Posts Tagged ‘ NO 133 ’

Numero chiuso a Biologia: Gulliver dice NO, Student Office ci ripensa!

5 febbraio 2010 | Category: Scienze

Nel mese di Gennaio la Facoltà di Scienze ha deliberato per il prossimo anno accademico l’istituzione del numero chiuso nel corso di Laurea Triennale di Biologia. Questa decisione è stata motivata dall’applicazione dei provvedimenti degli ex Ministri Moratti (2004) e Mussi (2007) che hanno costretto l’intero mondo accademico a riformare il sistema didattico. Tutto ciò, […]



Facoltà di Ingegneria, tra disattivazioni e accorpamenti

5 febbraio 2010 | Category: Ingegneria

Il Consiglio di Facoltà di Ingegneria, nel mese di Gennaio, ha dovuto ultimare i lavori di applicazione della Riforma avuti inizio nell’Anno Accademico in corso prendendo numerosi e drastici cambiamenti. Eccoli nel dettaglio: •             Eliminazione dei Curricula delle Lauree Triennali e Magistrali; •             Disattivazione corso di laurea in Ingegneria e Gestione della Produzione (Pesaro); •             […]



Scuole di Specializzazione: tra tagli e contraddizioni

2 febbraio 2010 | Category: Medicina

Per il 2010, a causa degli ingenti tagli dei finanziamenti provenienti dallo Stato, la Politecnica delle Marche, in sede di previsione di bilancio, ha dovuto far fronte a una decurtazione di 4 milioni di Euro (su un totale di 74). In questo clima, attraverso il Consiglio Studentesco, per far fronte a quelle situazioni che si […]



Bilancio 2010: Primi tagli in arrivo

8 gennaio 2010 | Category: Agraria, Ateneo, Economia, Ingegneria, Medicina, Scienze

Le Università Italiane hanno appena approvato i bilanci di previsione per l’anno 2010 e anche il nostro Ateneo si trova a dover far fronte ad un taglio dei finanziamenti statali. In particolar modo la Politecnica delle Marche ha dovuto lavorare su un bilancio “d’emergenza” per trovare delle soluzioni percorribili alla decurtazione di 4 milioni di […]



11 Dicembre 2009 – SCIOPERO del Mondo della Conoscenza

7 dicembre 2009 | Category: Ateneo, Eventi

11 Dicembre 2009 – Roma



Dopo i tagli ecco la nuova riforma dell’Università

2 novembre 2009 | Category: Ateneo

Nè manager Nè baroni, i privati fuori dai maroni! 6 Novembre 2009 – Andiamo a dirlo al Ministro Gelmini!! Il Governo ha approvato nel Consiglio dei Ministri del 28 Ottobre 2009 un disegno di legge (ddl) di riforma dell'Università che colpisce duramente il carattere pubblico dell’Università, riduce ulteriormente gli spazi di partecipazione democratica e non […]



La protesta continua – Per un Università Libera, Pubblica e di Qualità

12 marzo 2009 | Category: Ateneo

In occasione dello Sciopero Nazionale indetto dalla FLC-CGIL (Federazione dei Lavoratori della Conoscenza) programmato per Mercoledì 18 Marzo abbiamo deciso di rilanciare la protesta studentesca portando in piazza i nostri contenuti e le nostre ragioni assieme ai lavoratori. L’appuntamento è alle ore 10.00 in Piazza del Papa (davanti alla Prefettura) per tutelare, ancora una volta, […]



Inaugurazione Anno Accademico 2008/2009

8 marzo 2009 | Category: Ateneo

I MESI PASSANO… MA LA SITUAZIONE NON CAMBIA! Sono passati 9 mesi da quando il Governo ha emanato la Legge 133 e nulla è cambiato… Il nostro futuro continua ad essere in pericolo! Fondazioni private + Taglio dei fondi + Aumento delle tasse + Numero chiuso: queste sono solo alcune delle conseguenze che piomberanno sull’Università […]



Un giornalino interamente dedicato a noi…

23 gennaio 2009 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Nell’ultimo numero del giornalino prodotto da Azione Universitaria, con il contributo dell’UNIVPM, intitolato “il Sassolino” siamo lieti di constatare come il nostro operato politico sia al centro di quasi tutti gli articoli e quindi presente nella maggior parte della pagine. Infatti  i pungenti autori, prima hanno fatto gli auguri di un buon lavoro a tutti […]



Scheda tecnica D.L. 180/08

19 gennaio 2009 | Category: Ateneo

A seguito dell'approvazione del Decreto Legge n° 180/08, sul quale abbiamo già espresso le nostre forti perplessità, abbiamo prodotto in collaborazione con l'Unione degli Universitari un fascicolo contenente un indice storico dei principali argomenti trattati dal provvedimento. Abbiamo cercato di rendere il più semplice possibile diverse argomentazioni tecniche che variano dalla procedure di reclutamento dei […]



Legge n.133 – UDU

16 dicembre 2008 | Category: Comunicato Stampa
Roma, 10 dic. (Apcom) – I consiglieri dell'Unione degli universitari hanno oggi contestato al ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca, Mariastella Gelmini, le novità contenute nella legge 133, nel dl 180 e le recenti linee guida per la riforma dell' università: la posizione critica è stata espressa al ministro durante il suo intervento in seno al Consiglio nazionale degli studenti universitari tenuto nel pomeriggio.
 
"Le abbiamo contestato l'idea malsana di diritto allo studio che sta passando nei dibattiti parlamentari, per cui il diritto allo studio viene concepito da questo governo come un debito da contrarre piuttosto che un diritto da garantire sancito dalla costituzione", ha detto al termine della riunione Giorgio Paterna, consigliere Udu e rappresentante Gulliver del Cnsu.


Il Gulliver e l’UDU dicono no al DL180

9 dicembre 2008 | Category: Ateneo


Sciopero Generale Venerdì

6 dicembre 2008 | Category: Ateneo, Prima Pagina


Anche il Papa da ragione agli studenti

3 dicembre 2008 | Category: Comunicato Stampa, Prima Pagina

Il Papa: Universita' sia indipendente dai poteri

CITTA' DEL VATICANO – La riforma universitaria deve garantire la libertà di insegnamento, della ricerca, e l'indipendenza da "poteri economici e politici": lo ha detto il papa, precisando che l'università non deve "perseguire interessi privati approfittando di risorse pubbliche".  "La validità di una riforma universitaria – ha detto papa Ratzinger parlando ad un gruppo di studenti e docenti dell'Università di Parma – non può che avere come riscontro la sua libertà: libertà di insegnamento, libertà di ricerca, libertà dell'istruzione accademica nei confronti dei poteri economici e politici. Questo non significa – ha aggiunto – isolamento dell' Università dalla società, né autoreferenzialità, né tanto meno perseguimento di interessi privati approfittando di risorse pubbliche"



Documento del Consiglio Studentesco

27 novembre 2008 | Category: Ateneo, Prima Pagina
Ecco la lettera approvata, a maggioranza, dallo scorso Consiglio Studentesco in merito alla Legge 133/08:
 
All’On. Ministro Mariastella Gelmini

Al Presidente della Commissione Istruzione del Senato
Sen. Guido Possa

Al Presidente della Commissione Cultura della Camera
On. Valentina Aprea

Ai componenti del Consiglio Universitario Nazionale

Ai componenti del Consiglio Nazionale Studenti Universitari

 
Considerato l’art. 16 della legge 133/08, in merito alla possibilità che gli atenei pubblici possano trasformarsi in fondazioni di diritto privato;

Considerati i tagli sul FFO previsti nell’art. 66 della legge 133/08;

Considerato che con il blocco del turn over, previsto all’art. 66 della legge 133/08 si avranno notevoli problemi nell’erogazione e nella qualità della didattica;

Considerate le mozioni approvate nelle assemblee studentesche;

Si  ritiene


Manifestazione Nazionale a Roma

8 novembre 2008 | Category: Eventi, Prima Pagina

14 NOVEMBRE 

MANIFESTAZIONE NAZIONALE A ROMA

Protesta di tutte le componenti per l'UNIVERSITA' LIBERA, PUBBLICA E DI QUALITA'!!

Per prenotarti (stiamo ragionando in base ai partecipanti se prendere autobus o treno):

  • visita il blog: assembleano133.blogspot.com
  • manda un e-mail a: assembleano133@gmail.com
  • passa in uno dei banchetti informativi o presso l'aula polifunzionale di Ingegneria che rimane occupata dal "movimento no 133" in maniera permanente.

assembleano133.blogspot.com



Ennesima risposta di Comunione e Liberazione al CONSIGLIO NAZIONALE

6 novembre 2008 | Category: Ateneo, Prima Pagina
Estratto della seduta del Consiglio Nazionale degli Studenti (organo massimo di rappresentanza studentesca a livello nazionale presieduto e "governato" dagli esponenti di Comunione e Liberazione/Student Office) relativo alla LEGGE 133:
Roma, 3 Novembre 2008

A seguito della odierna seduta del CNSU in cui è stato votato a maggioranza in un aula semideserta (con 12 rappresentanti su 30) un documento in cui si condannano le mobilitazioni degli studenti universitari contro la legge 133/08 e i tagli al sistema universitario nazionale:



Continuiamo la protesta…

30 ottobre 2008 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Dopo la "costituzione" dell'Assemblea Generale d'Ateneo, che si contraddistingue per la sua apartiticità e lontananza da particolari movimenti, la Lista Gulliver – UdU ha deciso di portare avanti la protesta all'interno dell'Assemblea stessa.

Infatti, le mobilitazioni organizzate fino ad oggi sono frutto dell'impegno di tutti gli studenti che hanno deciso di gridare con forza il loro "no" alla Legge 133 ed in particolare agli articoli 16 e 66

Per cui riteniamo, in questo momento, che la cosa più opportuna sia rinunciare a simboli e bandiere per  lavorare in maniera più costruttiva possibilie e allargare il fronte della protesta.

Quindi, invitiamo gli studenti a visitare anche il blog costituito per l'occasione dove riporteremo i comunicati stampa dell'Assemblea:

assembleano133.blogspot.com



Manifestazione degli Studenti Medi ad Ancona, Giovedì 30 Ottobre

30 ottobre 2008 | Category: Comunicato Stampa

 

Manifestazione degli Studenti Medi ad Ancona, Giovedì 30 Ottobre

Comunicato stampa

L'Assemblea Generale d'Ateneo dell'Università Politecnica delle Marche aderisce con forza alla manifestazione indetta dalle rappresentanze studentesche degli studenti medi per oggi, 30 ottobre 2008. La nostra scelta è dovuta alla forte convinzione che l'istruzione debba essere difesa a tutti i livelli; perciò, scendiamo in piazza assieme agli studenti medi, esprimendo la nostra più sentita solidarietà in questi giorni di forte contestazione.

Durante l'occupazione, l'Assemblea ha più volte espresso le stesse preoccupazioni che hanno portato il mondo della scuola a scendere in piazza in tutta Italia; oltre questo senso di solidarietà, la nostra presenza oggi è motivata anche dalla ferma intenzione di informare gli studenti medi della situazione che troveranno una volta iscritti all'università se la legge “Tremonti” n°133/08 non dovesse essere abrogata



Manifestazione 28 Ottobre Ancona

30 ottobre 2008 | Category: Ateneo, Comunicato Stampa
29 ottobre ’08

 L’Assemblea Generale d’Ateneo dell’Università Politecnica delle Marche, dopo aver svolto nella giornata di ieri, martedì 28 ottobre 08, un corteo che ha coinvolto più di mille partecipanti attraverso tutte le facoltà del polo di Montedago ed aver occupato l’aula polifunzionale, prosegue i lavori di sensibilizzazione ed organizzazione della protesta, con le seguenti modalità:

  • In mattinata verranno contattati i docenti di ogni facoltà, al fine di proporre loro la possibilità di svolgere delle lezioni in piazza, constatata la volontà della maggior parte di essi a sostenere la ns. azione. Sottolineiamo a questo proposito la ferma intenzione di non interrompere le lezioni, intraprendendo un contemporaneo percorso di autoformazione
  • Nel pomeriggio, verrà effettuata una distribuzione di volantini in tutta la città di Ancona, al fine di coinvolgere e sensibilizzare l’intera popolazione locale

Intanto, nella giornata di oggi, 29 ottobre 08, rimane occupata la facoltà di ingegneria con un presidio permanente disponibile a fornire chiarimenti a chiunque fosse interessato, continuando comunque ad occuparsi dell’organizzazione dei prossimi momenti di mobilitazione.

Visti alcuni articoli e/o commenti pubblicati su diverse testate giornalistiche, l’Assemblea intende ribadire la sua natura apartitica, democratica e completamente indipendente da qualsiasi associazione studentesca, sindacale o di qualsiasi altra natura.

Assemblea Generale d’Ateneo dell’Università Politecnica delle Marche

WWW.ASSEMBLEANO133.BLOGSPOT.COM



Assemblea Generale d’Ateneo

28 ottobre 2008 | Category: Comunicato Stampa

Comunicato Stampa dell'Assemblea Generale d'Ateneo relativa alla mobilitazione di oggi:

Martedì 28 ottobre dalle 08.30 l'Assemblea Generale di Ateneo ha partecipato all'incontro pubblico organizzato da RSU dell'università politecnica della Marche, FLC CGIL, FIR CISL, PASUR UIL.

Più di mille fra studenti, dottorandi, ricercatori, assegnisti, docenti, personale tecnico amministrativo hanno preso parte all'importante momento informativo sulla manovra finanziaria 2009 e sull' ormai legge n° 133/08.

Eclatante è stato il comune dissenso nei confronti delle posizioni prese dal governo, nei confronti di una politica volta a smantellare l'Università come Istituzione Pubblica.

 
Alla fase informativa in Aula Magna, è seguita quella organizzativa tenutasi in Anfiteatro per esigenze funzionali al numero e alla volontà dei partecipanti.

Decisione unanime è stata intraprendere un corteo all'interno del Polo Montedago che si è concluso in Aula Magna.



Assemblea PUBBLICA 28 Ottobre: TAGLI PER TUTTI, QUALITA’ PER POCHI!!!

24 ottobre 2008 | Category: Ateneo, Prima Pagina

28 OTTOBRE, ORE 8.30 – FACOLTÀ DI INGEGNERIA Autobus diretto da Medicina e Economia! www.assembleano133.blogspot.com Un semplicissimo blog che contiene esclusivamente le informazioni utili al di fuori di ogni interpretazione politica. INFORMATI…!!!        



Cosa fanno le altre liste?

24 ottobre 2008 | Category: Agraria, Ateneo, Economia, Ingegneria, Medicina, Prima Pagina, Scienze

QUESTO E’ QUELLO CHE IL GULLIVER HA CHIESTO  IN CONSIGLIO STUDENTESCO:

  • Rinvio delle lezioni per Martedì 28 per dare modo a tutti gli studenti, docenti e personale di partecipare al momento assembleare intersindacale.
  • Invitare il personale docente a pubblicizzare l’assemblea nelle rispettive ore di lezione.
  • Inviare una comunicazione a tutti gli studenti e alle rispettive famiglie riguardo alle possibili conseguenze sopra riportate e un invito all’informazione e alla partecipazione all’Assemblea del 28 Ottobre.
  • Disponibilità di n. 2 autobus gratuiti rispettivamente dalla Facoltà di Medicina e di Economia per la mattina del 28 Ottobre fino alla Facoltà di Ingegneria e conseguente ritorno.

Le Liste STUDENT OFFICE, AZIONE UNIVERSITARIA, LA COCCINELLA e ALA DESTRA UNIVERSITARIA… HANNO VOTATO NO!!!!!!

Inoltre hanno votato NO anche alla richiesta di esprimersi contrariamente alla legge n.133 (Tremonti).
Quindi se la prossima volta vi chiederete perchè le altre associazioni non fanno nulla ricordatevi questo che avete appena letto…


Occupazione del Rettorato!!!

23 ottobre 2008 | Category: Ateneo, Comunicato Stampa

La Lista "Gulliver – Sinistra Universitaria – UdU" occupa simbolicamente il Rettorato dell'Università Politecnica delle Marche!!!!

A termine delle assemblee informative ed in seguito al rifiuto da parte del Rettore di sospendere le lezioni in occasione dell'Assemblea Generale d'Ateneo del 22, abbiamo ritenuto indispensabile organizzare un occupazione simbolica del Rettorato.

Con questo gesto vogliamo rivendicare il DIRITTO DI TUTTI GLI STUDENTI A POTER PARTECIPARE ALL'ASSEMBLEA SENZA VENIR MENO AI PROPRI OBBLIGHI DIDATTICI, COME PER IL RESTO DEL PERSONALE UNIVERSITARIO A POTER ESSERE PRESENTE E PARTECIPARE SENZA INCORRERE IN SANZIONI LAVORATIVE. 

Inoltre, abbiamo deciso di rilanciare la nostra protesta aderendo alla Manifestazione Nazionale del 14 Novembre a Roma e non escludiamo l'organizzazione di altri momenti di mobilitazione che si articoleranno all'interno del percorso nazionale condiviso con l'Unione degli Universitari.



Dichiarazioni folli di Berlusconi!

23 ottobre 2008 | Category: Prima Pagina

"Non arretreremo di un millimetro, andremo avanti nella direzione lungamente meditata"

"Non solo non saranno permesse occupazioni (che siano di università o di licei) ma i contestatori stiano attenti perché le forze dell'ordine sono pronte a intervenire"

 A fronte di queste inaccetabili intimidazioni fatte dal Presidente Berlusconi, che evidentemente si è scordato del ruolo istituzionale che ricopre, intendiamo rivendicare anche con maggiore forza e volontà il nostro diritto a manifestare e a portare avanti la battaglia per un sapere libero e di qualità.

Inotre riteniamo ancor più gravi le parole del Premier a causa della totale mancanza di responsabilità politica e sociale che ha mostrato poiché, in un momento cosi delicato, l'apertura al dialogo e al confronto è l'unica strada percorribile.



Assemblea – 22 Ottobre

22 ottobre 2008 | Category: Comunicato Stampa

La Lista Gulliver – Udu intende esprimere la piena soddisfazione per l'Assemblea svoltasi stamattina presso l'Aula Magna di Ingegneria.

Questo importante momento di discussione ha visto la presenza di oltre 700 persone e all'unanimità si è deciso di proseguire i lavori come ASSEMBLEA GENERALE D'ATENEO,

In seguito si è discusso a lungo delle prossime mobilitazioni locali e si è aderito in maniera unitaria alla Manifestazione Nazionale del 14 a Roma e si è rilanciata l'assemblea intersindacale del 28 Ottobre ad Ingegneria.



Assemblea Generale d’Ateneo

19 ottobre 2008 | Category: Ateneo, Prima Pagina

ASSEMBLEA GENERALE D'ATENEO

MERCOLEDI 22 PRESSO L'AULA MAGNA D'ATENEO DI INGEGNERIA

DALLE ORE 9:00

Discuteremo della LEGGE TREMONTI insieme a Docenti, Dottorandi, Ricercatori e Personale Tecnico Amministrativo

VIETATO MANCARE!

 

In tutta Italia ormai la mobilitazione è a livelli altissimi e in tutti gli atenei stanno nascendo movimenti, assemblee, occupazioni e proteste fortissime!!

Per tenervi aggiornati: WWW.UDU.IT



Assemblea straordinaria presso la sede GULLIVER di via Saffi!!

16 ottobre 2008 | Category: Ateneo, Eventi

Carissim* Student*,

come preannunciato alle assemblee presso Economia e il Polo di Monte Dago (aspettando quella di Medicina che si svolgerà Lunedi 20 alle ore 14.00)vi aggiorniamo sulla situazione della Legge Tremonti e sulle mobilitazioni che seguiranno prossimamente in Ancona.

Infatti stiamo riflettendo sulla possibilità di fare un azione di forza per dimostrare alle Istituzioni la serietà della nostra protesta quindi abbiamo deciso di riunirci Venerdi sera alle 21.30 in Via Saffi presso la sede del Gulliver per parlarne tutti assieme e decidere il da farsi.

La riunione è aperta a tutti gli studenti interessati, ma visto che non abbiamo il tempo materiale di promuoverla vi preghiamo di girare la comunicazione a tutti i vostri conoscenti.

(sappiamo che il venerdi non è la sera migliore da passare chiusi in un locale, però data l'importanza ci promettiamo di fare presto e concludere il piu velocemente possibile)

Se vi servono informazioni su come arrivare non esitate a contattarci presso le nostre aulette o via e-mail.



Programmazione Autunnale

9 ottobre 2008 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Programmazione autunnale della Lista Gulliver:

14 Ottobre: Assemblea Informativa presso la Facoltà di Economia – Villa Rey

15 Ottobre: Assemblea Informativa presso la Facoltà di Ingegneria – Monte d’Ago

20 Ottobre: Assemblea Informativa presso la Facoltà di Medicina – Torrette

In occasione di queste assemblee sarà organizzata una consultazione degli studenti su quello che sta avvenendo all’Università tramite una sorta di “Referendum popolare”.

 



La storia della Legge n.133 – Ex Decreto n.112

9 ottobre 2008 | Category: Ateneo, Prima Pagina

La storia della legge n. 133

 

Prima di tutto, rispetto alla prima”edizione” del fascicolo informativo, in questo caso ci troviamo a parlare di una Legge vera e propria che ha ormai concluso il suo iter parlamentare e che possiamo identificare come Legge n.133 del 6 Agosto 2008.

 

Come si può facilmente notare, la scelta di discutere un provvedimento cosi importante, e riguardante l’Università, nel periodo di Agosto rappresenta già di per se un argomento di discussione e di critica non indifferente. E’ evidente che qualsiasi forma di contrarietà o miglioramento a tale decreto non è stato preso minimamente in considerazione nel momento in cui l’informazione è venuta totalmente a mancare e non è stato dato il tempo di reagire alla parti coinvolte.

 

Ma la situazione sta cambiando . . .

 

I vari componenti del mondo accademico si stanno risvegliando dal lungo torpore che li aveva caratterizzati in questi ultimi anni, e in tutta Italia stanno proliferando iniziative e forti prese di posizione contro la Legge.

 

I docenti  per primi sono sul piede di guerra e hanno preannunciato scioperi e azioni di protesta, cosi come il personale tecnico amministrativo che  si trova anche nella difficile posizione di dover firmare il contratto nazionale.

 

Allo stesso modo Dottorandi e Ricercatori si sono fatti carico del provvedimento e hanno espresso il loro appoggio al fronte del “no”, allargando cosi la partecipazione e l’informazione a riguardo.

 

Ora è venuto il momento anche per noi studenti di, prima di tutto informarci, e poi azionarci per riuscire a respingere questo letale attacco all’Università!

 

Negli altri atenei si stanno organizzando ugualmente, anche in base alla partecipazione degli studenti, dei momenti di discussione per poi sfociare in mobilitazioni locali e le più svariate forma di protesta.

 

Quindi anche in Ancona, abbiamo programmato una serie di eventi da qui al 17 Novembre con l’obbiettivo di riuscire a riaprire la discussione della Legge e far capire alle istituzioni che il popolo Universitario è vivo e lotterà per difendere l’Università PUBBLICA E DI QUALITA’!!



Fermiamo la distruzione dell’Università

9 ottobre 2008 | Category: Prima Pagina

Mantieniti informato, partecipa alle assemblee!!

Facoltà di Economia: Martedi 14, Aula A-1, ore 12.45

Polo Monte Dago: Mercoledì 15, Aula G2, ore 12.30

Facoltà di Medicina: Lunedì 20, Aula A, ore 14.00

Mettiamo insieme i pezzi e scopriamo cosa sta accadendo!

Visita la sezione speciale "Decreto Tremonti" e scarica i Fascicoli informativi che abbiamo prodotto.



Documento prodotto dal Gulliver in occasione dell’Assemblea di Ancona indetta dai sindacati

9 settembre 2008 | Category: Ateneo, Comunicato Stampa

  ALLE SEGRETERIE PROVINCIALI DEI SINDACATI FLC-CGIL CISL UNIVERSITA’ UILPA-URAFAM   ALLE RSU DELL’UNIVERSITA’ POLITECNICA DELLE MARCHE ALLE RSU ENTI PUBBL. DI RICERCA ALLE RSU ISTITUTO MUSICALE PAREGGIATO PERGOLESI   AL MAGNIFICO RETTORE DELL’UNIVERSITA’ POLITECNICA DELLE MARCHE PROF. MARCO PACETTI p.c.  AI MEZZI DI INFORMAZIONE LORO SEDI   Ancona, lì 18.07.2008 Con la presente la lista […]



I tagli all’Università

9 settembre 2008 | Category: Ateneo, Prima Pagina

 

Decreto-Legge 27 maggio 2008, n. 93

“Disposizioni urgenti per salvaguardare il potere di acquisto delle famiglie”

 

Molti sono i tagli apportati al mondo della cultura in generale da questo provvedimento, concentriamoci su quelli che influiscono direttamente sull’Università.

 

All’articolo 5 del presente decreto sono elencati tutti i tagli necessari a fornire copertura alla manovra. In particolare il comma 7, lettera d) prevede un taglio lineare a decorrere dall’anno 2010 del 6,78% degli “stanziamenti di parte corrente relativi alle autorizzazioni di spesa come determinate dalla tabella C della legge 24 dicembre 2007, n. 244”. Si tratta della tabella allegata alla Legge Finanziaria, e comprende alcuni capitoli di spesa dedicati all’università e al Diritto allo Studio. In particolare subiranno una riduzione i fondi stanziati per il 2010 relativamente a:

– potenziamento dell’attività sportiva universitaria (erano previsti 11.237.000€)

– norme sul diritto agli studi universitari (legge 390/91) (erano previsti 143.552.000€)

– interventi per alloggi e residenze universitarie (erano previsti 31.977.000€)

– norme sul piano triennale di sviluppo dell’università e per l’attuazione del piano quadriennale 1986-1990 (erano previsti 93.729.000€)

– università non statali legalmente riconosciute (erano previsti 129.880.000€): è l’unico taglio riguardo al quale non esprimiamo certo rammarico

– spese per il funzionamento delle università (erano previsti 6.888.231.000€).

 

Si insiste su capitoli che avevano già subito tagli in fase di stesura della finanziaria ed erano già nettamente insufficienti.

 

Sempre l’articolo 5 prevede poi tagli ulteriori su specifici capitoli di spesa. Fra questi si va a toccare quanto previsto dal cosiddetto “Decreto mille-proroghe” (decreto legge 31 dicembre 2007, n. 248, convertito dalla legge 28 febbraio 2008, numero 31) del Governo Prodi, che all’art. 13-bis aveva previsto un incremento del fondo di funzionamento ordinario delle Università di 16 milioni di euro annui a partire dal 2008. Il decreto legge in questione prevede una riduzione di tale cifra a 9 milioni per il 2009 e a 9 milioni per il 2010.

 

Decreto-Legge 25 giugno 2008, numero 112

< em>“Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria”

 

§         La “manovra” per il triennio 2009-2011 sarà sviluppata su due filoni:

  1. interventi per lo sviluppo;
  2. interventi di contenimento e raggiungimento del pareggio nel 2011.

 

§          La manovra si svilupperà attraverso l’emanazione:

1.     di un decreto legge per una manovra correttiva per il 2008 di circa 3 miliardi di euro da coprire con risorse a carico di banche ed imprese;

2.     di un decreto legge per il contenimento della spesa 2009-2010-2011;

3.     di un provvedimento per lo sviluppo (liberalizzazioni, snellimento burocratico, incentivi alle imprese, ecc).

 

§         I decreti legge dovranno essere approvati entro l’estate e a settembre la legge finanziaria non sarà altro che la sede di recepimento dei tagli già approvati.

 

§         Quantitativamente la manovra 2009-2011 sarà di complessivi 34,8 miliardi così suddivisi:

 

2009

2010

2011

13,1

20,2

34,8

 

 

I contenuti relativi all’università e ai giovani

 

Art.11

È prevista la costituzione di un piano nazionale di edilizia abitativa che deve favorire le categorie svantaggiate nell’accesso al libero mercato degli allog
gi in locazione, fra cui vengono compresi anche gli studenti fuori sede. In attesa del piano, che dovrà essere approvato entro 60 giorni dalla data in vigore del decreto, per ora la manovra sembra assolutamente poco incisiva, in quanto i finanziamenti previsti altro non sono che la somma di finanziamenti già stanziati per questa ed altre misure analoghe (quindi nessun tipo di investimento economico) ed anzi si pensa di reperire liquidità vendendo patrimonio abitativo di edilizia sociale a favore degli occupanti (diminuendo quindi gli alloggi in possesso del pubblico a favore di alloggi di proprietà privata che semplicemente sono vincolati ad applicare canoni calmierati).

 

Art. 15

Altra misura di scarsa incisività. È un semplice suggerimento all’utilizzo di testi, documenti e strumenti didattici di tipo informatico (peraltro non si prevede la gratuità dei testi da scaricare da internet).

 

Art. 16

Forse la misura più grave presente in questo testo. Prevede la possibilità per le università di trasformarsi in fondazioni di diritto privato, con una semplice delibera di trasformazione adottata dal Senato accademico a maggioranza assoluta.

Moltissime sono le criticità: la privatizzazione delle università, oltre che ai nostri principi, è contraria a quanto previsto dalla Costituzione che all’art. 33 prevede che lo stato debba istituire scuole statali per tutti gli ordini e i gradi. Fra l’altro è previsto che la proprietà dei beni immobili già in uso alle università venga trasferita alle fondazioni, ovvero proprietà dello stato che si trasforma tramite una semplice delibera di un Senato accademico e un decreto ministeriale in proprietà di una fondazione privata.

Oltre alle considerazioni di carattere più “ideologico” la trasformazione delle università in fondazioni porta con sé parecchie ricadute di carattere pragmatico, anche per via della vaghezza del testo del decreto.

Non è infatti chiaro che cosa si intenda quando si dice che resta fermo il sistema di finanziamento pubblico e cha a tal fine costituisce elemento di valutazione, a fini perequativi, l’entità dei finanziamenti privati di ciascuna fondazione. Infatti il periodo può essere interpretato sia in direzione di dire che i finanziamenti statali distribuiranno risorse a chi non sarà riuscito a recuperarle dai privati, ma in tal caso decadrebbe tutto l’intento del decreto di stimolare le università a procurarsi fondi ulteriori rispetto a quelli statali, sia in direzione di dire che verrà premiato chi otterrà più fondi dai privati, e in tal caso si andrebbe a penalizzare in maniera poco attenta quegli atenei che si trovino nell’impossibilità di recuperare finanziamenti da privati anche in relazione alla situazione territoriale. Non è poi fornito nessun tipo di garanzie sull’autonomia didattica degli Atenei, che rischia di essere gravemente compromessa e indirizzata dagli enti privati che forniscono i finanziamenti. Non viene poi fornito nessun tipo di garanzie per quanto riguarda il sistema di tassazione. Il vago comma 14 in cui si dice che alle fondazioni universitarie continuano ad applicarsi tutte le disposizioni vigenti per le università statali in quanto compatibili con il presente articolo e con la natura privatistica delle fondazioni medesime non garantisce affatto che venga mantenuto fisso il tetto del 20% dell’ffo per quanto riguarda la contribuzione studentesca, ed è già in campo da parte della crui la proposta che il 20% non venga più calcolato sull’ffo ma sul bilancio complessivo dell’ateneo. Ancora, contemporaneamente alla delibera di trasformazione in fondazione l’università deve adottare un nuovo statuto ed un nuovo regolamento di ateneo: non si hanno quindi garanzie di nessun tipo sul destino della rappresentanza studentesca. È poi necessario un cenno alla situazione del personale delle fondazioni universitarie, il cui destino contrattuale non è per nulla certo: chi sarà il loro datore di lavoro? Quale sarà il contratto collettivo di riferimento? Quali garanzie ci saranno rispetto a un’introduzione massaccia di forme contrattuali precarie?

 

Art. 22

Il lavoro compiuto dagli studenti (universitari o delle scuole superiori) con meno di 25 anni durante i periodi di vacanza è soggetto a ulteriori possibili deregolamentazioni, poiché viene inserito fra le prestazioni di lavoro di tipo accessorio, ovvero quelli che non sono regolamentati da un contratto e il cui pagamento avviene attraverso un meccanismo di buoni.

 

Art. 60

Vengono previsti tagli a varie voci di spesa dei Ministeri, ed è ovviamente coinvolto anche il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Il Decreto stabilisce che questi tagli non potranno andare a pesare su stipendi, assegni, pensioni e altre spese fisse né sul fondo ordinario, né sulle risorse destinate alla ricerca. Ciononostante l’istruzione universitaria subisce un taglio di 103.383.000€ per il 2009, di 109.309.000€ per il 2010 e di 192.834.000€ per il 2011.

 

Art. 66

Assieme all’articolo 16 è quello che influisce in maniera più drammatica sulle università.

Prevede infatti sia una riduzione dei docenti sia una riduzione drastica dell’FFO.

Il taglio dei docenti è operato in questa maniera: per gli anni 2010 e 2011 potrà essere assunto personale in maniera tale che la spesa corrispondente alle nuove assunzioni non superi il 20% delle spese relative al personale cessato nell’anno precedente, ed in ogni caso il numero dei neo assunti non potrà superare il 20% del personale cessato nell’anno precedente. (Semplificando al massimo ogni cinque professori che andranno in pensione potrà esserne assunto uno solo).

A partire dal 2012 la limitazione pa
ssa dal 20 al 50%.

I danni più evidenti che questa misura apporterà sono quelli relativi all’ingresso nel mondo universitario dei giovani ricercatori.

Considerando poi che i requisiti necessari in vigore vincolano l’apertura di un corso di laurea alla presenza di un numero minimo di docenti e che, nel caso in cui gli immatricolati superino la numerosità massima teorica per il corso di laurea il numero di docenti necessari cresce in proporzione al numero degli iscritti, appare più che verosimile la possibilità che vengano introdotti ulteriori numeri chiusi per contenere il numero di docenti necessari ed è inoltre concreto il rischio di chiusura di corsi di laurea (come già abbiamo detto relativamente all’introduzione del numero di docenti necessari per l’apertura di un corso di laurea senza un’effettiva valutazione della qualità del corso di laurea in questione).

 

I tagli al Fondo di Finanziamento ordinario delle Università sono invece così determinati:

63.500.000€ per il 2009

190.000.000€ per il 2010

316.000.000€ per il 2011

417.000.000€ per il 2012

455.000.000€ per il 2013.

Si tratta, come si vede, di ingenti riduzioni.

Questo provvedimento, collegato a quanto previsto dall’articolo 16, non fa che confermare il disinvestimento dello Stato sulla formazione ed è chiaramente un incentivo affinché le Università si rivolgano a finanziamenti privati.



Articoli di interesse del DL Tremonti riguardanti l’ Università

9 settembre 2008 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Articoli di interesse del DL Tremonti riguardanti l’Università:                  Art. 11. Piano Casa 1. Al fine di superare in maniera organica e strutturale il disagio sociale e il degrado urbano derivante dai fenomeni di alta tensione abitativa, il CIPE approva un piano nazionale di edilizia abitativa, su proposta del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, […]



La Storia del Decreto-Legge n.112

9 settembre 2008 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Fin da subito il nuovo governo ha voluto continuare il macabro lavoro di smantellamento del mondo del sapere iniziato dalle precedenti legislature. Infatti,  ha subito inserito nell’agenda dei lavori lo sconvolgimento del mondo Universitario attraverso lo sconcertante piano di Tremonti.

Difatti il Decreto-Legge n.112, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 25 Giugno, è stato presentato come “Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico” ma tra gli altri provvedimenti, mette le mani in modo pesante nelle tasche dell’Università Italiana.

Uno degli aspetti più gravi è la possibilità per gli Atenei di diventare fondazioni universitarie, oltrechè un turnover tra pensionamenti e assunzioni del corpo docenti pari al 25% per i primi tre anni (ogni 5 docenti che vanno in pensione se ne assume uno)  e pari al 50% nell'andare avanti. Sempre in tale decreto-legge è contenuto un progressivo taglio ai Fondi di Finanziamento Ordinario agli Atenei per un ammontare complessivo di 1 miliardo e mezzo di euro dal 2009 al 2013, tale da far pensare che si voglia costringere gli Atenei a rivolgersi ai privati per andare avanti.

Questo significa che se le cose non cambieranno avremo da qui a tre anni Fondazioni private che sostituiscono gli Atenei con aumenti indiscriminati della contribuzione studentesca, numero chiuso nella stragrande maggioranza delle Facoltà, perchè diminuisce il rapporto che lega il numero dei docenti agli studenti; rapporto determinante per la scelta del numero chiuso come strumento di limitazione degli accessi, senza considerare tutto quello che deriva da un passaggio da pubblico a privato in un settore così delicato come quello della formazione e della conoscenza.

Se i lavori parlamentari atti a convertire il DL in Legge riusciranno a cancellare queste parti riguardanti l'Università che sono aberranti, non potremo far finta che non sarà successo nulla ma dovremo discutere tutti sulla necessità del carattere pubblico dell'Università italiana, ma se invece il panorama prospettatoci dovesse rimanere tale all'indomani della discussione parlamentare saremo, come sempre, pronti a rimboccarci le maniche per continuare a credere e a difendere un'Università… LIBERA, PUBBLICA E DI QUALITÀ!



Primi risultati dei tagli sulla scuola…

22 agosto 2008 | Category: Prima Pagina

Iniziano a vedersi i primi risultati dei tagli sulla scuola che il nostro caro governo promuove per ridurre gli sprechi… e chi meglio delle persone più indifese da colpire??? La notizia è di quelle che fanno riflettere: colpire i bambini ammalati gravemente togliendo loro il diritto allo studio è una cosa vergognosa!!!

 www.ansa.it


Assemblea Nazionale del 22 Luglio a Roma indetta dai Sindacati del Mondo Universitario

23 luglio 2008 | Category: Ateneo, Comunicato Stampa

Nella giornata di Martedi 22 Luglio si è tenuta a Roma un'assemblea di carattere nazionale indetta dai vari Sindacati del mondo dell'Università.

Il Gulliver ha partecipato attraverso una propria delegazione ed è riuscito ad intervenire nei lavori assembleari attraverso l'intervento della Coordinatrice Nazionale dell'UdU-Sindacato degli Studenti Federica Musetta. 

Precisamente l'intervento dell'unica rappresentante degli Studenti ha evidenziato le possibili conseguenze del Decreto n.112 facendo particolare riferimento ai momenti di protesta e mobilitazione che avverranno da qui a Ottobre in tutte le Università Italiane.



Campagna di Informazione sul Decreto n.112 – “Tremonti”

21 luglio 2008 | Category: Ateneo

Da oggi parte a pieno regime la

CAMPAGNA DI INFORMAZIONE SUL DECRETO N.112 – TREMONTI

che rischia di sconvolgere l'intero sistema universitario

Riteniamo che tale progetto sia assolutamente folle e rischi di portare l'Università italiana allo sbando distruggendo tutto il sistema poiche i cambiamenti introdotti andrebbero a influenzare tutte le cmponenti del mondo accademico senza distinzioni.

Per questo è fondamentale che tuti gli studenti sappiano cosa sta accadendo e conoscano le possibili conseuenze che avrebbe l'applicazione della Legge sull'intero mondo del Sapere.

Potrete trovare tutte le informazioni del caso nei volantini che sono appesi nelle nostre bacheche nei quali cerchiamo di spiegare nel modo piu semplice i possibili cambiamenti che porterà il folle piano del Nuovo Governo.

Inoltre presso tutte le aulette è disponibile un Fascicolo, da noi prodotto, che include tutti i documenti sul Decreto inclusi gli articoli e una scheda tecnica a riguardo che spiega nel dettaglio ogni singolo passaggio.

A breve, tutto il materiale sarà anche on-line e scaricabile direttamente dal sito, nel frattempo vi invitiamo a leggere il materiale in bacheca o a passare nelle nostre aulette.

Nel frattempo, ecco un estratto del nostro lavoro:



Un nuovo pericolo per l’Università

11 luglio 2008 | Category: Prima Pagina

Fin da subito il nuovo governo ha voluto continuare il macabro lavoro di smantellamento del mondo del sapere iniziato dalle precedenti legislature.

Infatti, tra meno di una settimana, sarà discusso in parlamento il catastrofico progetto di Tremonti.

Il Decreto-Legge n.112, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 25 Giugno, prevede, tra l'altro, la possibilità per gli Atenei di diventare fondazioni universitarie, oltrechè un turnover tra pensionamenti e assunzioni del corpo docenti pari al 25% per i primi tre anni (ogni 5 docenti che vanno in pensione se ne assume uno)  e pari al 50% nell'andare avanti. Sempre in tale decreto-legge è contenuto un progressivo taglio ai Fondi di Finanziamento Ordinario agli Atenei per un ammontare complessivo di 1 miliardo e mezzo di euro dal 2009 al 2013, tale da far pensare che si voglia costringere gli Atenei a rivolgersi ai privati per andare avanti.