Posts Tagged ‘ Studentati ’

Il Gulliver non va in vacanza: Aggiornamenti Estivi

16 agosto 2014 | Category: Prima Pagina

La sessione estiva e le vacanze non fermano il Gulliver, che anche nei mesi estivi ha portato avanti le proprie battaglie. TRASPORTO SERALE: Abbiamo presentato all’Assessore ai trasporti del Comune i risultati del questionario sulle corse serali degli autobus. Dai questionari è infatti emerso che le esigenze degli studenti vanno nell’ottica di un’estensione del servizio […]



AGGIORNAMENTI RIFORMA DIRITTO ALLO STUDIO

29 marzo 2012 | Category: Prima Pagina

Molti di voi ci hanno dato il loro sostegno qualche mese fa firmando la raccolta firme proposta per portare all’attenzione dell’Amministrazione Regionale la nostra “Proposta di Legge sul Welfare Studentesco”. Abbiamo aspettato diversi mesi per aggiornarvi a riguardo poiché la situazione è stata molto caotica fino al Dicembre 2011 quando abbiamo consegnato la nostra proposta […]



Alloggi ERSU – Congresso Eucaristico

31 agosto 2011 | Category: Ateneo

Ancona ospiterà dal 3 all’11 settembre 2011 il XXV Congresso Eucaristico Nazionale, che terminerà con la messa celebrata dal Papa presso il parcheggio interno alla Fincantieri (zona centro/portuale). La Lista Gulliver ha denunciato con forza sulla stampa locale la scelta dell’ERSU di Ancona di mettere a disposizione dei pellegrini gli alloggi degli studenti. In seguito […]



ERSU: aumenti mensa e alloggi – Servizio di Pulizia rescissione contratto

4 luglio 2011 | Category: Prima Pagina

Il nuovo anno porterà con sé cattive novità per quanto riguarda la mensa e gli alloggi presso le case dello studente dell’ERSU di Ancona. Da oltre un anno denunciamo i tagli e le politiche sbagliate del Governo riguardo il Diritto allo Studio. Avevamo ipotizzato possibili aumenti delle tasse universitarie già dal 2008 e possibili aumenti […]



Diritto allo Studio: ultimi aggiornamenti

7 maggio 2011 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Come ogni anno, nel mese di Maggio, il Consiglio Regionale è chiamato ad approvare il Piano Annuale degli Interventi per il Diritto allo Studio per il successivo anno accademico (2011-2012). Il suddetto Piano deve essere analizzato della Conferenza Regionale sul Diritto allo Studio prima di essere approvato dal Consiglio Regionale. Nella Conferenza sono presenti anche […]



Borse di studio in arrivo grazie alle proteste degli studenti!

9 marzo 2011 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Dopo la protesta del 17 Novembre ad Ancona e dopo diversi incontri tra i rappresentati degli studenti con l’assessorato sono stati stanziati (in data 30 Dicembre 2010) 2.650.000€ per le borse di studio della Regione. Visto che la quota destinata all’ERSU di Ancona non è sufficiente a coprire tutte le borse di studio (complete di […]



Nuovo Bando di 850 mila euro – Regione Marche

8 giugno 2010 | Category: Prima Pagina

“Il sostegno ai giovani per lo studio universitario e l’aiuto alle famiglie sulle quali pesano in questo momento le difficoltà economiche causate dalla crisi del lavoro, non possono venire meno dalla Regione. Abbiamo così deciso di proseguire quella misura di agevolazione già stabilita nel febbraio scorso e che prevede un contributo “una tantum” ai figli universitari di disoccupati da almeno tre mesi, per un importo di 850 mila euro con un nuovo bando, includendo tra i beneficiari anche i figli di lavoratori in cassa integrazione in deroga, una realtà importante nella nostra Regione”. Lo spiega l’assessore regionale al Lavoro-Istruzione, Marco Luchetti che sottolinea anche come questa agevolazione sia una “ideale sintesi interdisciplinare tra Lavoro e Istruzione, un modo concreto per far camminare un flusso comune di impegno e di risorse che deriva anche dall’accordo del novembre scorso con i Sindacati, finalizzato a difendere l’occupazione e la coesione sociale”



Programma Elettorale d’Ateneo – Lista n. 6

22 aprile 2010 | Category: Ateneo

Programma Elettorale d’Ateneo della Lista n. 6 – Gulliver – Sinistra Universitaria



Programma Elettorale per il Diritto allo Studio

21 aprile 2010 | Category: Ateneo

Programma Elettorale per il Diritto allo Studio della Lista n. 6 – Gulliver – Sinistra Universitaria



3 Marzo – “Futuro significa spenderci”

3 marzo 2010 | Category: Ateneo, Prima Pagina

In occasione della campagna nazionale dell'Unione degli Universitari (UdU) denominata "FUTURO SIGNIFICA SPENDERCI" sul tema del Diritto allo Studio, il Gulliver organizza un azione simbolica in Piazza Roma per rivendicare l'Assistenza Sanitaria gratutita per gli studenti universitari. Le nostre ragioni risiedono nella piattaforma nazionale dell'UdU che propone un nuovo sistema di Welfare Studentesco basato sull'Articolo […]



Studentati: sicurezza e controlli

5 febbraio 2010 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Dopo la protesta di qualche mese fa e le tante richieste che abbiamo fatto negli organi accademici anche i Vigili del Fuoco hanno compiuto un sopralluogo negli studentati per verificare la stabilità delle strutture. Sebbene da un lato ci hanno confermato che gli edifici non presentano danni a causa delle scosse di terremoto, dall’altro sono […]



Abbiamo ottenuto 1 MILIONE di Euro…ma non ci fermiamo!!!

7 dicembre 2009 | Category: Ateneo, Prima Pagina

A seguito della nostra protesta la Regione Marche ha stanziato 1 MILIONE di Euro per gli studentati di Ancona! L’Assemblea Legislativa Regionale, ancora una volta, non fornisce risposte adeguate all’emergenza del Diritto allo Studio che persiste in Ancona visto che la cifra stanziata in sede di  approvazione del Bilancio di previsione per l'anno 2010 (1 […]



Le risposte della Regione: 1 milione e altre promesse!

4 dicembre 2009 | Category: Ateneo, Comunicato Stampa

Nel ringraziare tutti coloro che hanno partecipato al sit-in del 3 Dicembre (a cui hanno aderito anche i Collettivi "O.P.S". e "Metropolis" e il Comitato "Scuola Ancona") riteniamo insufficiente le risposte della Regione Marche che per voce dell'Assessore Benatti, richiamata dalla nostra protesta è scesa tra gli studenti universitari, ha preannunciato lo stanziamento di un […]



3 Dicembre 2009 Sit-in davanti alla Regione Marche

3 dicembre 2009 | Category: Ateneo, Comunicato Stampa

Giovedì 3 Dicembre saremo davanti al Palazzo della Regione per un sit-in di protesta contro la politica in merito di Diritto allo Studio delle Marche! Sono anni che continuiamo a denunciare la gravissima situazione che persiste in Ancona, sia per la copertura delle borse di studio che non raggiunge il 100% (quest’anno la copertura non […]



Riunioni di palazzina

22 novembre 2009 | Category: Ateneo, Eventi

Martedì 24 Novembre – Via Brecce Bianche
Mercoledì 25 Novembre – Via Lambro e Via Saffi
Giovedì 26 Novembre – Via Bartolo da Sassoferrato e Via Scosciacavalli
– ore 20.30 –



Prevenire?? Meglio che curare!!

23 aprile 2009 | Category: Ateneo

Dopo le recenti scosse di terremoto che hanno duramente colpito l’Abruzzo, abbiamo richiesto e ottenuto un sopralluogo ai Vigili del Fuoco negli studentati di Ancona. Infatti sono anni che denunciamo e segnaliamo le disfunzioni degli alloggi alla Regione e all’amministrazione dell’ERSU e anche in questo caso ci siamo immediatamente attivati. Per cui, a breve, verranno […]



Gulliver informa

19 gennaio 2009 | Category: Ateneo

Da oggi per le comunicazioni e i malfunzionamenti relativi alla LINEA TELEFONICA DEGLI STUDENTATI è possibile inviare un e-mail al seguente indirizzo: manutenzione@ersu-ancona.it Scrivere nell'oggetto: "Segnalazione servizio telefonico" E indicare nel testo della mail lo STUDENTATO, la PALAZZINA e la STANZA relativa al guasto. INOLTRE POTETE CONTATTARE IL SERVIZIO ALLOGGIO COMPONENDO IL 5100 DAL TELEFONO INTERNO.



Finalmente…

19 gennaio 2009 | Category: Ateneo

Dopo anni di richieste e sollecitazioni, questo fine settimana inizieranno i lavori di sostituzione delle cucine UNIBLOC presso gli studentati di Brecce Bianche. Inoltre saranno acquistate le nuove porte per le stanze delle palazzine A-B-C-D. (Entro sei mesi provvederanno anche con le restanti palazzine.) INFINE DALLA PROSSIMA SETTIMANA I GETTONI PER LE LAVATRICI SARANNO REPERIBILI […]



Assemblea degli studentati

23 aprile 2008 | Category: Agraria, Ateneo, Economia, Eventi, Ingegneria, Medicina, Scienze

Dopo l’assemblea di metà Febbraio in cui è stata denunciata ai dirigenti dell’ERSU la situazione degradata degli studentati ed in cui avevamo ottenuto piccole ma importanti promesse di miglioramento dei servizi, a due mesi di distanza rincontriamo i dirigenti stessi per fare il punto della situazione su cosa è/non è stato fatto.

 MERCOLEDI' 23 – ORE 18

MENSA DI INGEGNERIA

 



Stimatissimo Presidente Napolitano…

3 marzo 2008 | Category: Ateneo
E' durato pochi minuti l'incontro tra le autorità accademiche e del territorio e il Presidente Napolitano, ma, grazie alla Sua piena disponibilità, sono stati sufficienti per il Presidente del Consiglio Studentesco dell'Università Politecnica delle Marche Giorgio Paterna, e Coordinatore del Gulliver-Sinistra Universitaria, per porre all'attenzione della massima carica dello Stato la lesione costituzionale della non copertura delle borse di studio.


Assemblea generale degli studentati

13 febbraio 2008 | Category: Ateneo

Venerdì 15 Febbraio 2008 alle ore 18.00 presso la Mensa ERSU di Montedago

La Lista Gulliver organizza un incontro tra gli studenti, il Presidente  dell'ERSU Giacani ed il Direttore Amministrativo Freddari.


Assemblee Studentati ERSU

10 dicembre 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

La Lista Gulliver promuove le assemblee per gli studenti che usufruiscono di posto letto dell’ERSU per un confronto sulle proposte da presentare all’Ente in materia di riqualificazione e miglioramento strutturale degli studentati.

 

LUNEDì 10 DICEMBRE ore 21.00

Aula Gulliver di Via Saffi

(per i ragazzi di Scosciacavalli, via Saffi e via Matteotti)

  

MERCOLEDÌ 12 DICEMBRE ore 21.00

Circolo operaio "Pietro Ranieri"

 via tavernelle 134

(per i ragazzi di via Petrarca, via Bartolo da Sassoferrato, via Brecce Bianche)

 

GIOVEDÌ 13 DICEMBRE ore 21.00

Studentato di via Lambro – primo piano aula studio

(per i ragazzi dello studentato di via Lambro) 



Sondaggio ERSU parte 6

3 aprile 2007 | Category: Prima Pagina

Parte III: Servizi Vari       15. Usi l’abbonamento annuale Conerobus?   Si 130 66%   Borsisti 130 66%   Non Borsisti 0 0%   No 50 26%   Borsisti 37 19%   Non Borsisti 13 7%   Non sa / Non Risp. 15 8%     16. Sei d’accordo a mantenere le attuali […]



Sondaggio ERSU parte 5

3 aprile 2007 | Category: Prima Pagina


  11. Ritieni corretto il sistema di assegnazione degli appartamenti?
Si 82 42%
No 106 54%
Non sa / Non Risp. 7 4%
Metodo di assegnazione degli appartamenti

12. Cosa suggerisci per migliorare l’attuale sistema di assegnazione degli appartamenti?

Sono pervenuti numerosi suggerimenti:


Possibilità accordo tra studenti
Tener conto delle assegnazioni dell’anno precedente
Considerare crediti a parità di fascia di reddito
Valutare secondo il corso seguito dallo studente
Riservare posti per inscritti specialistica
Estendere il diritto all'alloggio
Le matricole scelgano dopo i confermatari
Nuovo regolamento
Dare più peso al merito
Meno file, più sportelli

13. Gli studenti fuori sede e gli studenti extracomunitari hanno necessità di lasciare del materiale in palazzina, perché trovano difficoltà ogni anno ad Agosto a liberare completamente la stanza. Cosa suggerisci per risolvere il problema?

Sono pervenuti numerosi suggerimenti:


Lasciare aperto e vigilato
Lasciare tutto nell'abitazione
Lasciare disponibilità nel mese di agosto
Lasciare posto letto per chi ne ha bisogno
Creare spazi per lasciare gli oggetti
lasciare il materiale negli armadietti
armadietti nuovi, in più e più grandi
armadietti più sicuri a via Lambro
servizio deposito bagagli gestito dall'ERSU
liberare appartamento alla fine del tirocinio


  14. Ci sono delle stanze vuote nella tua palazzina? Come pensi che si potrebbero utilizzare?
Si 1 1%
No 17 9%
Non sa / Non Risp. 168 85%
Da un Sugg. 9 5%
Stanze vuote


I Suggerimenti pervenuti:
Assegnarle agli ultimi in graduatoria
Mettere posti letto
Sala giochi
Dare alle matricole idonee ma prive di posto letto
Affittarle a basso prezzo a chi non rientra nella borsa
Usarle per armadietti deposito
Usarle per installare postazioni internet
Subaffittare a non borsisti
Festini privati



Sondaggio ERSU parte 4

3 aprile 2007 | Category: Prima Pagina

Parte II: Servizio Abitativo


  7. Cosa ritieni sia urgente migliorare?
Angolo cottura 137
Docce 118
Bagni 99
Pulizia bagni 81
Bidet 68
Letti 53
Pulizia stanze comuni 49
Armadietti 46
Altri Suggerimenti 81
  Tra gli altri suggerimenti segnaliamo:
manca il bidè  
frigo  
rendere disp. l’acqua calda nei weekend  
intonacare bagni  
migliorare piastre e frigo  
concludere lavori iniziati  
via Saffi fa pena  
pulire le stanze comuni più volte al mese  
predisporre un deposito bagagli  

Cosa ritieni sia urgente migliorare


  8. Vivibilità degli alloggi
Buona 58 30%
Accettabile 79 40%
Mediocre 32 16%< /td>
Scarsa 19 10%
Non sa / Non risp. 7 4%
Vivibilità degli alloggi

9. Segnalaci un guasto di cui avete da tempo chiesto la riparazione

Sono pervenute numerose segnalazioni, riportiamo le più importanti e numerose


Cucina
Caldaia
Piastre cottura
Frigorifero
Luce cappa aspirante
Luce ascensore
Sedia mancante
Lampade mancanti
Prese corrente
Imbiancatura
Rubinetti
Tubi puzzolenti
Luci
Armadio


Idoneità della qouta della borsa di studio se tutto funzionasse
  10. Ritieni che la quota della tua borsa di studio che l’ERSU trattiene sarebbe idonea se tutto funzionasse?
Si 137 70%
No 52 27%
Non sa / Non Risp. 6 3%



Sondaggio ERSU parte 3

3 aprile 2007 | Category: Prima Pagina

  
Giudizio sulle condizioni igeniche delle mense a pranzo
  5a. Giudizio sulle condizioni igeniche delle mense a pranzo
Buona 103 53%
Accettabile 75 38%
Mediocre 14 7%
Non sa / Non risp. 3 2%

Giudizi sulla qualità dell'igene a pranzo suddivisi per mensa


    Ingegneria Economia Medicina
Buona 61 51% 7 44% 35 63%
Accettabile 50 42% 8 50% 17 30%
Mediocre 9 7% 1 6% 4 7%

Giudizi sulla qualità dell'igene a pranzo suddivisi per mensa


Giudizio sulle condizioni igeniche delle mense a cena
  5b. Giudizio sulle condizioni igeniche delle mense a cena
Buona 47 24%
Accettabile 53 27%
Mediocre 24 12%
Non sa / Non risp. 71 37%

Giudizi sulla qualità dell'igene a cena suddivisi per mensa


    Ingegneria Economia Medicina
Buona 23 52% 23 32% 1 14%
Accettabile 21 48% 31 42% 1 14%
Mediocre 0 0% 19 26% 5 72%

La categoria altri è formata da alcuni studenti (7) che hanno dato un giudizio pur avendo risposto di non recarsi a mensa a cena.
Giudizi sulla qualità dell'igene a cena suddivisi per mensa

6. Suggerimenti sulle portate servite


  Primi:
portate suggerite: lasagne, orecchiette al ragù, orecchiette alle cime di rapa, tortellini, pasta fredda, polenta, orecchiette alla Santa Lucia
a volte il condimento è assente
a volte c’è troppo olio
la pasta è spesso cruda
preferibilmente più caldi
migliorare tipo di pasta


  Secondi:
portate suggerite: melanzane, carne impanata, pizza, ostriche
meno carne più pesce
spesso i secondi sono freddi
usare pesce migliore
la carne dev’essere fresca
la carne non dev’essere una soletta
i salumi dovrebbero essere più freschi e non tagliati con il laser
riscaldare le patate

  Contorni:
portate suggerite: patate fritte, pomodori, melone, caviale
lavare meglio l’insalata
rendere i secondi più invitanti
usare più verdura di stagione


  Altro:
il distributore dell’acqua puzza di cane morto
usare frutta migliore
basta con il purè
fagioli non surgelati
per il purè usare le patate e non il cemento
servire vino decente a Medicina
meno rigidità nelle portate
servire pane vero e non di cemento
l'anno scorso c'era la pizza
usare olio extravergine



Sondaggio ERSU parte 2

3 aprile 2007 | Category: Prima Pagina

 
Giudizio sulla qualità del pranzo
  4a. Giudizio sulla qualità dei pasti a pranzo
Buona 65 33%
Accettabile 85 44%
Mediocre 34 17%
Scarsa 11 6%
Non sa / Non risp. 0 0%

Giudizi sulla qualità dei pasti a pranzo suddivisi per mensa


    Ingegneria Economia Medicina
Buona 37 31% 1 6% 27 48%
Accettabile 49 41% 11 60% 25 45%
Mediocre 26 21% 5 28% 3 5%
Scarsa 9 7% 1 6% 1 2%
Giudizi sulla qualità dei pasti a pranzo suddivisi per mensa


Giudizio sulla qualità della cena

Non sa / Non risp.

  4b. Giudizio sulla qualità dei pasti a cena
Buona 15 8%
Accettabile 32 16%
Mediocre 38 19%
Scarsa 27 14%
83 43%

Giudizi sulla qualità dei pasti a cena suddivisi per mensa


    Ingegneria Economia Altri
Buona 1 2% 14 24% 0 0%
Accettabile 19 43% 13 22% 0 0%
Mediocre 14 31% 21 35% 3 37%
Scarsa 11 28% 11 19% 5 63%

La categoria altri è formata da alcuni studenti (8) che hanno dato un giudizio pur avendo risposto di non recarsi a mensa a cena.
Giudizi sulla qualità dei pasti a cena suddivisi per mensa

Eventuali suggerimenti

Sono pervenuti numerosi suggerimenti e alcune critiche. In ordine di importanza:

molti chiedono più varietà
i cuochi devono impegnarsi di più
la pasta è cruda a cena
in generale la pasta è scotta e i condimenti sono da migliorare
spesso i pasti sono riciclati a cena e il sabato
la mensa di economia lascia a desiderare: il pane del fine settimana è immangiabile, occorre cambiare personale soprattutto per l'igiene
servire anche la pizza
Altri suggerimenti:
escludere la pasta con ricotta
Ingegneria: più scelta per secondi e contorni
tavolini all'aperto a Economia
più scelta a cena
no alle mense private
possibilità di cambio buono past
o-cibo
menu cena e pranzo affissi
pubblicizzare meglio il pasto differenziato
abbassare i prezzi, non le mutande



Sondaggio ERSU parte 1

3 aprile 2007 | Category: Prima Pagina

Risultati del questionario sui servizi forniti dall'Ersu di

Ancona

Basato su un campione di 195 studenti.

Parte I: Servizio Mensa

  1. Sei Borsista?
Borsista 179 92%
Non Borsista 16 8%
Percuentuale di borsisti sul campione

Quale mensa a pranzo
  2. Quale mensa frequenti a pranzo?
Medicina 56 29%
Ingegneria 121 62%
Economia 18 9%
Nessuna 0 0%

  3. Quale mensa frequenti a cena?
Medicina 0 0%
Ingegneria 46 24%
Economia 73 37%
Nessuna 76 39%
Quale mensa a cena



Contro la privatizzazione dei servizi

2 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

 

 

The E.R.S.U. Horror Real Show

 

L’E.R.S.U.  Vuole privatizzare le Mense

e gli Studentati!!

  

A Noi Queste Novità NON PIACCIONO!!!

 

L’ ERSU è un ente che esiste per garantire dei servizi che sono DIRITTI COSTITUZIONALI e questi diritti NON DEVONO ESSERE PRIVATIZZATI!!!

DA DIECI ANNI gli ERSU si vedono ridurre i finanziamenti!!! La responsabilità di questa situazione è degli amministratori degli enti, della regione e dei governi centrali di tutti i colori !!!

La qualità del servizio mensa offerto da un privato E’ SEMPRE più scadente di quello offerto  dall’ente pubblico perché non ci sono vincoli (e quindi controlli) sulle derrate alimentari.

NOI VOGLIAMO SAPERE COSA MANGIAMO quando andiamo a mensa!!!!

Gli Studentati rimessi a nuovo con soldi pubblici e gestiti da privati costeranno di più per gli studenti che ci risiedono in affitto (anche se borsisti!!!)

Quello che ci stupisce/STORDISCE di più è il radicale CAMBIAMENTO di “filosofia” gestionale degli ERSU. Il sempre maggiore disimpegno dalle responsabilità degli amministratori non può che lasciarci esterrefatti.

Per questi motivi

NOI CI OPPONIAMO A QUESTA PRIVATIZZAZIONE

 

Ribadiamo che la ragione sociale di questi enti è quella di offrire servizi costituzionalmente garantiti e la cui erogazione non deve avere un fine lucrativo ma sociale.

Per saperne di più Leggi il pieghevole che spiega in maniera più dettagliata la situazione

Se condividi le nostre idee aiutaci a sostenerle, partecipa con noi ai presidi e alle manifestazioni!!



Contro la privatizzazione

2 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

No alla privatizzazione

dei servizi

 

La Lista Gulliver – Sinistra Universitaria – boccia le volontà dell’E.R.S.U. – ente regionale per il diritto allo studio universitario- sull’esternalizzazione dei servizi erogati agli studenti.

GLI ERSU dei vari Atenei hanno aperto la strada ai privati nella gestione dei servizi erogati.

Ancona, 18 gennaio 2007:   La decisione dei presidenti degli ersu regionali di esternalizzare i servizi Mensa e Dormitori, attraverso delle società a partecipazione pubblica e privata, ci lascia interdetti.

Con una rapidità impressionante, non certo da ente pubblico, si è passati dalla fase di progetto dove tutto è teoria e di norma bel lungi dall’esser messo in pratica, a quella applicativa, senza che nessuna parte sociale fosse stata contattata. Non i sindacati dei lavoratori degli ERSU ne tantomeno gli studenti che risultano essere la sola e vera causa  dell’esistenza degli enti stessi.

La Lista Gulliver che dal 1987 rappresenta gli studenti alla Politecnica delle Marche, vuole mettere in evidenza il proprio parere FORTEMENTE NEGATIVO sulla scelta che gl’enti stanno portando avanti.

Le motivazioni che ci spingono a essere contrari ad una privatizzazione dei servizi sono semplici ma imprescindibili.

 

L’ ERSU è un ente che esiste per garantire che un DIRITTO COSTITUZIONALE come il diritto allo studio, venga erogato. Non è pensabile che un privato LUCRI su un servizio di questo tipo.

 

L’ ERSU è un ente che va finanziato adeguatamente (DA DIECI ANNI si vede ridurre i finanziamenti!!!)  Per questo i Direttori e i Presidenti devono farsi carico, di fronte agli Assessori Regionali competenti, di fronte a tutta la Giunta Regionale e se necessario di fronte al Governo Centrale,  di far arrivare più fondi!

 

La qualità del servizio mensa offerto da un privato E’ SEMPRE più scadente di quello offerto (e quindi gestito) dall’ente pubblico perché non ci sono vincoli sulle derrate alimentari.  Gli studenti di Ancona sono gli unici nella regione ad aver provato il servizio “futuro” nella mensa privata di via Matteotti e non ne sono soddisfatti.

 

L’attuale esperienza dice che il  costo di un pasto offerto dall’ente è di 1,6 € superiore a  quello offerto dal privato senza considerare che quest’anno scadrà la concessione per la ditta che gestisce la suddetta mensa e che quindi questa differenza si assottiglierà per via del nuova bando di gara, e che in questo calcolo non è ammortizzato il costo dell’edificio e delle attrezzature che sono state acquistate dell’ente e date in comodato d’uso gratuito al gestore privato. Per la maggior esperienza accumulata proprio ad Ancona, possiamo affermare che questa cifra non ci sembra possa essere sufficiente a giustificare il passaggio da un gestore pubblico ad uno privato, che dovrà porre sopra a tutto il suo fine lucrativo..

 

Gli Studentati rimessi a nuovo con soldi pubblici e gestiti da privati costeranno di più per gli studenti che ci risiedono in affitto. Ad oggi non esistono progetti realistici di investimenti privati per il riammodernamento dei dormitori. Siamo sicuri che Buoni Samaritani non esistano e questa sia la solita mossa per far arrivare più soldi nelle casse di questi fantomatici “benefattori”.

 

L’esistenza di questi enti si basa sull’OFFRIRE DIRITTI

 costituzionalmente garantiti e la cui erogazione non

 DEVE AVERE UN FINE lucrativo ma SOCIALE.

 

Quello che ci stupisce/STORDISCE di più è il radicale CAMBIAMENTO di “filosofia” gestionale degli ERSU. Il sempre maggiore disimpegno dalle responsabilità non può che lasciarci esterrefatti e se gli attuali Amministratori non riescono a gestire gli enti e credono che la strada da perseguire sia quella della privatizzazione, forse è arrivato il momento che si facciano da parte e lascino il loro posto ad altri che ne abbiano la competenza e soprattutto che abbiano la coerenza di amministrare un ente che fonda la sua ragione d’essere nel diritto allo studio Costituzionalmente Garantito.

Stiamo anche preparando delle manifestazioni, dei presìdi davanti alle mense e davanti alla regione per far capire ai “nostri” amministratori/dipendenti che non ci fermeremo nell’opposizione a questa scelta.



Il DPCM Moratti

2 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

Cos’è il DPCM: è il decreto con cui si regola il diritto allo studio universitario (questo varrà nel triennio 2004/2007) viene fatto dal Ministro dell’Università e firmato dal Presidente del Consiglio senza che passi per i due rami del Parlamento.

Perchè ci preoccupa: innanzitutto perché è stato stilato all’insaputa di tutti e verrà firmato entro Aprile, senza lasciare a noi studenti molto tempo per proporre modifiche, inoltre è molto peggio del precedente (DPCM 2001/2004).

Cosa chiediamo a voi borsisti: di seguirci nel tentativo di fermare questo folle disegno di smantellamento del diritto allo studio, partecipando alle assemblee di palazzina, all’Assemblea generale del 24 febbraio in via Saffi (sede Gulliver ore 21.30), parlatendone a mensa e tra di voi, e di essere disposti a difendere con i denti i vostri diritti!

Articolo per articolo, le osservazioni della lista Gulliver

Articolo 2
  Comma 4: La novità introdotta è l’eliminazione del vincolo di precedenza agli studenti idonei non beneficiari nelle graduatorie del part-time (art.13 legge 390/91).

Articolo 3
  Comma 4 – 4bis: si riduce il beneficio alla durata del corso . Nel precedente DPCM il beneficio era fino ad un semestre aggiuntivo e per il servizio abitativo fino ad un anno aggiuntivo. Prima per i “triennalisti” la borsa si poteva prendere per 7 semestri, per la specialistica per 5 semestri, per la specialistica a ciclo unico per 11 semestri…ora 3 anni, 2 anni, 5 anni. Anche il servizio abitativo è per un massimo della durata legale.
Si introduce la possibilità del prestito (!) per un ulteriore anno oltre la durata legale con restituzione a cominciare da dopo 5 anni.

  Comma 6: Fondamentale, fare attenzione. Gli iscritti per la prima volta con valutazione ex-ante della condizione economica ed ex-post della condizione di merito. Gli iscritti per la prima volta alle specialistiche sono a tutti gli effetti per il diritto allo studio matricole… Dunque questo certifica che il DPCM, che sarà valido per chi si immatricolerà nel 2004/5, riguarderà anche gli immatricolati alle specialistiche cioè chi oggi è in triennale.

  Comma 9: per il calcolo del tetto alla somma di ISEE e UISE viene sottratta l’imposta lorda.
Il tetto stabilito che le regioni potranno fissare deve essere compreso tra i 10.500 euro e i 15.000 euro contro la precedente forbice 12.000 – 16.000
Il tetto del patrimonio passa da 21-27000 a 20-30000.
Osservazione: con la perdita del potere d’acquisto, ma ovviamente con il monte salari che, anche se poco sale, questo abbassamento della forbice produrrà la fuoriuscita di un bel pezzo dei nuclei familiari dove ad incidere ci sono redditi da lavoro dipendente e/o pensioni. Ovviamente c’è più attenzione (nel senso che si alleggeriscono i vincoli) ai patrimoni che ai redditi. Una fascia di "nuova povertà" è completamente fuori dalla possibilità di accedere ai benefici. Si favoriscono ancora una volta coloro che certificano basso reddito e alto patrimonio…

Criteri di Merito

Articolo 5
Si passa dai 20 crediti per la conferma della borsa (e l’ottenimento della seconda rata) ai 35 crediti entro il 10 agosto.
Osservazione: questi sono tetti entro cui saranno le regioni a definire, attraverso gli strumenti che si danno nelle loro leggi regionali, in molti casi le conferenze regioni-università.

Per la conferma per il secondo anno si deve avere i 35 crediti, gli obblighi formativi e secondo l’ultimissima versione una media voti superiore di 1.5 voti alla media del proprio corso.
Osservazione:vale anche per la specialistica, sia chiario

Per chi non ce la fa ai 35 crediti entro il 10 agosto c’è la possibilità di rientrare in graduatoria superando 50 crediti entro il 31 dicembre mettendosi così in coda a chi ha superato i 35 ad agosto e sperando negli scorrimenti di fine anno.

  Comma 3: Per chi non raggiunge i 30 crediti (contro i vecchi 20) entro il 31 Ottobre (contro il vecchio 30 Novembre) non solo non riceve la II rata (evidentemente non è arrivato ai 35 del 10 Agosto), ma becca la revoca della borsa usufruita con relativa restituzione e delle somme riscosse e delle somme date in servizio alloggio.

Osservazione:Cornuto e Mazziato. Guardate che 30 crediti entro il 30 Ottobre dell’anno successivo alla domanda da matricola non sono facilissimi, le statistiche esistenti mostrano serie difficoltà.

Per il mantenimento dei benefici agli anni successivi si passa da 25 a 35 entro il 10 agosto per il primo anno verso il secondo , da 80 a 90 per il secondo. Salta il 7 semestre come già detto. Per le specialistiche a ciclo unico da 25 a 35 per la seconda domanda, da 80 a 90 per la terza, da 135 a 145 e da 190 a 200, per i corsi di medicina l’ultimo anno da 245 a 260 crediti.

  Comma 6: Anche i bonus subiscono la stretta. Si passa da 12 a 10 crediti di bonus per chi utilizza il bonus per l’accesso alla borsa per il terzo anno.

  Comma 13bis: Viene introdotto il criterio di merito per il mantenimento del beneficio del servizio abitativo per l’intero anno. Entro il 28 febbraio (per le matricole solo) si deve aver superato 10 crediti.

Osservazione: Cara matricola vedi di cominciare bene e di non perderti nel divertimento tipico delle "matricolette" altrimenti a metà anno ti spedisco in mezzo ad una strada a cercarti casa d’emergenza o meglio torna a casa tua che l’Università evidentemente non fa per te, fortuna che non ha messo una penale per chi esce di sera e va a bersi una birra…

Articolo 2
  Comma 2: Le cifre per i fuori sede (piene) si alzano da 4000 a 4500 per poi salire di 200 euro ad anno e non di 100 euro come in passato. (un dato positivo nel mare di "merda", ma c’è il trucco).
I pendolari da 2150 a 2500
Gli studenti in sede da 1470 + pasto a 2000
(attenzione alla spar
izione del pasto, tra un po’ vedrete)

  Comma 2bis: (Delirio Assoluto parte 1) Per gli studenti iscritti ai primi anni dei corsi le cifre di cui sopra sono dimezzate!!!!!!
(Delirio Assoluto parte 2) (L’anno prossimo alle specialistiche le matricole si ritrovano con mezza borsa e sono gli attuali triennalisti … e coinvolge tutti gli attuali borsisti che vogliono continuare al secondo livello!!)

  Comma 5 (Attenzione):
Per la quota di borsa data in alloggio la borsa è detratta di 1800 euro (2000 e 2200 negli anni successivi) contro i vecchi 1400 euro. scompare la detrazione del pasto del fuori sede e la possibilità in sede di programmazione regionale di detrarre anche il secondo pasto per il fuori sede, nonché quello di dare un pezzo di borsa in forma di un pasto per lo studente pendolare. Cioè scompare la quota pasto dalle borse.

Osservazione: La scomparsa del pasto (che in molte regioni come la nostra era di due pasti) dalla quota borsa significa che molte aziende avranno difficoltà a sostenere i costi delle mense, non potendo più usufruire di un minimo garantito dalla quota borsa. Difatto c’è una spinta a smantellare le mense degli enti per il diritto allo studio. C’è da dire che invece la quota alloggio cresciuta potrebbe stimolare le aziende ad investire sugli alloggi, anche se mancando fisicamente le residenze non è un gioco da ragazzi. Se le mense peggiorano ci rimettono tutti gli studenti: chi ha i soldi per mangiare tutti i giorni al bar?

  Comma 8:

Gli studenti idonei non beneficiari possono accedere gratuitamente a 2 pasti al giorno se fuori sede e 1 se pendolari, salvo se sono matricole per le quali si accede alla fascia minima. Nel precedente DPCM, la possibilità di inserire i pasti nella quota borsa in sede di programmazione regionale aveva prodotto che comunque tutti gli idonei non beneficiari accedessero gratuitamente alle mense, senza escludere le matricole. Ma la Moratti odia le matricole?

Articolo 9
Sulla ripartizione del Fondo inciderà di meno la capacità di copertura e leggermente di più la quantità degli idonei. L’effetto è una minore responsabilizzazione da parte delle Regioni nell’intervenire integrativamente per spingere le aziende ad arrivare a copertura.

Scompare l’incentivo per le borse concesse agli studenti extra-UE che prima era di 3200 euro per studente. L’effetto sarà devastante per gli studenti che provengono da paesi in via di sviluppo.

Documento elaborato dai
Responsabili Diritto allo Studio della Lista Gulliver
Fabio Rossi (Economia)
Roberto Centioni (Ingegneria)
Alessandro Betonica (Medicina)
Federica Franco (Medicina)


L’impegno del Gulliver per il Diritto allo Studio

2 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

ERSU 1997-2006

Cronaca di nove anni di impegno

della Lista Gulliver

Il 1997 (come sarà il 2006) è stato un anno cruciale per il diritto allo studio, il DPCM del 30 Aprile sanciva il definitivo passaggio verso le direttive espresse dalla legge 390 del 1991: in sostanza il tanto contestato viraggio da un sistema sostanzialmente redditocratico, verso una progressiva inarrestabile meritocrazia.

Il 1998 l’applicazione tout court delle nuove direttive ministeriali creò un vero disastro, le case dello studente rimasero vuote, gli studenti che fino all’anno precedente erano stati beneficiari del posto letto risultarono non idonei secondo le nuove regole…

I primi mesi del 1999 furono caratterizzati da infuocate assemblee studentesche, che portarono all’accettazione della nostra richiesta di copertura totale, con le borse di studio, degli idonei. Questo generò un positivo meccanismo secondo cui l’ ERSU (sfruttando i soldi recuperati dai buoni pasto non sfruttati) si garantì un numero di borse di studio straordinarie anche per gli anni successivi…

L’impegno della Lista Gulliver, nel triennio 2000-2003, relativamente alle tematiche sul diritto allo studio, si è concretizzato in una serie di risultati che hanno inciso sostanzialmente sulla qualità della vita di ogni studente universitario:

La nostra azione di stimolo ad incrementare il numero di alloggi ERSU si è concretizzata con l’inaugurazione di 100 nuovi posti letto a Brecce Bianche
E’ ormai nota la possibilità di usufruire del pasto differenziato per gli studenti
Grazie alle nostre proposte funziona da 5 anni la convenzione ConeroBus/ERSU per l’abbonamento annuale agevolato per i borsisti
Abbiamo lavorato in Consiglio Studentesco per rimediare al passaggio ICE/ISEE che nel settembre 2002 aveva causato la fuoriuscita dalle graduatorie di oltre 600 confermatari. Grazie alle nostre proteste è stato riaperto il bando e sono state riammessi circa 550 esclusi
Abbiamo raccolto nei mesi di Febbraio 2004 ben 1651 firme contro il DPCM Moratti informando tutti i borsisti delle insidie del nuovo Decreto.

L’impegno della Lista Gulliver nel biennio 2004-2006 si è stato duplice; da una parte il nuovo DPCM sul diritto allo studio ci ha tenuto sempre in guardia pronti ad intervenire affinché il nuovo DPCM Moratti, venissse migliorato in fase di analisi, dalla Regione Marche. Aver stretto un rapporto di confronto con gli Uffici Regionali sul Diritto allo Studio ci ha permesso di spiegare le nostre posizioni e continuare ad ottenere:

abbonamenti agevolati (50% di sconto) per i borsisti
copertura totale degli idonei: siamo riusciti a far arrivare altri fondi dalla Regione legati alla tassa regionale sul diritto allo studio, grazie alla nostra azione nel 2004-2005 tutti gli idonei sono stati beneficiari
abbiamo ribadito la nostra contrarietà alla monetizzazione della borsa di studio, puntando sul servizio di mensa differenziato in base alle esigenze e stimolando la ricerca di nuove convenzioni con gli esercenti privati per le sedi decentrate.

Da un anno il CdA ERSU è allo sbando, il Presidente uscente Balloni non è stato reintegrato e i nostri rappresentanti sono stati sommersi dal lavoro nel tentativo di rimediare ai vari problemi che, a causa di questa grave mancanza da parte della Regione, si sono venuti a creare. Solo la Lista Gulliver si è continuativamente relazionata con i dipendenti per risolvere i problemi. Ci siamo occupati di circa 15 casi di revoca della borsa dovuti a precedenti iscrizioni e a situazioni familiari particolari che meritavano una maggiore attenzione da parte dell’Ente. L’annoso problema degli idonei non beneficiari è stato risolto, nello scorso anno, solo grazie alle pressioni (estive) della nostra Lista, e abbiamo raggiunto la copertura del 100% degli aventi diritto con uno stanziamento eccezionale di fondi da parte della Regione. Appena insediato il nuovo consiglio di Amministrazione chiederemo che vengano stanziati fondi per gli idonei del 2005/2006 che non hanno potuto ricevere la borsa per mancanza di fondi, la Regione non può ricordarsi di noi solo a ridosso delle elezioni!

Cosa ci impegniamo a fare nel biennio 2006/2008
mantenere e migliorare tutte le conquiste sinora ottenute dal Gulliver sui servizi ERSU; lavorare collaborando con gli organi competenti (Regione, CNSU, Ministero) affinchè gli ERSU abbiano avere sempre più risorse economiche da investire in borse di studio
ci batteremo per una ulteriore differenziazione del buono pasto per aumentarne la disponibilità introducendo la possibilità di prelevare presso le mense i cosiddetti “cestini”: porzioni da asporto e generi alimentari di largo consumo;
riqualificazione studentati promuovendo le ristrutturazioni e dotandoli di più servizi: rete internet con connessione senza fili, f
orni microonde…



Mozione Visco-Bersani ERSU

2 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

 

Al Presidente dell’ERSU di Ancona

Dott. Giaccani Giancarlo

 

Ai membri del Consiglio di Amministrazione dell’ERSU

  

 

CONSIDERATO CHE

 

L’applicazione del decreto “tagliaspese” Visco-Bersani del luglio scorso, prevede l’obbligo per gli Atenei di restituire al Ministero dell’Economia una quota significativa dei finanziamenti ricevuti dallo Stato per il funzionamento degli Atenei stessi;

A seguito di precedenti Decreti legge del 2002 e del 2005, che vincolavano le Università italiane alla riduzione delle spese per il proprio funzionamento, l’Ateneo ha già restituito all’erario diversi milioni di euro, con conseguenti gravi problemi per l’equilibrio complessivo del proprio bilancio;

Gli enti di diritto allo studio sono di pertinenza regionale e per questo la loro amministrazione è disciplinata dalla legge Costituzionale 18 ottobre 2001, “Modifiche al titolo V della Costituzione”;


RITENUTO CHE


Il decreto lede l’autonomia degli enti regionali di diritto allo studio e risulta inoltre essere palesamente anticostituzionale;

Fermo deve essere il rifiuto di ogni aumento della contribuzione studentesca per sopperire alla carenza di finanziamenti;

Dall’applicazione di tale decreto debbano essere escluse, come già previsto per le istituzioni scolastiche e le Aziende ospedaliere, anche le Università, gli Enti di ricerca e gli Enti per il diritto allo studio universitario.

VISTO

 
L’assoggettamento nel suddetto decreto (L. 248/2006) già degli enti per il diritto allo studio universitario con conseguente riduzione dei servizi essenziali per gli studenti quali borse, mense e alloggi;

La posizione dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, dell’Università degli Studi di Padova e dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia nel fermo rifiuto di acconsentire ad una lesione dell’autonomia delle Università sancita dall’art. 33 della Costituzione;

 

CHIEDE CHE


Il Consiglio d’Amministrazione ritenga pertanto impossibile versare per il momento quanto previsto dal decreto “tagliaspese”;


SI CHIEDE INOLTRE CHE


Il Presidente ed il Direttore denuncino alla Regione Marche l'incostituzionalità del decreto in questione al fine di mobilitare quest’ultima nella difesa di un’autonomia regionale dell’ERSU che dovrebbe essere garantita e che rischia peraltro di portare a serissimi problemi di gestione dell’Ente.

 

Il consigliere studentesco Matteo Palmucci



Visco Bersani lettera congiunta Ersu-CS

2 aprile 2007 | Category: Ateneo, Prima Pagina

 

Lettera del Presidente

dell’Ente Regionale

allo Studio Universitario

 delle Marche e  del Presidente

del Consiglio Studentesco

dell’Univpm in merito alla

Finanziaria 2007 e alla Bersani-

Visco.

 

 

Il Presidente dell’Ente Regionale per il diritto allo Studio Universitario delle Marche e il Presidente del Consiglio Studentesco dell’Università Politecnica delle Marche esprimono il proprio disappunto rispetto atti approvati dal Parlamento e sulla proposta di Legge Finanziaria 2007 in merito alle norme aventi per oggetto l’Università e le politiche per il Diritto allo Studio.

 

Nello specifico ritengono che l’introduzione delle Università e degli Ersu tra gli enti soggetti alla riduzione delle “spese intermedie”, prevista dalla legge 248/2006, cd Bersani-Visco, metta a repentaglio i servizi per gli studenti.

Per le Università la contrazione potrebbe comportare effetti negativi sui laboratori, sulle biblioteche e sulla disponibilità di aule negli stabili in affitto, purtroppo ancora molti e certo non a causa dell’Ateneo.

Per l’Ersu la contrazione è palesemente incostituzionale, essendo le stesse assoggettate a finanziamenti regionali ed essendo la materia esclusiva competenza della Regione, salvo la determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni, ovvero della regolamentazione dell’uniformità di trattamento sul territorio nazionale. Una eventuale applicazione della norma agli Ersu rischierebbe di compromettere il servizio di ristorazione e il mantenimento della Casa dello studente.

 

Riguardo la proposta di legge Finanziaria inviata alle Camere si apprezzano alcune direttive esplicitate nella parte normativa, in particolare quelle che tendono a frenare l’eccessiva frammentazione delle sedi e il troppo facile accreditamento di nuove Università, ma il Presidente dell’Ente Regionale per il diritto allo Studio Universitario e il Presidente del Consiglio Studentesco registrano che per l’ennesima volta ci si attesta su finanziamenti del tutto insufficienti.

 

In particolare si ritiene del tutto insufficiente la cifra di 157 Milioni di euro per il Fondo Integrativo per il Diritto allo Studio, cifra che se confermata rappresenterebbe una riduzione netta di 20 Milioni di euro rispetto alle disponibilità stanziate per l’anno 2006, seppur di 10 Milioni superiori alle previsioni per il 2007 fatte in Finanziaria 2006.

 

Il Fondo di Finanziamento Ordinario per gli Atenei risulta aumentato, ma di una cifra decisamente inferiore alla perdita che gli Atenei registreranno dall’applicazione del Bersani-Visco.

 

Il Credito d’imposta per le spese di affitto è previsto solo per studenti con residenza ad almeno “100 km” di distanza dalla sede Universitaria, escludendo pertanto gran parte dei fuori sede dell’Università Politecnica delle Marche provenienti dalle province marchigiane stesse.

 

 

Ancona, li 24.10.2006

 

Il Presidente dell’Ente Regionale per                            Il Presidente del Consiglio Studentesco   
lo Studio Universitario delle Marche                             dell’Università Politecnica delle Marche

 (sig. Giancarlo Giaccani)                                      (sig. Giorgio Paterna)