare i nostri diritti! Proprio per renderlo un organo efficiente abbiamo candidato il nostro Fabio Rossi nella lista UDU – Sinistra Studentesca
Studenti Stranieri:la Moratti vuole togliere agli extracomunitari i contributi che permettono loro di studiare in Italia (forse l’influenza di Bossi… ), noi ci opporremo a questo modello di università razzista e discriminante. Proprio per questo da sempre candidiamo studenti stranieri nelle nostre liste
Continuare a fare “cose di sinistra”:per concludere vogliamo ricordare con orgoglio le modifiche apportate al Bando part time ( posizione di vantaggio per gli orfani e per studenti provenienti da famiglie numerose), l’automatica allocazione in prima rata per gli studenti che prestano servizio civile o militare e per le studentesse in stato interessante!



Programma della Lista Gulliver 2002/2004

25 aprile 2007 | Category: Agraria, Ateneo, Economia, Ingegneria, Medicina, Prima Pagina, Scienze
La nostra lista ha lavorato molto negli ultimi quattro anni, oltre a tutelare i diritti degli studenti, troppo spesso calpestati, ci siamo mossi a difesa del Diritto allo Studio, stiamo lavorando affinché la Riforma Universitaria non sia un trauma per chi vi passerà, tanto meno per chi vuole concludere il suo percorso con l’attuale ordinamento. La nostra lista, riesce ad interagire con il Comune, la Provincia e la Regione e naturalmente la nostra Università, ottenendo risultati su campi e tematiche da altri trascurati.

Siamo intenzionati a continuare a rappresentarvi muovendoci su questi principi e per questo vi sottoponiamo un programma particolarmente ricco.


Se si sogna da soli è solo un sogno..
Se si sogna insieme è la realtà che comincia!
Le elezioni universitarie si vincono se negli anni passati si è lavorato sodo e soprattutto se non si sono mai ingannati gli studenti. Le elezioni universitarie non si vincono spendendo milioni in manifesti stampati in tipografia. Proprio per questo motivo la nostra campagna elettorale costa solo 250.000 lire

Didattica: con il prossimo anno accademico entrerà in vigore la Riforma universitaria, noi rappresentanti dovremo fare del nostro meglio affinchè nessuno sia penalizzato, a prescindere dal fatto che passi o meno al nuovo ordinamento.


1. Ci prefiggiamo di sorvegliare attentamente sul rispetto delle norme contenute nel Nuovo Regolamento Didattico di Ateneo che tutelano gli studenti e abbattono l’autoritarismo della classe docente.
2. Cercheremo di mantenere, malgrado le difficoltà che giungeranno con la riforma, gli appelli mensili. Proporremo l’eliminazione dei due voti più bassi dal conteggio del voto di laurea come già ad Economia abbiamo ottenuto, a meno che questo non comporti una diminuzione del punteggio massimo assegnato per la tesi.
3. In materia di riforma ci impegneremo a garantire un continuo aggiornamento sull’iter didattico e a lottare per un’applicazione più vivibile della stessa.
4. Il nostro massimo impegno sarà volto a far si che i blocchi creino il minor danno possibile agli studenti del nostro ateneo, siamo fiduciosi che Listaperta dopo averli votati adesso abbia capito l’errore commesso.

Tasse: siamo riusciti nell’impresa di abbassare le tasse agli studenti che prestano servizio civile o militare ed alle studentesse in stato interessante, ci impegneremo affinché lo stesso obiettivo venga raggiunto per gli studenti lavoratori e per i fuoricorso.
Affitti: Continueremo la nostra collaborazione con Comune e Sindacato Inquilini per il nuovo contratto di affitto per gli studenti universitari; venuti a conoscenza dei rincari delle bollette di acqua, luce e gas stabiliti recentemente dal Comune di Ancona, per i non residenti, ci impegneremo a fare pressioni sulla nuova giunta con lo scopo di ottenere riduzioni per gli studenti. Vogliamo che sia aperto presso l’ERSU uno sportello informativo sugli affitti sicuri in Ancona.
Diritto Allo Studio: su questo punto programmatico siamo antitetici a Listaperta. La meritocrazia non può essere predominante in questo campo dove chi è economicamente svantaggiato ha la possibilità di proseguire la sua carriera universitaria solo grazie alla borsa di studio. Lavoreremo affinché il nuovo DPCM sul diritto allo studio non crei scompiglio nel nostro Ateneo. Ci opporremo alla logica dei servizi delegati alle associazioni studentesche o peggio privatizzati.
Ersu: le grandi conquiste di Gulliver in questi ultimi anni vanno mantenute e migliorate, quindi continueremo ad impegnarci affinché tutti gli idonei continuino a risultare beneficiari e nella borsa di studio vengano comprese quote extra per trasporti e per acquisto di materiale didattico, da sommare al buono libri e allo sconto sull’abbonamento che arriverà a tutti i beneficiari come extracontributo alla seconda quota della borsa 2001.
Spazi di studio e biblioteche: Sulle biblioteche il discorso è semplice e lo ripetiamo da anni: i libri di testo a disposizione degli studenti devono essere in numero proporzionale alle richieste, gli orari del prestito esterno devono coincidere con l’orario di chiusura della biblioteca. Vogliamo lavorare per potenziare gli spazi di studio del nostro Ateneo, recuperando locali inutilizzati e garantendo l’apertura delle biblioteche interne agli istituti e dipartimenti. Per noi gli spazi vanno creati, non "esclusivizzati" agli iscritti della facoltà in cui si trovano!


1. Economia: realizzazione di un salone polifunzionale o nelle ex stalle (che a nostro avviso sono fatiscenti e difficilmente recuperabili) o creando un’apposita struttura sul tetto del parcheggio di Villarey, spazio totalmente inutilizzato. Nel frattempo continueremo a spingere per la chiusura dei porticati.
2. Medicina: lavoreremo fin da subito affinché ampi spazi vengano garantiti nel progetto della nuova "Aragostina", nel frattempo abbiamo fatto partire la gara di appalto per il potenziamento delle luci nelle aule studio.
3. Ingegneria: la situazione grazie al nostro impegno è migliorata negli ultimi anni siamo infatti passati da 400 a 800 posti studio. Con la chiusura dei porticati da noi voluta si avranno a disposizione altri 100 posti studio.

Viabilità
:
siamo in trattative con il Comune e la Conerobus per ottenere:


1. una riduzione sul costo del biglietto, specifica per gli studenti universitari.
2. l’istituzione di un apposito autobus navetta che colleghi i tre poli universitari cittadini.
3. l’attivazione definitiva della nuova linea che colleghi la stazione con Montedago.

Studenti Stranieri: i nostri colleghi stranieri ogni anno devono perdere giorni e giorni per rinnovare il permesso di soggiorno per motivi di studio e questo a causa della totale mancanza di supporto da parte dell’Università e della mancanza di collaborazione tra Ateneo e Questura. Ci impegneremo a semplificargli la vita.
Cultura: con una parte dei fondi ERSU stiamo strutturando un progetto che permetta agli studenti di accedere attraverso biglietti scontati ai concerti del PalaRossini (fin da giugno) ed agli spettacoli cinematografici presso il cinema Coppi, Stiamo inoltre trattando con l’Assessorato alla Cultura per una carta giovani ad hoc per noi universitari.
Cus: continueremo a lavorare per potenziare e migliorare le strutture sportive del nostro ateneo:


1. Ampliamento convenzioni con la piscina per avere orari più comodi per gli studenti universitari.
2. Organizzazione di fine settimana sulla neve, come alternativa alla settimana bianca.
3. Potenziare i collegamenti tra il Centro sportivo e la città, tramite autobus navetta.
4. Tentare nuove convenzioni con palestre dislocate nel centro cittadino.
5. Rifacimento manto campi da tennis.

Segreterie Studenti: Lo studente deve avere chiarissimi i passi da compiere per ottenere un servizio dalla segreteria e deve potersi presentare allo sportello una sola volta. Chiediamo distributori di moduli prestampati, possibilità di scaricare da web ogni tipo di modulistica e di ottenere ogni tipo di certificazione. Ovviamente il problema delle segreterie, come quello delle biblioteche, non può essere risolto senza che il nostro Ateneo intraprenda una seria politica del personale.
Erasmus: ci impegneremo per aumentare le convenzioni, soprattutto con i paesi anglofili. Puntiamo alla creazione di uno sportello informativo a cui gli studenti possano rivolgersi per gli stage, i tirocini e le tesi, in Italia e all’estero.
Servizi: vogliamo incrementare i controlli sui servizi interni alle facoltà (Bar, centro fotocopie), valorizzando ulteriormente il lavoro della Commissione Controlli del Consiglio Studentesco (già operativa).
Potere sgli studenti: già ci siamo mossi per far sì che il Consiglio Studentesco sia un organo funzionale e forte, le proposte di modifica di Statuto da noi presentate si spingono in questa direzione: abbiamo chiesto di poter contribuire all’Elezione del Rettore, di poter costringere l’Università a riesaminare il bilancio dell’ateneo, il sistema di tassazione e il piano annuale di sviluppo, qualora se ne ravvisasse la necessità.
Progetto Rua: per favorire un rapporto innovativo tra studenti e città stiamo creando una radio universitaria che verrà gestita dalle varie realtà del nostro Ateneo in totale indipendenza dalle Associazioni Universitarie.



Risultati elezioni CCL

25 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Risultati Consigli Corsi di Laurea

– Facoltà di Ingegneria –

CCL Meccanica
 
Gulliver
130 Voti – 1 Seggio
 
Student Office
158 Voti – 2 Seggi
 
Azione Universitaria
23 Voti – 0 Seggi
 
 
CCL Civile
 
Gulliver
39 Voti – 1 Seggio
 
Student Office
26 Voti – 1 Seggio
 
Azione Universitaria
20 Voti – 1 Seggio
 
 
CCL Ambiente
 
Gulliver
45 Voti – 2 Seggi
 
Student Office
30 Voti – 1 Seggio
 
Azione Universitaria
8 Voti – 0 Seggi
 

CCL Elettronica
 
Gulliver
92 Voti – 2 Seggi
 
Student Office
29 Voti – 1 Seggio
 
Azione Universitaria
20 Voti – 0 Seggi
 
 
CCL Informatica
 
Gulliver
101 Voti – 2 Seggi
 
Student Office
72 Voti – 1 Seggio
 
 
CCL Telecomunicazioni
 
Gulliver
45 Voti – 2 Seggi
 
Student Office
32 Voti – 1 Seggio
 

CCL CER
 
Gulliver
39 Voti – 1 Seggio
 
Student Office
37 Voti – 1 Seggio
 
Azione Universitaria
32 Voti – 1 Seggio
 
 
CCL Edile Architettura
 
Gulliver
165 Voti – 2 Seggi
 
Student Office
127 Voti – 1 Seggio
 
Azione Universitaria
32 Voti – 0 Seggi
 
 
CCL Biomedica
 
Gulliver
41 Voti – 1 Seggio
 
Student Office
56 Voti – 2 Seggi
 



Risultati elezioni CS

25 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Risultati Consiglio Studentesco

Consiglio Studentesco
Votanti: 3807
 
Gulliver
Student Office
Azione Universitaria
La Coccinella
 
1860 Voti
1199 Voti
544 Voti
204 Voti
10 Seggi
6 Seggi
3 Seggi
1 Seggio



Risultati elezioni CDF

24 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Risultati Consigli di Facoltà

CdF Ingegneria
Votanti: 1823
 
Gulliver
Student Office
Azione Universitaria
 
 
919 Voti
627 Voti
277 Voti
 
 
5 Seggi
3 Seggi
1 Seggio
 


CdF Economia
Votanti: 745
 
Gulliver
Student Office
Azione Universitaria
 
 
351 Voti
230 Voti
164 Voti
 
 
3 Seggi
2 Seggi
2 Seggi
 


CdF Medicina
Votanti: 770
 
Gulliver
Student Office
Azione Universitaria
 
418 Voti
310 Voti
42 Voti
3 Seggi
2 Seggi
0 Seggi


CdF Agraria
Votanti: 263
 
Gulliver
Student Office
La Coccinella
Azione Universitaria
 
57 Voti
20 Voti
173 Voti
13 Voti
1 Seggio
1 Seggio
3 Seggi
0 Seggi


CdF Scienze
Votanti: 263
 
Darwin
Student Office
Azione Universitaria
 
140 Voti
77 Voti
15 Voti
3 Seggi
2 Seggi
0 Seggi



Elenco candidati

24 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina


 
Consiglio studentesco
1.   Giorgio Paterna (Economia)
2.   Alessandro Betonica (Medicina)
3.   Giulio D'Alesio(Ingegneria)
4.   Matteo Palmucci (Scienze)
5.   Laura Gioiella (Ingegneria)
6.   Paolo Pietkiewcz (detto swaro) (Ingegneria)
7.   Roberta Gatti (Agraria)
8.   Martino Ruggeri (Ingegneria)
9.   Erika Alessandrini (Ingegneria)
10.   Gloria Mancini (Medicina)
11.   Alice Bartoli (Medicina)
12.   Nicola Alesi (Medicina)
13.   Michele Cucchiarelli (Medicina)
14.   Luca Paolini(Medicina)
15.   Caterina Baiocco (Medicina)
16.   Valentina Michelessi (Medicina)
17.   Fabio Rossi (Economia)
18.   Gerardo De Angelis (Economia)
19.   Umberta Macaluso (Economia)
20.   Michele Morelli (Economia)
21.   Alessandro Pesarini (Economia)
22.   Fabio D'Erasmo (Economia)
23.   Eric Lambert Noumbo (Economia)
24.   Saher Abusaà (Ingegneria)
25.   Nicoletta Bonventi (Scienze)
26.   Prenush Milloshi (Ingegneria)
27.   Andrea Baldassarri (Scienze)
28.   Luca Paciello (Ingegneria)
29.   Claudio Siepi (Ingegneria)
30.   Cristian Di Marco (Ingegneria)

Consiglio di Facoltà – Medicina

1.   Luca Paolini
2.   Valentina Michelessi
3.   Laura Crinelli
4.   Michele Bartoletti
5.   Caterina Baiocco
6.   Gianluigi Nigro
7.   Gloria Mancini
8.   Francesco Micaloni
9.   Alessandro Betonica
10.   Chiara Massaccesi
 
 
Consiglio di Facoltà – Agraria
1.   Roberta Gatti
2.   Luciano Di Nunzio
3.   Arturo Cappabianca
4.   Francesco Mazzone
5.   Attilio Alfino
6.   Paolo Marcella
7.   Matteo Vizzarri


Consiglio di Facoltà – Economia
1.   Fabio Rossi
2.   Giorgio Paterna
3.   Michele Morelli
4.   Gerardo De Angelis
5.   Umberta Macaluso
6.   Ilenia Funari
7.   Vincenzo Schipsi
8.   Alessandro Pesarini
9.   Davide Butani
10.   Maurizio Manca
11.   Daniele Campanella
12.   Felice Di Maro

Consiglio di Facoltà – Ingegneria

1.   Giulio D'Alesio (Ambiente V.O.)
2.   Luca Paciello (Telec. N.O.)
3.   Paolo Pietkiewicz (swaro) (Inf-Aut. N.O.)
4.   Claudio Siepi (Elettr. N.O.)
5.   Saher Abusaà (Elettr. N.O.)
6.   Erika Alessandrini (Edile-Arch.)
7.   Michele Lanari (Mecc. N.O.)
8.   Laura Gioiella (CER)
9.   Matteo Aquilano (Mecc. V.O.)
10.   Cristian Di Marco (Elettr. V.O.)
11.   Mirko Pantalone (Civ. N.O)
12.   Marco Ballatore (Dottorando)
13.   Lorenzo Casaroli (Ing. Pesaro)
14.   Francesco Ameli (Telec. N.O.)
15.   Andrea Di Francesco (Mecc. N.O.)
16.   Mauro Candeloro (Inf-Aut. N.O.)
17.   Valerio Perotti (Elettr. V.O.)
18.   Giulio Burattini (Mecc. N.O.)

CCL Ingegneria Civile
1.   Mirko Pantalone
2.   Mario D’Addario
 
CCL CER
1.   Matteo Panichi
2.   Laura Gioiella
3.   Yashar Talebi
4.   Erika Marconi
 
CCL Edile Architettura
1.   Daniele Pomiri
2.   Giorgia Casagrande
3.   Giampaolo Grilli
4.   Filippo Tiriduzzi
CCL Ambiente e Territorio
1.   Raffaele Verrillo
2.   Carlo Di Giacomo
 
CCL Telecomunicazioni
1.   Francesco Ameli
2.   Stefano Piersigilli
3.   Luca Paciello
 
CCL Meccaninca
1.   Andrea Di Francesco
2.   Galassi Alessandro (Gallo)
3.   Antonio Leo Stoduto
4.   Michele Lanari
5.   Luigi Lorenzetti
CCL Informatica e
Automazione
1.   Paolo Pietkiewicz
2.   Luca Sopranzetti
3.   Mauro Candeloro
 
CCL Elettronica
1.   Claudio Siepi
2.   Harold Felipe Valencia
3.   Martino Ruggeri
 
CCL Biomedica
1.   Giorgio Sernia
2.   Herion Kola



Risultati elezioni CCL

24 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Risultati Consigli Corsi di Laurea

– Facoltà di Ingegneria –

CCL Meccanica
 
Gulliver
178 Voti – 2 Seggi
 
Student Office
127 Voti – 1 Seggio
 
 
CCL Civile
 
Gulliver
95 Voti – 2 Seggi
 
Student Office
29 Voti – 1 Seggio
 
 
CCL Ambiente
 
Gulliver
98 Voti – 2 Seggi
 
Student Office
36 Voti – 1 Seggio
 

CCL Elettronica
 
Gulliver
157 Voti – 2 Seggi
 
Student Office
58 Voti – 1 Seggio
 
 
CCL Informatica
 
Gulliver
69 Voti – 3 Seggi
 
 
CCL Telecomunicazioni
 
Votazioni annullate
per la mancanza
di una scheda.
Si rivota il 26 Aprile.
 

CCL CER
 
Gulliver
37 Voti – 2 Seggi
 
  < table border="1" cellspacing="0" cellpadding="0" width="100%" bordercolor="#ff0000">
CCL Edile Architettura
 
Gulliver
138 Voti – 1 Seggio
 
Student Office
138 Voti – 1 Seggio
 
Per l'assegnazione
dell'altro seggio
si rivota il 26 Aprile.
 
 
CCL Biomedica
 
Student Office
13 Voti – 1 Seggio
 

Elezioni Suplettive 26 Aprile


 
CCL Telecomunicazioni
 
Student Office
25 Voti – 1 Seggio
 
Gulliver
13 Voti – 0 Seggio
 
 
CCL Edile Architettura
 
Gulliver
96 Voti – 1 Seggio
 
Student Office
37 Voti – 0 Seggi
 
 



Risultati elezioni CS

24 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

 

Risultati elezioni consiglio studentesco 

 

Consiglio Studentesco
Votanti: 3090
 
Gulliver
Student Office
Azione Universitaria
Cambio
Studenti di Forza Italia
 
 
1552 Voti
1112 Voti
293 Voti
84 Voti
55 Voti
 
 
10 Seggi
7 Seggi
2 Seggi
1 Seggio
0 Seggi
 


Risultati elezioni CDF

24 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Risultati Consigli di Facoltà


CdF Ingegneria
Votanti: 883
 
Gulliver
Student Office
Azione Universitaria
 
 
797 Voti
503 Voti
67 Voti
 
 

5 Seggi

3 Seggi

1 Seggio

 


CdF Economia
Votanti: 1367
 
Gulliver
Student Office
Azione Universitaria
Forza Italia
 
 
346 Voti
326 Voti
170 Voti
41 Voti
 
 
3 Seggi
2 Seggi
1 Seggio
0 Seggi
 


CdF Medicina
Votanti: 552
 
Gulliver
Student Office
Azione Universitaria
 
 

277 Voti

246 Voti

29 Voti

 
 
3 Seggi
2 Seggi
0 Seggi
 

Nelle facoltà di Scienze e Agraria
hanno vinto le liste indipendenti
Darwin e Cambio


Elenco candidati

24 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

 
Consiglio studentesco
1.   Fabio Rossi (Economia)
2.   Giuseppe Sergi (Economia)
3.   Federica Franco (Medicina)
4.   Alessandro Betonica (Medicina)
5.   Saher Abusaà (Ingegneria)
6.   Valerio Perotti (Ingegneria)
7.   Marco Spinozzi (Ingegneria)
8.   Cristian Di Marco (Ingegneria)
9.   Marco Ballatore (Ingegneria)
10.   Oskar Sanvenero (Ingegneria)
11.   Donato Di Lorenzo (Economia)
12.   Barbara Paradiso (Economia)
13.   Maurizio Manca (Economia)
14.   Alessandro Silvestri (Economia)
15.   Vincenzo Schipsi (Economia)
16.   Domenico Di Nunzio (Agraria)
17.   Cecilia Furlani (Agraria)
18.   Chiara Massaccesi (Medicina)
19.   Silvia Orciani (Medicina)
20.   Matteo Giordani (Medicina)
21.   Sonia Cicconi (Medicina)
22.   Maria Giovanna Piermartini (Medicina)
23.   Paolo Pizzichini (Medicina)
24.   Roberto Centioni (Ingegneria)
25.   Stefano Avino (Ingegneria)
26.   Domenico Paulillo (Ingegneria)
27.   Angelo Di Nella (Ingegneria)
28.   Nadia Arcangeli (Scienze)
29.   Francesco Saracino (Scienze)

Consiglio di Facoltà – Medicina

1.   Federica Franco
2.   Alessandro Betonica
3.   Matteo Potenza
4.   Simone Aspriello
5.   Sonia Cicconi
6.   Yves Kana Mgafack
7.   Chiara Massaccesi
8.   Silvia Orciani
9.   Matteo Giordani
10.   Massimo De Paoli
C.N.S.U.
Fabio Rossi
Lista 1 – U.D.U.


Consiglio di Facoltà – Economia
1.   Fabio Rossi
2.   Vincenzo Schipsi
3.   Donato Di Lorenzo
4.   Gerardo De Angelis
5.   Giuseppe Sergi
6.   Maurizio Manca
7.   Laura Lissandrin (Memole)
8.   Michele Alessandrini
9.   Matteo Fangi
10.   Barbara Paradiso
11.   Alessandro Silvestri "Birba"
12.   Luca Pigliapoco

Consiglio di Facoltà – Ingegneria

1.   Roberto Centioni (Mecc. N.O.)
2.   Cristian Di Marco (Elettr. V.O.)
3.   Erika Alessandrini (Edile/Arch)
4.   Marco Ballatore (Mecc. V.O.)
5.   Oskar Sanvenero (Mecc. V.O.)
6.   Saher Abusaà (Elettr. N.O.)
7.   Valerio Perotti (Elettr. V.O.)
8.   Laura Ercolani (Civile N.O.)
9.   Giulio D’Alesio (Ambiente V.O)
10.   Vincenzo Paparusso (Amb.V.O.)
11.   Marco Giannini "Ise” (Civ. V.O)
12.   Luca Paciello (Telecomun. N.O.)
13.   Mauro Mazzieri (Elettr. V.O.)
14.   Stefano Avino (Civile N.O.)
15.   Alessandro Moretti ( Amb. N.O.)
16.   Mirko Pantalone (Civile N.O.)
17.   Domenico Paulillo ( CER)
18.   Lorenzo Zannini (Mecc. N.O.)

CCL Ingegneria Civile
1.   Stefano Avino
2.   Mirko Pantalone
3.   Laura Ercolani
4.   Mario D’Addario
 
CCL CER
1.   Domenico Paulillo
2.   Laura Gioiella
CCL Ambiente e Territorio
1.   Raffaele Verrillo
2.   Alessandro Moretti
 
CCL Telecomunicazioni
1.   Luca Paciello
2.   Angelo Di Nella
 
CCL Meccaninca
1.   Roberto Centioni
2.   Lorenzo Zannini
3.   Michele Lanari
CCL Informatica e
Automazione
1.   Paolo Pietkiewicz
2.   Luca Golob
3.   Cesarantonio Di Menno Di Buccanico
 
CCL Elettronica
1.   Marco Cecconi
2.   Claudio Siepi



Sedi decentrate dell’UNIVPM

23 aprile 2007 | Category: Ateneo

 

Nel 1995/96 il Consiglio di Facoltà di Ingegneria fu portato a decidere se e quando aprire dei diplomi in Ingegneria in sedi Universitarie decentrate presso i comuni di Fermo e Fabriano; l'obiettivo era raggiungere e strappare alla concorrenza (degli altri Atenei) una parte del territorio marchigiano particolarmente interessante da un punto di vista produttivo ed economico. Durante la fase dibattimentale i Rappresentanti degli studenti della Lista Gulliver in Consiglio di facoltà di Ingegneria espressero le loro perplessità a questo progetto.

Le nostre perplessità era di due tipi:

 il rischio di aprire troppo ai privati e quindi di schiacciare anche la didattica e la formazione rispetto alla realtà locale (Merloni a Fabriano e le industrie calzaturiere a Fermo)
 il mancato controllo da parte di noi rappresentanti sulla reale condizione di vita, diritti e servizi offerti ai nostri colleghi "decentrati".

L'ormai ex-rappresentante in CdF (ora illustre ing.) Stefano Pennesi, concluse il nostro intervento con una durissima "arringa" in cui tra l'altro si sfidavano i docenti a garantire a i futuri colleghi "decentrati" gli stessi diritti che si erano garantiti ad Ancona.

La conferma dei nostri timori…

Fin dall'inizio il livello di controllo della nostra Lista sulle due sedi di Fermo e Fabriano fu sufficientemente alto, anche grazie ad alcuni ragazzi di Ancona che studiavano in suddette sedi.
Nel 1997 nel corso di Fabriano non venne attivato il primo anno poiché la locale "Confindustria" non sganciava i quattrini… le nostre iniziali critiche avevano trovato una triste conferma, eravamo ad un livello di compravendita altro che mercificazione…

Oggi

In quegli anni la Lista Gulliver boicottò attraverso manifesti e volantini le iscrizioni ai diplomi di Fermo e Fabriano denunciando la situazione paradossale creatasi a Fabriano. Negli ultimi anni sono stati riscritti tutti i "contratti" tra Università e Enti gestori, si è tra l'altro passati dai Diplomi alle Lauree di primo livello. Anche la nostra posizione si è ammorbidita poiché abbiamo riscontrato una maggior serietà di gestione del tutto, ed il Preside di Ingegneria, Prof. Giovanni Latini si è reso disponibile ad un maggior lavoro di controllo in primis da parte delle autorità accademiche. Nel frattempo sono nate altre sedi decentrate, la più importante è quella di Ingegneria a Pesaro, ma non dimentichiamo per Economia la sede di Jesi.

Come tutelare e rappresentare gli studenti universitari iscritti all'Ateneo Dorico, ma che frequentano i corsi ai "confini dell'Impero" ?

Innanzitutto bisogna chiarire che senza la collaborazione e l'interesse degli studenti "in loco" tutti i nostri sforzi sono e saranno vani. Quindi l'unica possibilità che gli studenti delle sedi decentrate hanno di integrarsi pienamente e di migliorare le loro condizione è quella di impegnarsi in prima persona; questo vuol dire contattare i rappresentanti degli studenti di Ancona e cercare di collaborare con loro segnalandoci, ad esempio per posta elettronica, ogni sorta di problema o disfunzione che hanno.

Inoltre l'unica garanzia di un cambiamento radicale è quella di mettersi in gioco in prima persona e quindi candidarsi con una lista alle elezioni universitarie (ce ne sono per tutti i gusti…); cosa ancor più positiva sarebbe creare anche nelle sedi decentrate dei luoghi di incontro e discussione, come sono le aule delle associazioni ad Ancona.

Dal canto nostro abbiamo già iniziato a fare dei controlli, visitando le sedi di Fermo, Fabriano e di Pesaro: ad ogni controllo abbiamo effettuato una relazione con cui abbiamo evidenziato le disfunzioni emerse nei nostri sopralluoghi.

Sunti dei resoconti sono disponibili nelle altre pagine web da noi dedicate alle sedi decentrate.

Altre Risorse

 Sopralluogo Fermo – Marzo 2002
Sopralluogo Fermo – Luglio 2002
Sopralluogo Pesaro – Maggio 2002
Sopralluogo Pesaro – Aprile 2003
Sopralluogo Jesi – Aprile 2003
Sopralluogo Fabriano – Aprile 2003
Contattaci a:
 
ingegneria@gulliver.univpm.it
 
gul
liver_fermo@hotmail.com



Sopralluogo Fermo – marzo 2002

23 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Relazione sul sopralluogo a Fermo del 19/03/2002

Per conoscere la situazione in cui versano gli iscritti all'Università degli Studi di Ancona frequentanti le sedi distaccate di Fermo, Pesaro e Fabriano, il Consiglio Studentesco ha iniziato un'opera di monitoraggio interessata a valutare la condizione didattico -logistica di tali studenti.

Il primo incontro è stato effettuato a Fermo, ed abbiamo visitato le strutture didattiche fornite all'Università dall'E.U.F. (Ente Universitario Fermano) riscontrando enormi disagi, qui di seguito riportati:.

Strutture Didattiche e Laboratori

Le sedi di "Palazzo Sassatelli" e "Bambin Gesù" presentano non pochi problemi:

Aule di lezione non sufficienti, lezioni sovraffollate, arredi non conformi alle norme antincendio (vedi tende e sedie in materiale non ignifugo), assenza di uscite di sicurezza presso Palazzo Sassatelli. L'unica uscita di sicurezza al piano terra della sede del Bambin Gesù, che dà su un prato esterno (adibito a campo di calcetto) vogliono chiuderla perché se i ragazzi entrano con la scarpe sporche di terra imbrattano i pavimenti!!!
Gli orari delle lezioni spesso sono tali da trascurare che per spostarsi da una sede all'altra a piedi, vista l'assenza di mezzi pubblici, la percorrenza è di 20 minuti
Per effetto della Riforma alcune lezioni del terzo anno sono state spostate agli anni precedenti, procurando un aumento dei frequentanti i corsi
In più di un'occasione le aule ed i laboratori informatici vengono utilizzati dagli studenti di Macerata, che seguono i corsi di Conservazione dei Beni Culturali
Ci sono corsi fondamentali dello stesso anno le cui ore si sovrappongono, ma pagare le tasse non ci consente l'ubiquità…
In entrambe le sedi tanto le aule, quanto i laboratori e la biblioteca sono posti ai piani superiori, impedendo l'accesso ai portatori di handicap i quali non potrebbero nemmeno entrare in facoltà, dato la presenza di scale e gradini, e l'assenza di una rampa
A proposito dei laboratori, risultano chiusi e inaccessibili in assenza di tecnico, c'è per esempio l'aula didattica con 15-20 Pc che può essere usata solo se il docente ne autorizza l'accesso, solitamente questo avviene la settimana che precede l'esame, in quanto lo stesso prevede la prova pratica… essendo l'aula informatica chiusa da un mese per ristrutturazione, gli studenti non hanno possibilità di accesso ai Pc.
A proposito della biblioteca, invece, nel 2000 è stata deliberata una spesa di 20 milioni di lire per l'acquisto di libri che non sono mai arrivati. Solo 3 anni fa, la commissione europea del progetto Campus ha assegnato uno zero alla "biblioteca" della sede di Palazzo Sassatelli. La situazione attuale vede un armadio di ferro semivuoto in cui la maggior parte dei testi sono delle scuole superiori e relativi solo ad Analisi, Chimica e Fisica, qualcosa di informatica e di inglese. Quanto meriterebbe ora la "biblioteca"?…
Gli studenti avrebbero a disposizione un'aula multimediale. Perchè "avrebbero"? Perché loro l'hanno vista solo il giorno dell'inaugurazione in "telepresenza" del Rettore, ma da quel giorno viene usata dall'E.U.F. per uso proprio (corsi di aggiornamento del Comune e lezioni di Macerata), le chiavi erano custodite, fino a qualche tempo fa da privati. Ora si ignora se le chiavi ce l'ha L'EUF o il Comune di Fermo
Infine gli studenti non hanno mai sentito parlare di tutorato nè di coadiutori didattici e visto che i docenti non possono garantire la loro quotidiana e continua presenza, né comunicano un orario di ricevimento, ci sembra un'ottima alternativa per consentire un supporto didattico

Problemi burocratici e riconducibili all'E.U.F

Il personale fornito dall'E.U.F. non si dimostra qualificato a livello di segreteria studenti giacché ignora la risposta alla maggior parte delle informazioni necessarie agli stessi, ma siamo certi che le responsabilità siano attribuibili anche alla sede centrale (Ancona) che non informa costantemente le sedi decentrate…
Il personale non docente (bidelli) sono convinti di avere a che fare con studenti delle superiori e allora si prendono la libertà di dire loro addirittura di rimanere confinati nelle aule durante le pause di lezione
La gestione degli studenti part-time viene mal amministrata dal personale dell'EUF, l'organizzazione dei turni e della aperture dei laboratori viene imposta in base alle esigenze quotidiane: "oggi c'è poca gente, chiudi prima l'aula didattica e la biblioteca", creando disservizi. Non ultimo, ieri l'E.U.F. ha deciso di chiudere le strutture gestite dai part-time fino al 5 aprile…
Lo stesso orario di apertura di sportelli e in alcuni casi delle sedi è gestito arbitrariamente, e durante l'inverno presso il Bambin Gesù il riscaldamento viene acceso o spento a seconda del numero degli utenti
Quando i docenti comunicano variazioni sugli orari delle lezioni o relative ad esami, il personale dimentica spesso di informarne tempestivamente gli studenti, creando disagi quasi quotidianamente
L'apertura di tutte le strutture gestite dal part-time potrebbe essere garantita da una efficiente turnistica… basterebbe volerlo (e siamo in una Facoltà di Logistica)!!
Il personale ha ricevuto direttive dall'E.U.F. di prendere il nominativo dello studente che usando l'unica fotocopiatrice fornita dall'ente ne causi, anche involontariamente, la rottura o l'inceppamento, così da potergli addebitare le spese di manutenzione.

Infine, ma non per questo meno importante, né trascurabile, l'aspetto economico

Non esistono agevolazioni per gli studenti che usufruiscono dei mezzi pubblici
L'E.R.S.U. rimborsa gli affitti limitatamente ai contratti concernenti il comune di Fermo, i cui prezzi lievitano. Da considerare l'assenza di contratto calmierato…

Le richieste degli studenti di Fermo sono:


Assegnare al Consiglio Studentesco la piccola aula (al primo piano di Palazzo Sassatelli) adiacente la biblioteca, attualmente non utilizzata e arredata da un tavolo ed un paio di sedie, in rappresentanza dello stesso, il quale comunicherà i nominativi degli studenti autorizzati ad usarla
Di poter segnalare, attraverso il Consiglio Studentesco, ai responsabili dell'Ateneo e dell'EUF i nominativi di almeno 3 studenti, che in mancanza di rappresentanti regolarmente eletti, possano partecipare con diritto di parola alle riunioni del EUF e dei consigli di laurea di Fermo
Installare una bacheca a Palazzo Sassatelli ed al Bambin Gesù in cui poter affiggere informazioni e materiale di sensibilizzazione; gli studenti autorizzati dal Consiglio Studentesco saranno i soli autorizzati a rimuovere il materiale
l'iscrizione elettronica agli esami, vista l'inefficienza della segreteria che dovrebbe essere urgentemente sottoposto a corsi di aggiornamento presso la sede di Ancona.
Il ripristino di tutti i servizi, coperti dai part-time, attualmente sospesi. Si ricorda che il laboratorio di Informatica dell'Università è chiuso fino a data da destinarsi per manutenzione. Si fa presente che nel Laboratorio ci sono solo 5 Pentium 166, il cui problema era il collegamento ad Internet. Nessun guasto hardware, almeno fino al giorno prima della chiusura dello stesso.

Il Presidente del Consiglio Studentesco Raffaele Cerulli




Sopralluogo Pesaro – Maggio 2002

23 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Il Polo Universitario di Pesaro

Problematiche, proposte e attori da coinvolgere

Il presente documento scaturisce da un colloquio avuto ai due estensori del Consiglio Studentesco, Renzo Barilari e Flavio Venturelli (rappresentanti in CdF Ingegneria) con il prof. Giacchetta (delegato del Preside per la sede distaccata di Pesaro). Alcune proposte sono state già discusse durante l'incontro, altre sono nate dall'attenta riflessione che ne è seguita.

Le tematiche da affrontare, a nostro avviso, sono le seguenti

Rappresentanza Studentesca: riteniamo necessaria la formazione di una commissione paritetica composta da studenti, Comune di Pesaro e Università di Ancona, altresì importante è la presenza di uno studente iscritto presso la sede pesarese come uditore fisso presso il Consiglio di Facoltà di Ingegneria.
Rapporto con il Comune di Pesaro, in quanto parte del Consorzio Pesaro Studi: sono necessari adeguati spazi per lo svolgimento sia delle attività didattiche che di quelle di studio a disposizione sia degli studenti che dei docenti: aule per la didattica, per il ricevimento dei docenti, per le rappresentanze studentesche; sono necessari altresì orari dei trasporti pubblici adeguati all'uso delle strutture stesse.
Rapporto con Comune e rappresentanze delle attività produttive locali: creazione e gestione dei periodi di tirocinio
ERSU: individuazione di una appropriata struttura convenzionata per il servizio mensa
Amministrazione Universitaria: attribuzione di un numero di studenti – part time adeguato ai servizi necessari
Organizzazione della Didattica: è necessario un miglioramento del servizio biblioteca, con l'acquisto di nuovi libriaggiornati con le specifiche della nuova riforma, dell'atelier informatico, negli appelli d'esame e nel ricevimento dei docenti

Proposte

Rappresentanze Studentesche: La gestione del Corso di Laurea di I livello è affidata al Consorzio Pesaro Sudi, al cui interno le competenze sono dell'Università di Ancona per quanto riguarda la didattica e del Comune di Pesaro per quanto riguarda la struttura. Dal momento che gli studenti sono i fruitori del servizio, chiediamo la costituzione di una commissione composta dai rappresentnanti delle tre parti (Comune,Docenti,Studenti). I temi più urgenti da affrontare in maniera paritetica sono la gestione degli spazi, dei trasporti, il problema della mensa e i tirocini. E' auspicabile che la rappresentanza studentesca presso la suddetta commissione sia ammessa come Uditore presso il Consiglio di Facoltà di Ingegneria, ad Ancona.
Spazi e Strutture: Il problema degli spazi presenta vari aspetti di tipo logistico. Occorre l'apertura di un'aula di studio a disposizione degli studenti. E' necessario altresì uno spazio per il ricevimento degli studenti da parte dei docenti. La possibile soluzione potrebbe essere costituita dall'utilizzo di alcuni spazi all'interno del complesso delle ex Poste e Telegrafi. Le associazioni studentesche dovrebbero avere un'aula a loro disposizione, così come avviene nella sede centrale di Ancona, in particolare per l'ACU Gulliver, che è l'unica a offrire una rappresentanza reale degli studenti pesaresi.
Trasporti: Sono necessarie corse più frequenti negli orari di punta dell'utilizzo attuale e futuro della struttura universitaria (7.00-8.00; 12.00-13.00; 17.00-18.30).
Mensa: Auspichiamo una struttura individuata nelle immediate vicinanze della sede universitaria.
Studenti Part-time: A nostro avviso sono necessarie 5 persone per svolgere i servizi normalmente loro affidatagli. Una persona presso i servizi di segreteria, due presso la biblioteca, una presso l'atelier informatico ed infine una per l'apertura pomeridiana della sede.
Organizzazione Didattica: La regolamentazione delle date degli appelli, dell'orario di ricevimento dei docenti e degli altri aspetti organizzativi deve avvenire previa la consultazione diretta degli studenti.

15 Maggio 2002, gli estensori Renzo Barilari e Flavio Venturelli


Sopralluogo Fermo – luglio 2002

23 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Relazione sul sopralluogo a Fermo del 16 Luglio 2002

Alla Cortese attenzione del Magnifico Rettore
dell'Università degli Studi di Ancona

E p.c. alla Cortese attenzione del
Chiarissimo Preside della Facoltà di Ingegneria

Alla Cortese attenzione dei membri del Consiglio Studentesco

Oggetto: Relazione sopralluogo a Fermo svolto in data 16.07.2002

Dopo il primo sopralluogo effettuato ad inizio anno, dopo una precisa serie di segnalazioni alla Vostra attenzione, eravamo fiduciosi che la situazione sarebbe cambiata in meglio. Purtroppo non è successo nulla di nuovo ed anzi abbiamo assistito ad un continuo latitare dell'EUF e ad un grave peggioramento dei servizi.

Oltre a riconfermare tutte le osservazioni precedentemente sollevate e l'immobilità burocratica dell'EUF dobbiamo aggiungere due nuove questioni.

Convenzioni
L'EUF da alcuni anni aveva stipulato una serie di convenzioni con alcuni negozi, palestre, piscine, campi sportivi. Questo elenco di convenzioni non era mai stato pubblicizzato tra gli studenti, conseguenza di ciò nessuno studente ha usufruito di suddetti vantaggi, considerando il fatto che l'EUF non si è preoccupato di rinnovarle, i gestori di negozi e strutture sportive hanno considerato le medesime scadute. Quest'anno l'EUF ha pubblicizzato le convenzioni, e gli studenti hanno risposto positivamente, purtroppo i negozianti non le applicano poiché le considerano scadute. Chiediamo che vengano ripristinate da Settembre e che vengano degnamente pubblicizzate.

ECDL
Gli studenti di Fermo, Fabriano e Pesaro, hanno diritto come iscritti all'Ateneo di Ancona alla patente informatica europea, così come è strutturata per i loro colleghi di Ancona. In ciascuna di queste tre sedi decentrate sono presenti strutte presso le cui sono effettuati e corsi e le verifiche per il conseguimento della patente. Molte di queste hanno sede in strutture pubbliche legate al mondo dell'Istruzione (ad esempio a Fermo l' ITIS Geometri), riteniamo possibile con un minimo di impegno realizzare delle convenzioni con suddette strutture per consentire ai nostri studenti il conseguimento nella loro sede decentrata di tale ECDL.

Con la presente si comunica inoltre che il Consiglio Studentesco ha istituito una commissione di indagine sulla condizione studentesca nelle sedi decentrate in quanto riteniamo importante tutelare anche questi colleghi.

Di conseguenza Vi invitiamo a rispondere ai nostri stimoli e suggerimenti poiché il livello di eccellenza del nostro Ateneo non può prescindere dalle sedi decentrate.

Raffaele Cerulli – Presidente Consiglio degli Studenti

Michele Cerulli – Membro Consiglio di Facoltà di Ingegneria



Sopralluogo Pesaro – aprile 2003

23 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Relazione sul sopralluogo a Pesaro del 15 Aprile 2003

Alla Cortese attenzione del Magnifico Rettore
dell'Università degli Studi di Ancona

E p.c. alla Cortese attenzione del
Chiarissimo Preside della Facoltà di Ingegneria

Alla Cortese attenzione dei membri del Consiglio Studentesco

Oggetto: Relazione sopralluogo a Pesaro svolto in data 15.04.2003

Per conoscere la situazione in cui versano gli iscritti all'Università degli Studi di Ancona frequentanti le sedi distaccate di Jesi, Fermo, Pesaro e Fabriano, il Consiglio Studentesco ha iniziato un'opera di monitoraggio interessata a valutare la condizione didattico -logistica di tali studenti.

Aule di lezione e spazi studio
In seguito all'interesse che i corsi di Pesaro hanno riscosso, soprattutto nel corrente anno accademico, gli spazi a disposizione degli studenti iniziano ad essere stretti. Inoltre la convivenza nelle stesse strutture con i corsi di Urbino crea diversi problemi relativamente alle aule di lezione. Gli studenti lamentano l'impossibilità di studiare all'interno della sede universitaria per mancanza di aule studio.

Aule Informatiche
Si segnala che 17 computer sono ad oggi inutilizzati perché non vi è uno spazio adeguato dove realizzare un atelier informatico, si segnala che in questo modo si è vanificato un acquisto fatto con i soldi pubblici e questo è a nostro avviso doppiamente grave.

Apertura Piano Superiore
Siamo a conoscenza che i problemi sovracitati saranno risolti una volta che verrà aperto il nuovo pano da assegnare interamente alla Facoltà di Ingegneria, ma a quanto ci è stato riferito i lavori latitano da diversi mesi, ci auguriamo quindi che questi spazi siano disponibili a breve.

Rappresentanze e Spazi
Si chiede inoltre di poter installare una bacheca in cui poter affiggere informazioni e materiale di sensibilizzazione; gli studenti autorizzati dal Consiglio Studentesco e lo stesso personale dell'Università potranno affiggere materiale informativo e culturale. Inoltre in previsione delle elezioni universitarie di Novembre 2003 si chiede di prevedere uno spazio nei nuovi locali da adibire ad aula rappresentanti.

Materiale Didattico
Gli studenti lamentano il pessimo stato della fotocopiatrice, che non risulta essere quasi mai funzionante causando gravi disfunzioni e soprattutto obbligando gli studenti a fare a meno del materiale didattico messo a disposizione dei docenti. La medesima è di proprietà di una cartoleria è non stata assegnata tramite gara di appalto, quindi la manutenzione è molto sporadica. Chiediamo che il servizio venga sostituito immediatamente e che venga stilato un contratto in modo da rendere vincolante la manutenzione della macchina.

Problemi di sicurezza
L'assenza di una stanza fornita di appositi armadietti di custodia crea non pochi problemi al personale che deve custodire materiale come microfoni, proiettori e lavagne luminose; la convivenza con Urbino inoltre causa equivocità delle responsabilità e spesso il materiale viene prelevato e non restituito dai responsabili dell'Ateneo di Urbino anche se di proprietà di Ancona. Si chiede quindi di dotare la portineria/segreteria di un armadio di sicurezza con chiave.

Durante i sopraluoghi effettuati è stato distribuito il questionario del C.S. sulla valutazione della qualità delle sedi decentrate, i risultati vi saranno comunicati il prima possibile. Di conseguenza Vi invitiamo a rispondere ai nostri stimoli e suggerimenti poiché il livello di eccellenza del nostro Ateneo non può prescindere dalle sedi decentrate.

Raffaele Cerulli – Presidente Consiglio degli Studenti

Renzo Barilari – Membro Consiglio di Facoltà di Ingegneria



Sopralluogo Jesi – aprile 2003

23 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Relazione sul sopralluogo a Jesi del 8 Aprile 2003

Alla Cortese attenzione del Magnifico Rettore
dell'Università degli Studi di Ancona

E p.c. alla Cortese attenzione del
Chiarissimo Preside della Facoltà di Ingegneria

Alla Cortese attenzione dei membri del Consiglio Studentesco

Oggetto: Relazione sopralluogo a Jesi svolto in data 08.04.2003

Per conoscere la situazione in cui versano gli iscritti all'Università degli Studi di Ancona frequentanti le sedi distaccate di Jesi, Fermo, Pesaro e Fabriano, il Consiglio Studentesco ha iniziato un'opera di monitoraggio interessata a valutare la condizione didattico -logistica di tali studenti.

Aule di Lezione
In seguito all'interesse che i corsi di Jesi hanno riscosso, soprattutto nel corrente anno accademico, gli spazi a disposizione degli studenti iniziano ad essere stretti. La convivenza con la scuola superiore all'interno del complesso "Colocci" è arrivata, sotto questo aspetto” al limite. Gli studenti frequentano assiduamente le lezioni ed le aule sono già al limite di capienza; riteniamo opportuno quindi che il Comune di Jesi entri nell'ottica di assegnazione di nuovi spazi per il polo didattico di Jesi. A dimostrazione della maturità degli studenti, gli stessi hanno categoricamente rifiutato il numero chiuso come soluzione ai loro problemi.

Orari delle Lezioni
Gli orari delle lezioni non sono rispettati costantemente da tutti i docenti, ma questa è una prassi del mondo universitario, prassi che non crea problemi quando sono disponibili (in loco) adeguati spazi di studio e di aggregazione. Nel nostro caso gli studenti lamentano l'assenza totale di questi spazi e ciò è un danno in quanto non è possibile studiare in sede, a meno che non ci si rechi in biblioteca, ma la sede della medesima è decentrata. Proponiamo innanzitutto che il Comune sgomberi il cortile esterno del complesso attualmente adibito a “discarica” del materiale disinventariato o di muratura, cortile su cui sfocia l'unica uscita di sicurezza e che pertanto deve essere tenuto in buono stato. Una volta che tale cortile verrà pulito si potrebbe allestirlo con panchine e tavoli adibendolo a spazio di socializzazione.

Servizi Igenici
Gli studenti lamentano il cattivo stato in cui i medesimi sono ridotti, essendo a quanto ci risulta "datati", sarebbe opportuno sostituirli con servizi moderni che di conseguenza risulterebbero più funzionali.

Tirocini
Gli studenti lamentano il numero esiguo di tirocini garantiti rispetto al numero di studenti iscritti, ad oggi ad esempio su 80 studenti del primo anno sono 40 gli studenti che sono costretti a trovarsi il tirocinio da soli e senza alcun supporto logistico; questa situazione di incertezza e di insicurezza è sicuramente negativa, anche perché rischia di instaurare un meccanismo perverso secondo cui uno studente non è un collega con cui confrontarsi, bensì un antagonista che rischia di "rubarti" il tirocinio… Gli studenti chiedono pertanto che la Facoltà garantisca un numero di tirocini pari al numero di iscritti aventi diritto al medesimo, o per lo meno che si crei una rete di contatti per favorire gli studenti nella loro ricerca.

Rappresentanze e Spazi
Causa la non presenza di rappresentanti eletti chiediamo di poter segnalare, attraverso il Consiglio Studentesco, ai responsabili dell'Ateneo e del Comitato Jesi Studi i nominativi di almeno 2 studenti, possano partecipare con diritto di parola alle riunioni dei consigli di laurea di Jesi. Si chiede inoltre di poter installare una bacheca a Palazzo Colocci in cui poter affiggere informazioni e materiale di sensibilizzazione; gli studenti autorizzati dal Consiglio Studentesco saranno i soli autorizzati a rimuovere il materiale.

Durante i sopraluoghi effettuati è stato distribuito il questionario del C.S. sulla valutazione della qualità delle sedi decentrate, i risultati vi saranno comunicati il prima possibile. Di conseguenza Vi invitiamo a rispondere ai nostri stimoli e suggerimenti poiché il livello di eccellenza del nostro Ateneo non può prescindere dalle sedi decentrate.

Raffaele Cerulli – Presidente Consiglio degli Studenti

Luca Pigliapoco – Membro Consiglio di Facoltà di Economia



Sopralluogo Fabriano – aprile 2003

23 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Relazione sul sopralluogo a Fabriano del 8 Aprile 2003

Alla Cortese attenzione del Magnifico Rettore
dell'Università degli Studi di Ancona

E p.c. alla Cortese attenzione del
Chiarissimo Preside della Facoltà di Ingegneria

Alla Cortese attenzione dei membri del Consiglio Studentesco

Alla Cortese attenzione dei responsabili della sede di Fabriano

Oggetto: Relazione sopralluogo a Fabriano svolto in data 08.04.2003

Per conoscere la situazione in cui versano gli iscritti all'Università degli Studi di Ancona frequentanti le sedi distaccate di Jesi, Fermo, Pesaro e Fabriano, il Consiglio Studentesco ha iniziato un'opera di monitoraggio interessata a valutare la condizione didattico-logistica di tali studenti.

Aule di lezione
Gli studenti non hanno sollevato osservazioni in merito, e la struttura ci è sembrata idonea al numero di iscritti.

Rappresentanze e Spazi
Non è previsto ad oggi alcuno spazio per tali attività, ovviamente sarebbe opportuno assegnare uno spazio ai rappresentanti che eventualmente entreranno in carica dopo le prossime elezioni di Novembre 2003.

Libri e Materiale didattico
Gli studenti si ritengono abbastanza soddisfatti del servizio offerto anche se in alcune materie gradirebbero avere più materiale, si riservano comunque di segnalarci i testi che dovrebbero essere acquistati attraverso il questionario del Consiglio Studentesco.

Rapporto con i Docenti
Gli studenti comunicano che grazie alla disponibilità dei docenti e dei loro collaboratori non si manifestano quasi mai episodi spiacevoli o situazioni di lesione dei diritti degli studenti.

Osservazioni
Anche a seguito delle osservazioni avanzate nel 2000 dai Rappresentanti del Consiglio Studentesco ai responsabili dell' allora Diploma Universitario, la situazione nella sede di Fabriano può essere definita molto positiva. Si sono infatti risolti positivamente i problemi legati agli spazi di studio, alla carenza di libri e di materiale informatico. Di questo siamo contenti e ne prendiamo atto.

Durante i sopraluoghi effettuati è stato distribuito il questionario del C.S. sulla valutazione della qualità delle sedi decentrate, i risultati vi saranno comunicati il prima possibile.

Di conseguenza Vi invitiamo a rispondere ai nostri stimoli e suggerimenti poiché il livello di eccellenza del nostro Ateneo non può prescindere dalle sedi decentrate.

Raffaele Cerulli – Presidente Consiglio degli Studenti

Renzo Barilari – Membro di Ingegneria della Commissione C.S.



StudentOffice e il numero chiuso

23 aprile 2007 | Category: Ateneo, Ingegneria

Numero Chiuso ad Ingegneria

La posizione di StudentOffice tra opportunismo ed ipocrisia

E’ sparito dalle bacheche di $tudentoffice il primo volantino da loro affisso sul numero chiuso, ed al suo posto ne sono spuntati ben 4. Peccato che sul volantino che è sparito si capiva molto più chiaramente la posizione di Studentoffice sul numero chiuso, ben diversa dalla comoda posizione di facciata che emerge dai 4 nuovi volantini.

Fatto notare questo, passiamo al contrattacco, visto che i volantini di $tudentoffice ci chiamano apertamente in causa:

 Chiariamo come i rappresentanti di $tudentoffice in Consiglio di Facoltà hanno rappresentato gli studenti nella seduta del 13 aprile: stando zitti, non hanno parlato, perché? Loro dichiarano di non essersi resi conto della gravità della situazione e riconoscono che noi siamo stati più reattivi e pronti rispetto a loro. Comunque $tudentoffice nel dubbio ha votato a favore…
 
 Ovviamente dopo che il Gulliver ha alzato la voce anche i silenziosi rappresentanti di $tudentoffice hanno deciso che, per non perdere la faccia, era opportuno far finta di essere vivi… ma sempre e rigorosamente senza dare troppo fastidio ai poteri forti della Facoltà, gli stessi che finanziano $tudentoffice con migliaia di euro per i corsi di Autocad ed i precorsi di settembre. Meglio attaccare chi fa le proposte (Gulliver) piuttosto che gridare allo scandalo per non essere stati coinvolti dal Preside nelle decisioni, vero $tudentoffice?
 
 $tudentoffice storicamente è apertamente a favore del numero chiuso, Gulliver invece è ideologicamente e umanamente contrario, ma $tudentoffice non può essere esplicito sulle sue posizioni e quindi, come si può vedere leggendo i loro 4 nuovi volantini, spara a zero sulle idee del Gulliver cercando di spostare il dibattito sulla polemica tra liste. Le proposte da noi avanzate in Senato Accademico sono state frutto di una riunione fiume di 8 ore, i commenti di $tudentoffice apparsi sui loro volantini, riferiti alle nostre proposte, sono ipocriti in quanto giocano sulle parole e non sui contenuti. Anche in Senato $tudentoffice non ha proposto nulla, ma è più importante svilire le proposte del Gulliver piuttosto che ammettere di non averne delle proprie e tanto per cambiare anche in Senato $tudentoffice ha votato a favore…
 
 Il Presidente del C.S. Fabio Rossi è arrivato con 20 minuti di ritardo alla seduta…ebbene, avrà avuto i suoi motivi. Ma dove erano i rappresentanti di $tudentoffice quando il 29 dicembre alle 9 di mattina Fabio Rossi era all’ERSU di Ancona per trattare sugli abbonamenti Conerobus?? Peccato che quando l’ERSU ha ufficializzato l’accordo raggiunto sugli abbonamenti Studentoffice sia uscita puntualissima con un volantino…gli altri lavorano, anche il 29 dicembre e loro si fanno belli sui volantini. Ovviamente anche in Consiglio Studentesco $tudentoffice ha votato a favore del numero chiuso…
 
 In sostanza cosa dice $tudentoffice in 4 pagine sul numero chiuso: che era inevitabile, che per mantenere una buona didattica in casi estremi è opportuno, che adesso bisogna spostare il problema su come gestire la soluzione…e cosa fanno? Invece di proporre qualcosa di diverso dal test d’ingresso falsificano la nostra posizione sulla riduzione delle tasse per gli studenti delle sedi decentrate, facendoci passare per scemi…
 

Gulliver ha chiesto meno tasse per tutti gli studenti delle sedi decentrate, perché hanno meno servizi dei loro colleghi della sede di Ancona, e questo ovviamente può essere un incentivo agli studenti, ad esempio, della provincia di Fermo a scegliere quella sede piuttosto che Ancona. $tudentoffice ha stravolto la nostra proposta dicendo che vogliamo far pagare meno tasse agli esclusi dal test di ingresso in Ancona. Manipolare la verità, ecco in cosa ci batterà sempre e solo $tudentoffice.



Gulliver ti ha cambiato la vita…

23 aprile 2007 | Category: Ateneo

L’impegno costante dei nostri rappresentanti in Consiglio Studentesco, in Consiglio di Facoltà, nei Consigli dei Corsi di Laurea e nelle innumerevoli commissioni, è sotto gli occhi di tutti.

Al di là di simpatie e delle antipatie, la nostra presenza in Facoltà è innegabile, una presenza che non si manifesta solo sotto campagna elettorale, ma che parte dal nostro impegno quotidiano.

E la tua quotidianità come è cambiata in questi anni??

Caro studente, già quando scendendo dall’autobus a Tavernelle , sali sul bus-navetta n° 45, per evitare il salitone e scendere davanti all’ingresso di Ingegneria, usufruisci di una conquista di Gulliver, se prima di andare a lezione devi sbrigare una pratica in segreteria studenti, sappi che le segreterie sono lì perché Gulliver lo ha voluto fortemente, infatti fino a 4 anni fa erano in centro, in via oberdan…

Le file ti fanno pensare… hai letto un volantino in cui Gulliver ti avvisava che il CdF di Ingegneria ha approvato l’istituzione dei blocchi (per chi sceglierà la Riforma) e ti viene il sangue alla testa sapendo che Listaperta è a favore di una cosa così odiosa.

Il sorriso ti torna se pensi che a breve si realizzerà completamente (adesso è partita la fase sperimentale) un grande ”sogno” a cui Gulliver tiene molto, l’informatizzazione delle segreterie, e tu da internet, con il tuo codice personale, potrai accedere a numerosi servizi on-line…

Nella pausa tra una lezione e un’altra ti rechi al servizio fotocopie, e qui ti imbatti in un’altra conquista del Gulliver, perché? Fatti raccontare come era il servizio della COSUR o della Rico Marche precedente… poi siamo intervenuti sul bando e le ultime due ditte si stanno comportando correttamente.

All’ora di pranzo vai a mensa, ma non hai una fame eccessiva e ti accontenti del pasto differenziato pagando quasi la metà del pasto intero… si anche questo l’abbiamo voluto noi di Gulliver.

Il pomeriggio lo passi a studiare in Facoltà, lo sai che i posti di studio sono passati in 3 anni da 450 a 800.. .a breve quando si realizzerà la proposta Gulliver di chiusura dei porticati di quota 150 e 165 i posti aumenteranno ancora.

Ti chiama al cellulare la tua dolce metà, ma non hai soldi nella scheda per richiamarla, fortuna che Gulliver ha fatto triplicare le cabine telefoniche ad Ingegneria…

Che strazio, ti voleva avvisare che avete finito la confezione di profilattici e stasera c’è lo sciopero delle farmacie.. vai in polifunzionale che Gulliver ha installato i nuovi distributori… così come a Medicina e d Economia.

Torni a casa e senti il tuo compagno di stanza, che oggi è andato a studiare a Economia, che bestemmia in turco.. gli chiedi perché e lui ti risponde che a Villarey se non sei di Economia non puoi accedere alla biblioteca.. gli rispondi che in facoltà hai letto che è una “brillante idea” di Listaperta, ma che non deve preoccuparsi in quanto la Lista Gulliver si sta interessando al caso!



Come StudentOffice voleva distruggere il Gulliverock

23 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Come StudentOffice voleva distruggere

il Gulliverock

Molti di voi spesso ci dicono:  “In fondo voi e StudentOffice siete dalla stessa parte, perché non collaborate? Insieme potreste difendere con più forza i diritti degli studenti”. Leggete ciò che segue e capirete perché per noi del Gulliver collaborare con certa gente è praticamente impossibile.

Giorgio Paterna, attuale Presidente del Consiglio Studentesco, durante il suo discorso di insediamento disse
”Cercherò di essere il Presidente di tutti, opponendo sempre allo scontro ideologico il dialogo ed il confronto..”. E così si è comportato lui e tutta la Lista Gulliver, trovando inizialmente la collaborazione delle altre liste, ma durante il Consiglio Studentesco del 30 gennaio qualcosa è cambiato e non per colpa nostra.

Marco Sotte di Studentoffice, spinto dall’odio verso il Gulliver e ancora tracotante di bile per aver perso le Elezioni Universitarie del 2006, approfittando della mancanza di alcuni consiglieri della Lista Gulliver (per esami e motivi di salute), ha tirato fuori dal suo cilindro un colpo da maestro:  nella seduta del 30/1 si discuteva di ERSU (diritto allo studio e problema della privatizzazione) e di bando per le attività culturali delle associazioni (quello con cui si finanzia ad esempio il Gulliverock).
Mentre i rappresentanti della Lista Gulliver ascoltavano la relazione del Direttore Amministrativo dell’ERSU Freddari e interagivano con lo stesso sulle problematiche del Diritto allo Studio, il sig. Sotte di Studentoffice è uscito dalla sala riunioni con altri consiglieri per parlare…NOI PENSAVAMO CHE SOTTE STESSE ELABORANDO QUALCHE PROPOSTA SULLE BORSE DI STUDIO, SUGLI STUDENTATI FATISCENTI, SULLA PRIVATIZZAZIONE…ed invece Sotte era uscito nel bel mezzo della discussione sull’ERSU per COMPLOTTARE CONTRO IL GULLIVER, proponendo alle Liste Azione Universitaria e Coccinella di modificare il Bando per l’Assegnazione dei Fondi alle Associazioni, al fine di non farci fare il Gulliverock 2007!! StudentOffice ha difatti ottenuto che per le attività culturali un’associazione non possa richiedere più del 40% del budget disponibile, contro il 50% precedente. Con queste cifre le difficoltà che ogni anno incontriamo per realizzare il Gulliverock, (attività a cui partecipano più studenti di tutti quelli che partecipano alle diverse iniziative delle 5 associazioni matrioska legate a StudentOffice) sono destinate ad aumentare. L’iniziale proposta fatta da StudentOffice era di ridurre la cifra al 25%. In quella maniera realizzare il Gulliverock sarebbe stato non difficile, ma IMPOSSIBILE.

Con somma gioia dello StudentOffice e del suo coro di preghiera, attività per cui chiedono 5.500 € e che non si svolge negli ambienti universitari, ma in cattedrale il 22 dicembre e per la quale 3.000 dei 5.500 € vengono spesi come compenso per il coro, formato guardacaso da gente di Comunione e Liberazione (la fede è la fede, e se la fede è un sentimento volontario, per il coro si accettano anche carte di credito…!).

•    Come può la Lista Gulliver collaborare con chi in Consiglio Studentesco si preoccupa principalmente di chiedere che il numero telefonico delle proprie aulette venga messo sulla guida alla facoltà o di presentare mozioni sul bando delle attività culturali per provare ad impedirci la realizzazione del GulliveRock?
•    Come possiamo collaborare con chi se ne infischia dei problemi del DIRITTO ALLO STUDIO, tantè che nel pieno della discussione con il Direttore Amministrativo Freddari, esce dalla sala consiliare solo per avere più soldi per le sue attività culturali?
•    Come possiamo collaborare con chi in Consiglio Studentesco lavora non per tutelare gli interessi degli studenti, ma solo per creare ostruzionismo alle nostre proposte e  con il continuo fine di proporre la sfiducia del Presidente (che è della Lista Gulliver )?
•    Come possiamo collaborare con chi organizza Assemblee sul Diritto allo Studio e la Didattica solo quando si è in campagna elettorale? NdR:  (ma vi siete chiesti perché non ci è venuto nessuno alla vostra ultima Assemblea ad Ingegneria? Forse perché gli studenti non si fanno prendere in giro da dei baciapile come voi..)
•    Come possiamo collaborare con chi pensa che il Numero Chiuso non sia un problema? Con chi pensa che privatizzare una mensa ERSU non sia un problema?

 



CL ama la Moratti

23 aprile 2007 | Category: Prima Pagina

Da “il Rivoluzionario”

 

(giornale di Studentoffice)

 

Vista la recente insistenza con cui la Lista Studentoffice aggredisce la Sinistra Universitaria Gulliver in merito a ormai passati temi di politica universitaria, vorremmo ricordare agli stessi rappresentanti di Studentoffice cosa si trova scritto sul loro organo ufficiale in merito a due temi:

1.  il Dl Moratti (quello che recentemente ha portato in piazza 100.000 studenti, ricercatori e docenti universitari

2.  il numero chiuso

 

Da  il Rivoluzionario” Anno 1 numero 0 :

·      DDL Moratti (pagina 2 ): “da una prima occhiata si evince che si accorciano i tempi per chi aspira ad una carriera accademica”“questo disegno di legge faciliterebbe la competizione scientifica, il ricambio interno e lo scambio di personale con il mondo esterno””dobbiamo lasciare al legislatore le condizioni per poter operare liberamente”

·      Numero Chiuso (pagina 2): ”gli Atenei devono stabilire con maggiore realismo il numero di studenti che sono in grado di formare””una chiara indicazione di metodo per la scelta riguardo l’istituzione o meno dei numeri chiusi”…

 

Questa è la posizione di Studentoffice emersa a fine 2004 in tempi non sospetti (lontano cioè dalle Elezioni Universitari che si terranno a Marzo 2006). Una posizione favorevole sul Dl Moratti e addirittura l’auspicio ad utilizzare il numero chiuso laddove serva, anche nel nostro Ateneo…l’odierno silenzio sul DL Moratti e le insistenti provocazioni sulla nostra presunta incoerenza come si spiegano?

 

Semplice: a  Marzo si Vota…

 

Gulliver-Sinistra Universitaria



16-17 maggio Elezioni CNSU

23 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Il 16 e 17 maggio si sono tenute nel nostro Ateneo le elezioni per il rinnovo dei componenti del CNSU (Consiglio Nazionale Studentesco Universitario).

Il candidato espressione della Lista indipendente Gulliver all'interno della Lista UdU – Liste di Sinistra – Liste Democratiche Giorgio Paterna, già Presidente del Consiglio Studentesco dell'Università Politecnica delle Marche, E' STATO ELETTO!!

Potete visualizzare i risultati qui


Le nostre iniziative

19 aprile 2007 | Category: Ateneo

In tutta Italia centinaia di migliaia di studenti universitari, docenti, ricercatori e personale amministrativo si stanno mobilitando contro il peggior "Ministro" dell’Università che si ricordi: Letizia Moratti. La Moratti è una incompetente – irresponsabile che rischia irreparabilmente di distruggere il sistema universitario nazionale.   Il "Ministro" Moratti sta preparando un’altra riforma che secondo il parere […]



I problemi del numero chiuso

19 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

La riforma Zecchino/Berlinguer ha già indebolito il ruolo dei Rappresentanti degli Studenti, relegando di conseguenza tutta la categoria degli studenti in una specie di "riserva indiana".
Inoltre non siamo coinvolti dagli organi istituzionali in una discussione trasparente sulla ormai certa Riforma Moratti, l’ennesima "sperimentazione" sempre e solo sulla pelle degli studenti.

La Riforma Moratti si sta dimostrando il cavallo di Troia per far entrare il numero chiuso nella nostra Facoltà.

Il Consiglio di Facoltà ha infatti stabilito che dal prossimo Anno Accademico verrà introdotto il numero chiuso al CL Ingegneria Informatica e dell’Automazione (150 iscritti, gli altri verranno deportati a Fermo, sede universitaria del nostro Ateneo, dove potranno seguire lo stesso corso) ed Ingegneria Edile – Architettura vedrà ridotti gli accessi da 144 a 100.

Perchè?
Per non poter assumere altri docenti a causa del taglio dei fondi che il Governo Berlusconi (?) ha effettuato. La Moratti ha emanato nel 2001 i criteri per il finanziamento governativo dei corsi universitari, criteri che fissano un massimo di studenti (150 immatricolati per i corsi di primo livello) per un determinato numero di docenti (7); superare tale massimo, anche di una sola unità implica o l’assunzione di altri docenti (per riequilibrare i parametri) o istituire il numero chiuso in quel corso. In un momento come questo in cui sicuramente l’Università non ha i fondi per assumere altri docenti, la scelta della Facoltà è stata quella di tagliare i corsi. La Lista Gulliver da sola si è opposta nel CdF del 13 Aprile a tale scelta, successivamente ha svolto un’assemblea interna dei propri rappresentanti durata dalle 20.00 del 14 Aprile alle 04.00 a.m. (presso la nostra sede di via Saffi) , ed il giorno 15 Aprile ha ribadito la sua posizione in Senato Accademico, presentando anche una serie di soluzioni alternative, all’istituzione del numero chiuso, soluzioni che seppur ritenute dal Senato "intelligenti" sono state bocciate. Ad oggi sono emerse speranze che almeno per Ingegneria Informatica si possa fare marcia indietro, o perlomeno applicare un criterio meno "barbaro" di quello temporale (i primi 150 ad Ancona, gli altri a Fermo).

Cosa ci aspettiamo nel prossimo futuro?
La Riforma Moratti lascia mano libera agli Atenei sul numero chiuso, e questo ovunque si sia già verificato è significato aumento delle tasse universitarie (matematico, se diminuiscono gli studenti… si alzano le tasse). I problemi che la nostra Facoltà ha incontrato sul rapporto docenti/studenti si ripresenteranno il prossimo anno, e le vittime che dovranno sacrificarsi saremo sempre e solo noi studenti, i docenti lo stipendio (bello alto) lo prendono comunque.

Hanno paura del Gulliver?
Questo verrebbe da pensare a seguito del comportamento assunto dalla Facoltà, i CCL (consigli corso di laurea) di Edile – Architettura e di Informatica non si sono riuniti per discutere di numero chiuso, a nostro avviso per non metterci la pulce nell’orecchio, visto che i due CCL menzionati sono quelli in cui Gulliver ha il maggior consenso. Il clima inoltre che ha caratterizzato il CdF ( in cui si è approvato il numero chiuso) era tale da sembrare che "tutti sapevano tutto" tranne noi, diversamente non si spiegherebbe come siamo stati gli unici a opporci. Ci chiediamo a chi giovi questa situazione. Noi studenti, guardando l’attuale modello di società, pensiamo che i titoli di studio conseguiti non ci daranno quelle garanzie di stabilità e sicurezza economica che invece hanno caratterizzato le precedenti generazioni di ingegneri. La dislocazione in sedi decentrate, di molti corsi di Ingegneria, ha già tolto dalla tutela dei rappresentanti un elevato numero di studenti, in molti casi senza diritti, relegati ad una "università di serie B" rispetto alla sede di Ancona (a cui va riconosciuta una situazione in molti casi positiva). Senza spazi studio, senza vita sociale, senza voce. Per uscire da questo vicolo cieco serve il coinvolgimento a livello decisionale degli studenti, diversamente si accentuerà il clima di tensione già presente all’interno della nostra Facoltà. Un primo segno di distensione lo ha fatto il Preside garantendo la riunione della Commissione Paritetica per la Didattica, prima di ogni futuro CdF.

Ma studentoffice??
E chi li ha mai sentiti, non hanno fatto alcun intervento a difesa dei futuri studenti nel CdF incriminato, anzi hanno votato a favore del provvedimento preso. I loro rimarcati apprezzamenti della Riforma Moratti li hanno già invisi a numerosi studenti, la collaborazione, tra liste, che loro spesso auspicano su cosa può essere basata? Ci hanno denigrato quando abbiamo pacificamente contestato l’On. Casini sul sottofinanziamento statale all’Università Italiana ( Inaugurazione Anno Accademico), ci hanno lasciati soli in CdF e in Senato Accademico, quando in entrambe le occasioni hanno votato a favore del numero chiuso. Non hanno battuto ciglio quando in CdF abbiamo chiesto, come rappresentanti degli studenti, maggior partecipazione alle decisioni.

Rimboccarsi le maniche o soccombere!
Non vi è altra strada, tutti gli studenti simpatizzanti del Gulliver devono aiutarci, lasciarci soli in questo momento darebbe una forte mano a chi in Facoltà vuole tapparci la bocca. Partecipate quindi a tutte le iniziative che organizzeremo e soprattutto fatevi vivi per iniziare a creare le future generazioni di rappresentanti. E’ in momenti come questi che si deve prendere coraggio e mettersi a disposizione di chi da 15 anni, da solo, difende i diritti dei più deboli. Questa è la battaglia principe, se ci scolliamo adesso è finita.



I danni di Zecchino

19 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Riforma Universitaria 3+2

Il nostro giudizio a due anni dalla sua applicazione

A più di due anni dall'avvio della riforma dei cicli di studio, molti sono ancora i punti critici. Le perplessità che, come Lista Gulliver, avevamo prima dell'attuazione sono state in molti casi confermate: pochi i fondi dati alle Università prospettive di aumenti anche consistenti delle tasse, senza che a ciò corrispondesse un adeguato potenziamento dei servizi, un generico peggioramento dei diritti degli studenti celato dietro la confusione del transitorio.

In questo momento di paventata controriforma (Moratti), la cosa più ragionevole è lasciare all'Università il tempo necessario per dare completa applicazione al processo riformatore introdotto nel 1999, nonostante alcune contraddizioni che ha in sé; solo in una fase successiva si possono indicare proposte migliorative e definitive di correzione della Riforma stessa che tengano conto delle problematiche emerse in questo periodo di sperimentazione. Riteniamo infatti che qualsiasi cambiamento intervenga in questo momento creerebbe solo confusione per gli studenti.

Analizziamo gli aspetti cruciali della Riforma attuale che più interessano gli studenti

Numero di esami: nonostante vi sia un limite massimo per il numero di esami attivabili in molti casi questo è stato in realtà superato con la divisione in moduli, spesso uniti tra loro non da reali motivi didattici, ma da fittizi calcoli matematici. Ciò porta ad un aumento del numero delle prove da sostenere senza però dare una preparazione organica e completa sia per chi vuole accedere alle Lauree specialistiche, sia per chi vuole affacciarsi al mondo del lavoro.

Didattica e Commissioni Didattiche Paritetiche: E' necessario un continuo monitoraggio sull'applicazione della riforma (revisione dei programmi, sincronizzazione con i programmi delle lauree specialistiche, spendibilità delle lauree triennali nel mondo del lavoro) attraverso un serio lavoro delle commissioni paritetiche per la didattica, organi che non funzionano e se si riuniscono lo fanno una volta l'anno. Pertanto auspichiamo e ci batteremo affinché il loro effettivo potere d'incidenza aumenti, con forme non solo consultive! Il Presidente di ogni commissione paritetica deve essere uno studente!

Materiale didattico: le problematiche sui programmi si riflettono inoltre immediatamente sui libri di testo e sui materiali offerti; spesso all'attivazione di nuovi corsi non è seguita la creazione di alcun materiale didattico. D'altra parte, anche per i corsi già esistenti, spesso il materiale fornito non è adeguato al numero dei crediti (ad es: libro di 800 pagine per un corso da 6 crediti) o non più al passo con i tempi. E' necessario che l'Ateneo si adoperi per una presa di posizione forte e decisa affinché il corpo docente si impegni a coprire tali mancanze, proponendo anche forme di materiale didattico più dinamiche ed efficaci (e meno costose!), ad esempio dispense, cd-rom e soprattutto la possibilità di scaricare appelli e materiale didattico da internet, direttamente dalle pagine web del docente o del suo istituto/dipartimento.

Lauree di II Livello: si trovano ancora allo stato embrionale è necessario intraprendere al più presto un lavoro concreto per una loro definizione che salvaguardi il livello della formazione offerta, rendendo il titolo specialistico altamente spendibile nel mondo del lavoro. E' importante soprattutto che questo processo avvenga in continua collaborazione con la componente studentesca, che è il soggetto protagonista dell'Università: il processo di definizione delle lauree deve partire dal basso e non essere imposto dall'alto.

Programmi dei corsi: spesso sono stati semplicemente modulati da quelli del vecchio ordinamento o, all'estremo opposto, sono stati vittime di tagli selvaggi che ne hanno svalutato il valore didattico. Inoltre l'aggiornamento dei medesimi è legato alla volontà del docente ed alla sua capacità di interagire con internet. È necessario che in tutte le Facoltà le Commissioni Didattiche vigilino realmente sui contenuti dei corsi.

Tirocini: sono una grande possibilità per entrare in contatto con il mondo del lavoro, ma presentano ancora numerosi problemi: laddove manca un contatto serrato tra Università e azienda è alto il rischio che gli stages si riducano ad esperienze di manovalanza. È quindi necessario che le Facoltà si dotino di strutture apposite con compiti sia di collegamento tra domanda-offerta che di controllo sull'effettiva consistenza dei progetti intrapresi.

Conclusioni: riteniamo fortemente negativo sia l'impatto che la riforma ha avuto sulla qualità della didattica, sia la diminuzione di vivibilità all'interno di alcune facoltà causata da una gestione discutibile del transitorio da parte della classe docente e dal crescente disinteresse degli studenti del N.O. soprattutto per quel che concerne i loro diritti e tutto ciò che esula dal seguire le lezioni e sostenere gli esami.



I danni della Moratti

19 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Il Ministro Moratti non poteva proprio evitare di mettere le mani anche sull'Università… e così oltre a dilettarsi nel tagliare i fondi agli Atenei ha ben pensato di gettarli nuovamente nel caos… con una controriforma degna della propria cultura politica: una selezione che, conoscendo le radici della nostra cara Ministra (Comunione e Liberazione e Opus Dei) non può essere darwiniana, ma che in realtà lo sembra.

Ma vediamo in breve come viene modificato l'assetto del sistema universitario:
Si introduce il famoso modello a Y nella laurea di primo livello: un primo anno comune (corrispondente a 60 crediti formativi) e poi una selezione con la diramazione nei due percorsi, uno professionalizzante e uno metodologico.
Poi ci sarà un'ulteriore selezione alle specialistiche (ribattezzate Lauree Magistralis). Esse saranno riservate agli eccellenti, e se c'era qualche speranza di combattere il numero chiuso ora il Ministero dà il preciso ordine agli atenei di "stabilire per ogni corso di laurea magistralis, specifici criteri di accesso che prevedono, comunque, il possesso di requisiti curriculari e l'adeguatezza della personale preparazione verificata dagli atenei, con modalità definite nei regolamenti didattici.", modifica che sottolinea in senso maggiormente restrittivo l'indicazione presente nell'attuale testo.

Sono già preannunciate modifiche alle Classi di Laurea con un conseguente cambiamento nei contenuti dei corsi e una nuova ondata di caos nei piani di studio. Ci vogliono gettare in un ulteriore e interminabile periodo transitorio… con una divaricazione radicale della triennale sullo stile della riforma della scuola (qualcuno si professionalizza e va a lavorare, qualcun altro acquisisce competenze di base e continua negli studi).

E i tempi della controriforma?
Il testo della controriforma è difatto composto da una serie di emendamenti al DM 509, il decreto che istituiva la riforma Zecchino, meglio nota come 3+2. Basta che il Ministro licenzi un nuovo Decreto Ministeriale (DM) che emenda quello precedente per poter modificare l'assetto universitario. Per poter emanare questo DM c'è bisogno dei pareri di CUN, CRUI, CNSU, CNVSU, Commissione Istruzione di Camera e Senato, Consiglio di Stato.Per ottenere questi pareri possono essere necessari da 3 mesi a 6 mesi. Per cui potrebbe accadere che venga approvato prima dell'estate.

E quindi???
Sta a noi ora cercare di capire al più presto come muoverci negli atenei per ridare la parola agli studenti: non sarà la "selezione in stile Moratti" a risolvere i problemi aperti dall'applicazione della riforma Zecchino, devono essere gli atenei a rimboccarsi le maniche per rivedere la riforma e offrire a tutti una preparazione dignitosa e una didattica di qualità.

Al Governo spetta di finanziare l'Università, non di continuare a gettarla nel caos.



Contro la privatizzazione dei servizi

2 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

 

 

The E.R.S.U. Horror Real Show

 

L’E.R.S.U.  Vuole privatizzare le Mense

e gli Studentati!!

  

A Noi Queste Novità NON PIACCIONO!!!

 

L’ ERSU è un ente che esiste per garantire dei servizi che sono DIRITTI COSTITUZIONALI e questi diritti NON DEVONO ESSERE PRIVATIZZATI!!!

DA DIECI ANNI gli ERSU si vedono ridurre i finanziamenti!!! La responsabilità di questa situazione è degli amministratori degli enti, della regione e dei governi centrali di tutti i colori !!!

La qualità del servizio mensa offerto da un privato E’ SEMPRE più scadente di quello offerto  dall’ente pubblico perché non ci sono vincoli (e quindi controlli) sulle derrate alimentari.

NOI VOGLIAMO SAPERE COSA MANGIAMO quando andiamo a mensa!!!!

Gli Studentati rimessi a nuovo con soldi pubblici e gestiti da privati costeranno di più per gli studenti che ci risiedono in affitto (anche se borsisti!!!)

Quello che ci stupisce/STORDISCE di più è il radicale CAMBIAMENTO di “filosofia” gestionale degli ERSU. Il sempre maggiore disimpegno dalle responsabilità degli amministratori non può che lasciarci esterrefatti.

Per questi motivi

NOI CI OPPONIAMO A QUESTA PRIVATIZZAZIONE

 

Ribadiamo che la ragione sociale di questi enti è quella di offrire servizi costituzionalmente garantiti e la cui erogazione non deve avere un fine lucrativo ma sociale.

Per saperne di più Leggi il pieghevole che spiega in maniera più dettagliata la situazione

Se condividi le nostre idee aiutaci a sostenerle, partecipa con noi ai presidi e alle manifestazioni!!



Contro la privatizzazione

2 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

No alla privatizzazione

dei servizi

 

La Lista Gulliver – Sinistra Universitaria – boccia le volontà dell’E.R.S.U. – ente regionale per il diritto allo studio universitario- sull’esternalizzazione dei servizi erogati agli studenti.

GLI ERSU dei vari Atenei hanno aperto la strada ai privati nella gestione dei servizi erogati.

Ancona, 18 gennaio 2007:   La decisione dei presidenti degli ersu regionali di esternalizzare i servizi Mensa e Dormitori, attraverso delle società a partecipazione pubblica e privata, ci lascia interdetti.

Con una rapidità impressionante, non certo da ente pubblico, si è passati dalla fase di progetto dove tutto è teoria e di norma bel lungi dall’esser messo in pratica, a quella applicativa, senza che nessuna parte sociale fosse stata contattata. Non i sindacati dei lavoratori degli ERSU ne tantomeno gli studenti che risultano essere la sola e vera causa  dell’esistenza degli enti stessi.

La Lista Gulliver che dal 1987 rappresenta gli studenti alla Politecnica delle Marche, vuole mettere in evidenza il proprio parere FORTEMENTE NEGATIVO sulla scelta che gl’enti stanno portando avanti.

Le motivazioni che ci spingono a essere contrari ad una privatizzazione dei servizi sono semplici ma imprescindibili.

 

L’ ERSU è un ente che esiste per garantire che un DIRITTO COSTITUZIONALE come il diritto allo studio, venga erogato. Non è pensabile che un privato LUCRI su un servizio di questo tipo.

 

L’ ERSU è un ente che va finanziato adeguatamente (DA DIECI ANNI si vede ridurre i finanziamenti!!!)  Per questo i Direttori e i Presidenti devono farsi carico, di fronte agli Assessori Regionali competenti, di fronte a tutta la Giunta Regionale e se necessario di fronte al Governo Centrale,  di far arrivare più fondi!

 

La qualità del servizio mensa offerto da un privato E’ SEMPRE più scadente di quello offerto (e quindi gestito) dall’ente pubblico perché non ci sono vincoli sulle derrate alimentari.  Gli studenti di Ancona sono gli unici nella regione ad aver provato il servizio “futuro” nella mensa privata di via Matteotti e non ne sono soddisfatti.

 

L’attuale esperienza dice che il  costo di un pasto offerto dall’ente è di 1,6 € superiore a  quello offerto dal privato senza considerare che quest’anno scadrà la concessione per la ditta che gestisce la suddetta mensa e che quindi questa differenza si assottiglierà per via del nuova bando di gara, e che in questo calcolo non è ammortizzato il costo dell’edificio e delle attrezzature che sono state acquistate dell’ente e date in comodato d’uso gratuito al gestore privato. Per la maggior esperienza accumulata proprio ad Ancona, possiamo affermare che questa cifra non ci sembra possa essere sufficiente a giustificare il passaggio da un gestore pubblico ad uno privato, che dovrà porre sopra a tutto il suo fine lucrativo..

 

Gli Studentati rimessi a nuovo con soldi pubblici e gestiti da privati costeranno di più per gli studenti che ci risiedono in affitto. Ad oggi non esistono progetti realistici di investimenti privati per il riammodernamento dei dormitori. Siamo sicuri che Buoni Samaritani non esistano e questa sia la solita mossa per far arrivare più soldi nelle casse di questi fantomatici “benefattori”.

 

L’esistenza di questi enti si basa sull’OFFRIRE DIRITTI

 costituzionalmente garantiti e la cui erogazione non

 DEVE AVERE UN FINE lucrativo ma SOCIALE.

 

Quello che ci stupisce/STORDISCE di più è il radicale CAMBIAMENTO di “filosofia” gestionale degli ERSU. Il sempre maggiore disimpegno dalle responsabilità non può che lasciarci esterrefatti e se gli attuali Amministratori non riescono a gestire gli enti e credono che la strada da perseguire sia quella della privatizzazione, forse è arrivato il momento che si facciano da parte e lascino il loro posto ad altri che ne abbiano la competenza e soprattutto che abbiano la coerenza di amministrare un ente che fonda la sua ragione d’essere nel diritto allo studio Costituzionalmente Garantito.

Stiamo anche preparando delle manifestazioni, dei presìdi davanti alle mense e davanti alla regione per far capire ai “nostri” amministratori/dipendenti che non ci fermeremo nell’opposizione a questa scelta.



Il DPCM Moratti

2 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Cos’è il DPCM: è il decreto con cui si regola il diritto allo studio universitario (questo varrà nel triennio 2004/2007) viene fatto dal Ministro dell’Università e firmato dal Presidente del Consiglio senza che passi per i due rami del Parlamento.

Perchè ci preoccupa: innanzitutto perché è stato stilato all’insaputa di tutti e verrà firmato entro Aprile, senza lasciare a noi studenti molto tempo per proporre modifiche, inoltre è molto peggio del precedente (DPCM 2001/2004).

Cosa chiediamo a voi borsisti: di seguirci nel tentativo di fermare questo folle disegno di smantellamento del diritto allo studio, partecipando alle assemblee di palazzina, all’Assemblea generale del 24 febbraio in via Saffi (sede Gulliver ore 21.30), parlatendone a mensa e tra di voi, e di essere disposti a difendere con i denti i vostri diritti!

Articolo per articolo, le osservazioni della lista Gulliver

Articolo 2
  Comma 4: La novità introdotta è l’eliminazione del vincolo di precedenza agli studenti idonei non beneficiari nelle graduatorie del part-time (art.13 legge 390/91).

Articolo 3
  Comma 4 – 4bis: si riduce il beneficio alla durata del corso . Nel precedente DPCM il beneficio era fino ad un semestre aggiuntivo e per il servizio abitativo fino ad un anno aggiuntivo. Prima per i “triennalisti” la borsa si poteva prendere per 7 semestri, per la specialistica per 5 semestri, per la specialistica a ciclo unico per 11 semestri…ora 3 anni, 2 anni, 5 anni. Anche il servizio abitativo è per un massimo della durata legale.
Si introduce la possibilità del prestito (!) per un ulteriore anno oltre la durata legale con restituzione a cominciare da dopo 5 anni.

  Comma 6: Fondamentale, fare attenzione. Gli iscritti per la prima volta con valutazione ex-ante della condizione economica ed ex-post della condizione di merito. Gli iscritti per la prima volta alle specialistiche sono a tutti gli effetti per il diritto allo studio matricole… Dunque questo certifica che il DPCM, che sarà valido per chi si immatricolerà nel 2004/5, riguarderà anche gli immatricolati alle specialistiche cioè chi oggi è in triennale.

  Comma 9: per il calcolo del tetto alla somma di ISEE e UISE viene sottratta l’imposta lorda.
Il tetto stabilito che le regioni potranno fissare deve essere compreso tra i 10.500 euro e i 15.000 euro contro la precedente forbice 12.000 – 16.000
Il tetto del patrimonio passa da 21-27000 a 20-30000.
Osservazione: con la perdita del potere d’acquisto, ma ovviamente con il monte salari che, anche se poco sale, questo abbassamento della forbice produrrà la fuoriuscita di un bel pezzo dei nuclei familiari dove ad incidere ci sono redditi da lavoro dipendente e/o pensioni. Ovviamente c’è più attenzione (nel senso che si alleggeriscono i vincoli) ai patrimoni che ai redditi. Una fascia di "nuova povertà" è completamente fuori dalla possibilità di accedere ai benefici. Si favoriscono ancora una volta coloro che certificano basso reddito e alto patrimonio…

Criteri di Merito

Articolo 5
Si passa dai 20 crediti per la conferma della borsa (e l’ottenimento della seconda rata) ai 35 crediti entro il 10 agosto.
Osservazione: questi sono tetti entro cui saranno le regioni a definire, attraverso gli strumenti che si danno nelle loro leggi regionali, in molti casi le conferenze regioni-università.

Per la conferma per il secondo anno si deve avere i 35 crediti, gli obblighi formativi e secondo l’ultimissima versione una media voti superiore di 1.5 voti alla media del proprio corso.
Osservazione:vale anche per la specialistica, sia chiario

Per chi non ce la fa ai 35 crediti entro il 10 agosto c’è la possibilità di rientrare in graduatoria superando 50 crediti entro il 31 dicembre mettendosi così in coda a chi ha superato i 35 ad agosto e sperando negli scorrimenti di fine anno.

  Comma 3: Per chi non raggiunge i 30 crediti (contro i vecchi 20) entro il 31 Ottobre (contro il vecchio 30 Novembre) non solo non riceve la II rata (evidentemente non è arrivato ai 35 del 10 Agosto), ma becca la revoca della borsa usufruita con relativa restituzione e delle somme riscosse e delle somme date in servizio alloggio.

Osservazione:Cornuto e Mazziato. Guardate che 30 crediti entro il 30 Ottobre dell’anno successivo alla domanda da matricola non sono facilissimi, le statistiche esistenti mostrano serie difficoltà.

Per il mantenimento dei benefici agli anni successivi si passa da 25 a 35 entro il 10 agosto per il primo anno verso il secondo , da 80 a 90 per il secondo. Salta il 7 semestre come già detto. Per le specialistiche a ciclo unico da 25 a 35 per la seconda domanda, da 80 a 90 per la terza, da 135 a 145 e da 190 a 200, per i corsi di medicina l’ultimo anno da 245 a 260 crediti.

  Comma 6: Anche i bonus subiscono la stretta. Si passa da 12 a 10 crediti di bonus per chi utilizza il bonus per l’accesso alla borsa per il terzo anno.

  Comma 13bis: Viene introdotto il criterio di merito per il mantenimento del beneficio del servizio abitativo per l’intero anno. Entro il 28 febbraio (per le matricole solo) si deve aver superato 10 crediti.

Osservazione: Cara matricola vedi di cominciare bene e di non perderti nel divertimento tipico delle "matricolette" altrimenti a metà anno ti spedisco in mezzo ad una strada a cercarti casa d’emergenza o meglio torna a casa tua che l’Università evidentemente non fa per te, fortuna che non ha messo una penale per chi esce di sera e va a bersi una birra…

Articolo 2
  Comma 2: Le cifre per i fuori sede (piene) si alzano da 4000 a 4500 per poi salire di 200 euro ad anno e non di 100 euro come in passato. (un dato positivo nel mare di "merda", ma c’è il trucco).
I pendolari da 2150 a 2500
Gli studenti in sede da 1470 + pasto a 2000
(attenzione alla spar
izione del pasto, tra un po’ vedrete)

  Comma 2bis: (Delirio Assoluto parte 1) Per gli studenti iscritti ai primi anni dei corsi le cifre di cui sopra sono dimezzate!!!!!!
(Delirio Assoluto parte 2) (L’anno prossimo alle specialistiche le matricole si ritrovano con mezza borsa e sono gli attuali triennalisti … e coinvolge tutti gli attuali borsisti che vogliono continuare al secondo livello!!)

  Comma 5 (Attenzione):
Per la quota di borsa data in alloggio la borsa è detratta di 1800 euro (2000 e 2200 negli anni successivi) contro i vecchi 1400 euro. scompare la detrazione del pasto del fuori sede e la possibilità in sede di programmazione regionale di detrarre anche il secondo pasto per il fuori sede, nonché quello di dare un pezzo di borsa in forma di un pasto per lo studente pendolare. Cioè scompare la quota pasto dalle borse.

Osservazione: La scomparsa del pasto (che in molte regioni come la nostra era di due pasti) dalla quota borsa significa che molte aziende avranno difficoltà a sostenere i costi delle mense, non potendo più usufruire di un minimo garantito dalla quota borsa. Difatto c’è una spinta a smantellare le mense degli enti per il diritto allo studio. C’è da dire che invece la quota alloggio cresciuta potrebbe stimolare le aziende ad investire sugli alloggi, anche se mancando fisicamente le residenze non è un gioco da ragazzi. Se le mense peggiorano ci rimettono tutti gli studenti: chi ha i soldi per mangiare tutti i giorni al bar?

  Comma 8:

Gli studenti idonei non beneficiari possono accedere gratuitamente a 2 pasti al giorno se fuori sede e 1 se pendolari, salvo se sono matricole per le quali si accede alla fascia minima. Nel precedente DPCM, la possibilità di inserire i pasti nella quota borsa in sede di programmazione regionale aveva prodotto che comunque tutti gli idonei non beneficiari accedessero gratuitamente alle mense, senza escludere le matricole. Ma la Moratti odia le matricole?

Articolo 9
Sulla ripartizione del Fondo inciderà di meno la capacità di copertura e leggermente di più la quantità degli idonei. L’effetto è una minore responsabilizzazione da parte delle Regioni nell’intervenire integrativamente per spingere le aziende ad arrivare a copertura.

Scompare l’incentivo per le borse concesse agli studenti extra-UE che prima era di 3200 euro per studente. L’effetto sarà devastante per gli studenti che provengono da paesi in via di sviluppo.

Documento elaborato dai
Responsabili Diritto allo Studio della Lista Gulliver
Fabio Rossi (Economia)
Roberto Centioni (Ingegneria)
Alessandro Betonica (Medicina)
Federica Franco (Medicina)


L’impegno del Gulliver per il Diritto allo Studio

2 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

ERSU 1997-2006

Cronaca di nove anni di impegno

della Lista Gulliver

Il 1997 (come sarà il 2006) è stato un anno cruciale per il diritto allo studio, il DPCM del 30 Aprile sanciva il definitivo passaggio verso le direttive espresse dalla legge 390 del 1991: in sostanza il tanto contestato viraggio da un sistema sostanzialmente redditocratico, verso una progressiva inarrestabile meritocrazia.

Il 1998 l’applicazione tout court delle nuove direttive ministeriali creò un vero disastro, le case dello studente rimasero vuote, gli studenti che fino all’anno precedente erano stati beneficiari del posto letto risultarono non idonei secondo le nuove regole…

I primi mesi del 1999 furono caratterizzati da infuocate assemblee studentesche, che portarono all’accettazione della nostra richiesta di copertura totale, con le borse di studio, degli idonei. Questo generò un positivo meccanismo secondo cui l’ ERSU (sfruttando i soldi recuperati dai buoni pasto non sfruttati) si garantì un numero di borse di studio straordinarie anche per gli anni successivi…

L’impegno della Lista Gulliver, nel triennio 2000-2003, relativamente alle tematiche sul diritto allo studio, si è concretizzato in una serie di risultati che hanno inciso sostanzialmente sulla qualità della vita di ogni studente universitario:

La nostra azione di stimolo ad incrementare il numero di alloggi ERSU si è concretizzata con l’inaugurazione di 100 nuovi posti letto a Brecce Bianche
E’ ormai nota la possibilità di usufruire del pasto differenziato per gli studenti
Grazie alle nostre proposte funziona da 5 anni la convenzione ConeroBus/ERSU per l’abbonamento annuale agevolato per i borsisti
Abbiamo lavorato in Consiglio Studentesco per rimediare al passaggio ICE/ISEE che nel settembre 2002 aveva causato la fuoriuscita dalle graduatorie di oltre 600 confermatari. Grazie alle nostre proteste è stato riaperto il bando e sono state riammessi circa 550 esclusi
Abbiamo raccolto nei mesi di Febbraio 2004 ben 1651 firme contro il DPCM Moratti informando tutti i borsisti delle insidie del nuovo Decreto.

L’impegno della Lista Gulliver nel biennio 2004-2006 si è stato duplice; da una parte il nuovo DPCM sul diritto allo studio ci ha tenuto sempre in guardia pronti ad intervenire affinché il nuovo DPCM Moratti, venissse migliorato in fase di analisi, dalla Regione Marche. Aver stretto un rapporto di confronto con gli Uffici Regionali sul Diritto allo Studio ci ha permesso di spiegare le nostre posizioni e continuare ad ottenere:

abbonamenti agevolati (50% di sconto) per i borsisti
copertura totale degli idonei: siamo riusciti a far arrivare altri fondi dalla Regione legati alla tassa regionale sul diritto allo studio, grazie alla nostra azione nel 2004-2005 tutti gli idonei sono stati beneficiari
abbiamo ribadito la nostra contrarietà alla monetizzazione della borsa di studio, puntando sul servizio di mensa differenziato in base alle esigenze e stimolando la ricerca di nuove convenzioni con gli esercenti privati per le sedi decentrate.

Da un anno il CdA ERSU è allo sbando, il Presidente uscente Balloni non è stato reintegrato e i nostri rappresentanti sono stati sommersi dal lavoro nel tentativo di rimediare ai vari problemi che, a causa di questa grave mancanza da parte della Regione, si sono venuti a creare. Solo la Lista Gulliver si è continuativamente relazionata con i dipendenti per risolvere i problemi. Ci siamo occupati di circa 15 casi di revoca della borsa dovuti a precedenti iscrizioni e a situazioni familiari particolari che meritavano una maggiore attenzione da parte dell’Ente. L’annoso problema degli idonei non beneficiari è stato risolto, nello scorso anno, solo grazie alle pressioni (estive) della nostra Lista, e abbiamo raggiunto la copertura del 100% degli aventi diritto con uno stanziamento eccezionale di fondi da parte della Regione. Appena insediato il nuovo consiglio di Amministrazione chiederemo che vengano stanziati fondi per gli idonei del 2005/2006 che non hanno potuto ricevere la borsa per mancanza di fondi, la Regione non può ricordarsi di noi solo a ridosso delle elezioni!

Cosa ci impegniamo a fare nel biennio 2006/2008
mantenere e migliorare tutte le conquiste sinora ottenute dal Gulliver sui servizi ERSU; lavorare collaborando con gli organi competenti (Regione, CNSU, Ministero) affinchè gli ERSU abbiano avere sempre più risorse economiche da investire in borse di studio
ci batteremo per una ulteriore differenziazione del buono pasto per aumentarne la disponibilità introducendo la possibilità di prelevare presso le mense i cosiddetti “cestini”: porzioni da asporto e generi alimentari di largo consumo;
riqualificazione studentati promuovendo le ristrutturazioni e dotandoli di più servizi: rete internet con connessione senza fili, f
orni microonde…



Mozione Visco-Bersani ERSU

2 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

 

Al Presidente dell’ERSU di Ancona

Dott. Giaccani Giancarlo

 

Ai membri del Consiglio di Amministrazione dell’ERSU

  

 

CONSIDERATO CHE

 

L’applicazione del decreto “tagliaspese” Visco-Bersani del luglio scorso, prevede l’obbligo per gli Atenei di restituire al Ministero dell’Economia una quota significativa dei finanziamenti ricevuti dallo Stato per il funzionamento degli Atenei stessi;

A seguito di precedenti Decreti legge del 2002 e del 2005, che vincolavano le Università italiane alla riduzione delle spese per il proprio funzionamento, l’Ateneo ha già restituito all’erario diversi milioni di euro, con conseguenti gravi problemi per l’equilibrio complessivo del proprio bilancio;

Gli enti di diritto allo studio sono di pertinenza regionale e per questo la loro amministrazione è disciplinata dalla legge Costituzionale 18 ottobre 2001, “Modifiche al titolo V della Costituzione”;


RITENUTO CHE


Il decreto lede l’autonomia degli enti regionali di diritto allo studio e risulta inoltre essere palesamente anticostituzionale;

Fermo deve essere il rifiuto di ogni aumento della contribuzione studentesca per sopperire alla carenza di finanziamenti;

Dall’applicazione di tale decreto debbano essere escluse, come già previsto per le istituzioni scolastiche e le Aziende ospedaliere, anche le Università, gli Enti di ricerca e gli Enti per il diritto allo studio universitario.

VISTO

 
L’assoggettamento nel suddetto decreto (L. 248/2006) già degli enti per il diritto allo studio universitario con conseguente riduzione dei servizi essenziali per gli studenti quali borse, mense e alloggi;

La posizione dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, dell’Università degli Studi di Padova e dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia nel fermo rifiuto di acconsentire ad una lesione dell’autonomia delle Università sancita dall’art. 33 della Costituzione;

 

CHIEDE CHE


Il Consiglio d’Amministrazione ritenga pertanto impossibile versare per il momento quanto previsto dal decreto “tagliaspese”;


SI CHIEDE INOLTRE CHE


Il Presidente ed il Direttore denuncino alla Regione Marche l'incostituzionalità del decreto in questione al fine di mobilitare quest’ultima nella difesa di un’autonomia regionale dell’ERSU che dovrebbe essere garantita e che rischia peraltro di portare a serissimi problemi di gestione dell’Ente.

 

Il consigliere studentesco Matteo Palmucci



Visco Bersani lettera congiunta Ersu-CS

2 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

 

Lettera del Presidente

dell’Ente Regionale

allo Studio Universitario

 delle Marche e  del Presidente

del Consiglio Studentesco

dell’Univpm in merito alla

Finanziaria 2007 e alla Bersani-

Visco.

 

 

Il Presidente dell’Ente Regionale per il diritto allo Studio Universitario delle Marche e il Presidente del Consiglio Studentesco dell’Università Politecnica delle Marche esprimono il proprio disappunto rispetto atti approvati dal Parlamento e sulla proposta di Legge Finanziaria 2007 in merito alle norme aventi per oggetto l’Università e le politiche per il Diritto allo Studio.

 

Nello specifico ritengono che l’introduzione delle Università e degli Ersu tra gli enti soggetti alla riduzione delle “spese intermedie”, prevista dalla legge 248/2006, cd Bersani-Visco, metta a repentaglio i servizi per gli studenti.

Per le Università la contrazione potrebbe comportare effetti negativi sui laboratori, sulle biblioteche e sulla disponibilità di aule negli stabili in affitto, purtroppo ancora molti e certo non a causa dell’Ateneo.

Per l’Ersu la contrazione è palesemente incostituzionale, essendo le stesse assoggettate a finanziamenti regionali ed essendo la materia esclusiva competenza della Regione, salvo la determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni, ovvero della regolamentazione dell’uniformità di trattamento sul territorio nazionale. Una eventuale applicazione della norma agli Ersu rischierebbe di compromettere il servizio di ristorazione e il mantenimento della Casa dello studente.

 

Riguardo la proposta di legge Finanziaria inviata alle Camere si apprezzano alcune direttive esplicitate nella parte normativa, in particolare quelle che tendono a frenare l’eccessiva frammentazione delle sedi e il troppo facile accreditamento di nuove Università, ma il Presidente dell’Ente Regionale per il diritto allo Studio Universitario e il Presidente del Consiglio Studentesco registrano che per l’ennesima volta ci si attesta su finanziamenti del tutto insufficienti.

 

In particolare si ritiene del tutto insufficiente la cifra di 157 Milioni di euro per il Fondo Integrativo per il Diritto allo Studio, cifra che se confermata rappresenterebbe una riduzione netta di 20 Milioni di euro rispetto alle disponibilità stanziate per l’anno 2006, seppur di 10 Milioni superiori alle previsioni per il 2007 fatte in Finanziaria 2006.

 

Il Fondo di Finanziamento Ordinario per gli Atenei risulta aumentato, ma di una cifra decisamente inferiore alla perdita che gli Atenei registreranno dall’applicazione del Bersani-Visco.

 

Il Credito d’imposta per le spese di affitto è previsto solo per studenti con residenza ad almeno “100 km” di distanza dalla sede Universitaria, escludendo pertanto gran parte dei fuori sede dell’Università Politecnica delle Marche provenienti dalle province marchigiane stesse.

 

 

Ancona, li 24.10.2006

 

Il Presidente dell’Ente Regionale per                            Il Presidente del Consiglio Studentesco   
lo Studio Universitario delle Marche                             dell’Università Politecnica delle Marche

 (sig. Giancarlo Giaccani)                                      (sig. Giorgio Paterna)

 



Mozione Visco-Bersani Senato

23 marzo 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

 

 

Al Magnifico Rettore dell’Università Politecnica delle Marche

Prof. Marco Pacetti
 

Ai membri del Senato Accademico
 

Ai membri del Consiglio di Amministrazione

   

 

CONSIDERATO CHE

 

L’applicazione del decreto “tagliaspese” Visco-Bersani del luglio scorso, prevede l’obbligo per gli Atenei di restituire al Ministero dell’Economia una quota significativa dei finanziamenti ricevuti dallo Stato per il funzionamento degli Atenei stessi;

A seguito di precedenti Decreti legge del 2002 e del 2005, che vincolavano le Università italiane alla riduzione delle spese per il proprio funzionamento, l’Ateneo ha già restituito all’erario diversi milioni di euro, con conseguenti gravi problemi per l’equilibrio complessivo del proprio bilancio.

RITENUTO CHE

Il “decreto tagliaspese” sia gravemente lesivo dell’autonomia garantita all’Ateneo dall’art. 33 della Costituzione, che comprende anche gli aspetti finanziari e gestionali;
 

Per l’Università la contrazione potrebbe comportare effetti negativi sui laboratori, sulle biblioteche e sulla disponibilità di aule negli stabili in affitto;

Dare corso agli adempimenti previsti dal decreto (contrazione delle spese per funzionamento del 20% per il triennio 2007-2009) impedirebbe all’Ateneo di adempiere i propri doveri istituzionali nella didattica, di garantire servizi adeguati agli studenti e pregiudicherebbe il mantenimento della ricerca su standard qualitativamente dignitosi, rendendo altresì impossibile una chiusura in pareggio dei bilanci nei prossimi anni;

Fermo deve essere il rifiuto di ogni aumento della contribuzione studentesca per sopperire alla carenza di finanziamenti;

Dall’applicazione di tale decreto debbano essere escluse, come già previsto per le istituzioni scolastiche e le Aziende ospedaliere, anche le Università, gli Enti di ricerca e gli Enti per il diritto allo studio universitario.

VISTO 

L’assoggettamento nella legge 248/2006 già agli enti per il diritto allo studio universitario con conseguente riduzione dei servizi essenziali per gli studenti quali borse, mense e alloggi;

La posizione dell’ Università degli Studi di Roma Tor Vergata , dell’Università degli Studi di Padova e dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

 

CHIEDE CHE

Il Senato Accademico ritenga pertanto impossibile versare per il momento quanto previsto dal decreto “tagliaspese”. Da tale versamento, di riduzione dei fondi disponibili per il funzionamento dell’Ateneo, deriverebbe come conseguenza l’impossibilità per l’Ateneo stesso di adempiere ai propri doveri istituzionali;

  

Ancona, li 15.12.2006

Il Senatore Accademico

per la Lista Gulliver – Sinistra Universitaria

                                 (Alessandro Betonica)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                                                                                            



Comune di Ancona – Status Studente Universitario

23 marzo 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

 Dati studenti fuorisede

Dati relativi Iscrizioni 2003/2004

Studenti   Fuori Sede

Studenti Pendolari

Studenti        In Sede

Non Rilevabile

Totale

Studenti Stranieri

381

 

 

 

381

Studenti in regolare corso di studi
(Nuovo Ordinamento)

3861

3284

1149

937

9231

Studenti in regolare corso di studi
(Vecchio Ordinamento)

742

449

179

 

1370

Studenti al 1° anno Fuori Corso
(Nuovo Ordinamento)

333

180

57

 

570

Studenti al 1° anno Fuori Corso
(Vecchio Ordinamento)

633

529

190

 

1352

Studenti Fuori Corso
anni successivi al primo
(Nuovo Ordinamento)

1208

682

234

 

2124

Studenti Fuori Corso
anni successivi al primo
(Vecchio Ordinamento)

408

297

132

 

837

Totale

7566

5421

1941

9371

15865


1 – I non rilevabili non sono conteggiati anche se probabilmente sono fuori sede

 

 

Spese incontrate da uno studente Fuori Sede:

 

         Appartamento (Affitto, Condominio, Spese) = 10 mesi * 200 € =  2000 €

         Vitto pranzo(mensa/bar) 7 giorni settimana-10 Mesi = 280 giorni * 3,81 € = 1066,8 €

         Vitto cena (supermercato) 7 giorni settimana-10 Mesi = 280 giorni * 4,5 €  = 1260 €

         Libri e Fotocopie = 500 €

         Tasse e contributi Università =  700 €

         Spese di Trasporto (non considerate le spese per il ritorno a casa)
=  200 €

         Spese generiche (Caffè, Sigarette,etc) = 280 giorni * 4 €     =  1120 €

 

Totale di Spese Stimate per Fuori Sede = 6846,8 €/anno

 

Totale Spese Stimate per tutti i Fuori Sede :

7566 Studenti*6846 € =

51.802.000 €

 

Spese incontrate da uno studente Pendolare:

  

         Vitto pranzo (mensa/bar)5 giorni -10 Mesi= 200 giorni * 3,81 €      = 762 €

         Libri e Fotocopie = 500 €

         Tasse e contributi Università =  700 €

         Spese di Trasporto=  1000 €

         Spese generiche (Caffè, Sigarette,…etc) = 200 giorni * 4 € =  800 &eu
ro;

 

Totale Spese Stimate per Pendolare  = 3762 € / anno

 

Totale Spese Stimate per tutti i Pendolari :

5421 Studenti*3762 € =

20.393.800 €

 

Spese incontrate da uno studente In Sede:

 

         Vitto pranzo (mensa/bar) = 120 giorni * 3,81 € = 457,2 €

         Libri e Fotocopie = 500 €

         Tasse e contributi Università = 700 €

         Spese di Trasporto = 200 €

 

Totale Spese Stimate per Pendolare  = 1857,2 €/anno

 

Totale Spese Stimate per tutti i Pendolari :

1941 Studenti*1857,2 € =

3.604.000 €

 

(Per gli Studenti In Sede non vengono considerate le spese di varia natura perché queste sarebbero comunque fatte nel comune di Ancona)

 

In totale gli studenti dell’Università Politecnica

delle Marche hanno delle uscite (stimate) che

si aggirano sui:

 

75,8 MILIONI di EURO

 

cioè di

 

146,769 MILIARDI di LIRE

 



Ventennale Gulliver

14 marzo 2007 | Category: Eventi, Prima Pagina

Il Gulliver compie 20 anni!